Tutti i piatti che devi conoscere se vuoi essere un salentino d.o.c.

Ricordi quella rassegna di piatti tipici del Salento di cui ti ho parlato un po' di tempo fa? Solo a pensarci ho di nuovo fame, ma voglio mantenere fede alla promessa di finire la carrellata delle ricette made in Salento con i secondi piatti, i piatti unici, la rosticceria e il dessert.

I secondi di carne

redattori licheri carne turcinieddhi lecce salentoby Luca Bove: https://creativecommons.org/licenses/by-nc-sa/2.0/
Tra i secondi c’è una vastissima scelta, ma io parto dalla carne, perché sono una carnivora di natura: i turchinieddhi sono gli involtini di interiora di agnello, cotti alla brace; poi ci sono i municeddhi, grosse lumache dal guscio marrone, insaporite di solito con il vino rosso. 
I pezzetti di cavallo al sugo sono uno dei secondi più richiesti, sia dagli autoctoni che dai turisti. Effettivamente, quando sono cotti al punto giusto sono talmente teneri da sciogliersi sotto al palato. In occasione della Festa patronale di Sant’Oronzo, non può mancare sulla tavola dei più incalliti amanti della tradizione il gallo, solitamente cotto in forno con le patate.

I secondi di pesce

redattori licheri ricci di mare salento by Caspar Diederik: https://creativecommons.org/licenses/by-nd/2.0/
Un altro campo nel quale, come dicevamo, i salentini si possono sbizzarrire, sono i prodotti ittici: zuppa di pesce, cozze gratinate al forno, frutti di mare (vongole, noci, cozze nere), da mangiare crudi, con una spruzzata di limone. Ma la specialità dei litorali pugliesi sono i ricci di mare. Un piatto tipico molto amato è il polpo in pignata, pezzi di polipo conditi con il sugo e anticamente cotti nel camino all’interno di una ciotola di creta, la pignatta.
Se vogliamo assaporare della salutare ma saporita verdura, senza unirla alla pasta, possiamo optare per una bella porzione di rape ‘nfucate (affogate), accompagnata con il pane, o per un piatto di fave e cicorie, una purea di fave bianche accostato alle cicorie e mescolato con dei pezzetti di pane raffermo fritto.

All inclusive: i piatti unici

redattori licheri rustici lecce Da http://commons.wikimedia.org/wiki/File:Rustico1.JPG#filelinks
Poi ci sono quelle pietanze che sono talmente ricche che risulta difficile stabilire se rientrino tra i primi, i contorni o i piatti unici. La taieddha, ad esempio, si prepara infornando una teglia con patate, zucca, cipolla, cozze nere, pomodori, prezzemolo e formaggio, disposti a strati. La parmigiana di melanzane, invece, alterna melanzane fritte e sugo. Per non parlare dei ciceri e tria, cioè pasta e ceci, che prevede di friggere una parte della pasta.
Se hai la possibilità di passare da una rosticceria, non puoi perdere l’occasione di assaggiare il rustico, una deliziosa pasta sfoglia farcita con pomodoro, besciamella e pepe. Se lo provi non lo lasci più, lo dico per esperienza personale.

Dulcis... in fundo

redattori licheri pasticciotto lecceby «R☼Wεnα»: https://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/
E per un dessert con i fiocchi possiamo spaziare dai dolci di pasta di mandorla, tipici soprattutto del periodo natalizio e pasquale, quando assumono la forma di pesci e agnelli, ai mustazzoli, fagottini dolci ricchi di spezie e ammorbiditi con vincotto e rhum, per poi essere immersi nella glassa di cioccolato.
“Dulcis in fundo”, nella top ten delle pasticcerie salentine si erge il pasticciotto, un dolcetto di pasta frolla ripieno di crema, da qualche anno anche nella variante al cioccolato, chiamata dal suo ideatore Angelo Bisconti, proprietario della pasticceria Chèri di Campi Salentina, il “pasticciotto Obama”. Tu non hai fame?

Immagine di copertina: Stijn Nieuwendijk da Flickr, Creative Commons. 

Per restare sempre aggiornato, iscriviti gratuitamente alla newsletter.

ORA PUOI LEGGERE:

3 caratteristiche particolari della cucina tipica salentina

Nei vicoli di Lecce un inebriante profumo di cucina: inizio ad immaginare le donne di una volta, quelle che siamo soliti rappresentare con i capelli raccolti, il grembiule e le maniche rialzate fin so...

di grazia licheri