A Mogliano i locali giusti per mettere d’accordo trevigiani e mestrini

Breve guida ai posti più “in” del moglianese

Nell’eterna rivalità che anima noi e i mestrini esiste una zona franca: la città di Mogliano. Fa parte della provincia di Treviso, ma è geograficamente più vicina a Mestre e riesce quindi a mescolare ingredienti di entrambe le culture con perfetto equilibrio. Dando vita a gustose ricette.
Ecco la mia personale guida ai locali del moglianese, in cui invitare i vostri amici del feudo rivale per sotterrare l’ascia di guerra nel migliore dei modi conosciuti: mangiando e bevendo.

L’aperitivo

bocca di baccoBocca di Bacco, in Piazza Duca d'Aosta
Il primo punto di riferimento per ogni giovane moglianese che si rispetti è la Bocca di Bacco, wine bar alla moda famoso anche per il dopocena. Serata cardine il venerdì, quando prende vita l’”Aperitivo Narciso”, un vero e proprio happy hour alla milanese.

Il pesce

la feniceLa Fenice, anch'essa in Piazza Duca d'Aosta
Altro che trevigiani e mestrini: all’Enoteca La Fenice ci viene gente da mezzo veneto. Cicchetti da urlo, pesce di gran pregio e ragguardevole scelta di vini in un locale dove l’atmosfera è unica.

La carne

nottambuloIl Nottambulo, sul Terraglio verso Mestre
La grande e invitante insegna del Nottambulo, racchiude un ristorantino intimo e informale dove il profumo della carne alla griglia anticipa il gusto di tagliata, bistecca e filetto preparati come si deve.
 
Il primo, originale Helmut è invece famoso ormai nell’intera galassia per essere il posto dove si trova la migliore proposta di hamburger gourmet. Serviti scomposti come creazioni d’alta cucina, appena addentati sciolgono in bocca il sapore del macinato fresco…

Cucina etnica

angusAngus Churrascaria, in zona industriale, si riconosce subito
Per gli amanti del Churrasco brasiliano, in zona industriale c’è l’Angus Churrascaria, per una mangiata alla brasiliana di qualità assicurata: qui i gestori vengono tutti dal Rio Grande Do Sul, la patria del churrasco, e traducono la propria esperienza gastronomica in dieci specialità da urlo e in uno sterminato buffet di contorni. Menù fisso a 24 euro la cena completa, a 12 il solo buffet.

al messicanoAl Messicano, lungo la strada verso Marcon
Locale ormai storico, il Messicano, famoso perché affianca ad un ricco menù tex-mex anche una pizzeria con cucina mediterranea. Se a ciò vi aggiungiamo l’allegra atmosfera che permea ogni serata, ecco che troviamo un ristorante ottimo per accontentare tutta la compagnia, anche chi non ama mangiare etnico.

Al pub

lampadaLa Lampada, il posto è ben mimetizzato ma merita di essere trovato
Il Lune Blanche è il grande pub per antonomasia: spazi ampi, tavolate generose, è il locale ideale per un terzo tempo con la squadra di calcio, a base di ottime birre alla spina e innumerevoli snack espressi.
 
Localino “coccolo” e di nicchia è invece La Lampada, tra i miei preferiti in assoluto. L’ambiente è soffuso e ricercato, con un arredamento alternativo che non passa inosservato. Nell’immenso menù, se non sapete cosa scegliere vi consiglio i “fagioli alla Bud Spencer”, serviti in padella. Accompagnati da una pinta di ambrata alla spina.

Ristorante e pizzeria

ai porticiRistorante pizzeria Ai Portici, in Piazza della Repubblica
Autentica istituzione cittadina, Ai Portici è stato il primo locale che ho conosciuto a Mogliano. Una sicurezza nella pizza, nella cucina (specialità pesce) e nell’ambiente, questo è il ristorante perfetto dove organizzare la classica cena in cui non volete rischiare di sbagliare.
 
E' poi meritato, anzi strameritato il successo in virtù del quale la catena di pizzerie Da Pino sta proliferando in tutto il Veneto. E il locale aperto a Mogliano centro non fa eccezione: pasta fragrante e ben lievitata, ingredienti di primissima scelta, servizio impeccabile. Menzione d’onore.

Se desideri gli aggiornamenti sui locali della tua zona, iscriviti alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Perché i trevigiani si divertono più dei mestrini

Frequentando da anni Venezia e Mestre, ho notato che mestrini non fanno altro che lamentarsi che la sera non c'è niente da fare. A quanto pare anche il sito nonciclopedia, lo pensa, e ironizza sulla ...

di elisa ceotto