I 5 posti del Salento che la farebbero innamorare di te

Più lo guardo e più me ne innamoro… parlo del Salento, ovviamente.
L’Italia è un Arlecchino di paesaggi naturali e culturali meravigliosi e, lo devo proprio dire, secondo me il tacco non ha nulla da invidiare a tutto il resto dello stivale: quando pensi di aver già conosciuto tutte le meraviglie da cartolina di cui il Salento è costellato, capisci che il tuo tour è ancora all’inizio.

Semplici e accoglienti, diffidenti ma generosi, noi salentini facciamo il possibile e anche l’impossibile per offrire il meglio a chi viene a farci visita per conoscere il nostro piccolo angolo di paradiso.

La magia di Castro tra grotte e dirupi

grotte e dirupiUno dei luoghi più belli e romantici che abbia mai visto. Non a caso conosco molte coppie di amici che hanno deciso di passare qui anniversari e persino la prima notte di nozze. Non so se hai presente il quadro del Viandante sul mare di nebbia: ogni volta che torno a Castro, mi sento quel viandante che guarda dall’alto l’infinito. Il momento più bello per andarci è al tramonto del sole o subito dopo, quando l’acqua del mare gioca con i colori del cielo intrecciando la sua superficie limpida con mille tonalità.

Un’oasi di pace a due passi dall’Oriente

bauxiteSe hai voglia di rigenerarti e ritrovare la pace dei sensi, ti consiglio di passare almeno un’ora alle cave di bauxite, a pochi chilometri dalla bellissima città di Otranto, la cosiddetta porta d’Oriente. In un’ampia conca da cui fino a pochi decenni fa si estraeva la bauxite, la natura ha ripreso i suoi spazi creando un laghetto naturale color smeraldo, circondato da rocce che a seconda della stagione si presentano rossastre o marroni.

Dove si incontrano i due mari: S. Maria di Leuca

leuca salento lecce
Panorama molto suggestivo, l’estremo lembo di terra con cui Santa Maria di Leuca avanza verso il mare viene considerato il punto in cui le acque dello Ionio e quelle dell’Adriatico si uniscono. Guardandoti intorno non puoi non notare poi la maestosità del famoso faro di Leuca, che con i suoi 47 metri di altezza domina con la sua luce fino a una distanza di 50 km. 

Il Duomo di Lecce di sera

duomo di lecceUno dei punti di ritrovo più amato dai giovani salentini e ammirato dai turisti, soprattutto di sera, è Piazza Duomo, nel centro storico di Lecce. L’antico foro di Lecce, è il punto esatto in cui si incontrano le strade che conducono a Porta Napoli da un lato e a Porta Rudiae dall’altro, gli archi che consentivano l’accesso alla città. Le sculture che ti accolgono all’ingresso della piazza portano il tuo sguardo verso l’alto campanile, la facciata del duomo e l’antico seminario, ora sede del museo diocesano.

Il verde smeraldo di Porto Badisco

lecce
Un’altra perla dell’Adriatico è Porto Badisco. Mi piace molto perché il mare ha le stesse sfumature di colore che caratterizzano le località vicine. A differenza di zone come Castro, però, Porto Badisco ha all’interno del suo golfo una piccola spiaggia, per cui il livello dell’acqua aumenta piuttosto gradualmente e questo è l’ideale per chi, come me, odia i tuffi: una sorta di grande piscina naturale, davvero molto particolare.

Fodo di copertina di Edoardo Forneris da Flickr
Per restare sempre aggiornato, iscriviti gratuitamente alla newsletter.

ORA PUOI LEGGERE:

7 posti di Lecce e provincia dove gustare ottimi aperitivi

Scommettiamo che quando pensi agli aperitivi ti viene in mente Bologna. Perché è lì che molti conoscono per la prima volta il pre-cena in formula “buffet no limits”. Certo, nel Salento la manie...