C'è pizza, e pizza: le 5 migliori pizzerie gourmet in Italia

Non la solita margherita ma le pizze stellate con fiordilatte appena caldo, salsa barbecue e prosciutto di maiale nero semibrado, per dire...

La pizza, il grande amore degli italiani, l’unico piatto al mondo, in grado di soddisfare tutti e cinque i sensi. La sua forma rotonda, “accogliente” e dalle tinte decise allieta la vista; l’odorato è avvinto dal profumo delle farine (soia, kamut, multi cereali); il tatto perché sottile o alta, soffice o croccante; il gusto verace dell’olio, della mozzarella, del pomodoro; e l’udito, nemmeno lui è trascurato, la pizza è, incontestabilmente, sinonimo di compagnia e condivisione.
 
Ma abbandonate le solite pizze margherita, quattro stagioni e diavola mi sono "sacrificata" a provare le migliori pizze gourmet d'Italia; creazioni che nulla hanno da invidiare all’alta cucina, tutte preparate con pasta lievito madre e a lievitazione naturale: accostamenti da perdere i sensi!

# Quella che viene dall'Australia

Parlo della Walkabout in Australia con crema di macadamia, capasanta grigliata, chips di crudo e crumble di macadamia tostata, con impasto realizzato con farine Petra. Opera realizzata da Antonio Pappalardo, 26 anni, nella sua Cascina dei Sapori a Rezzato (BS).
m,hjbm

# Quella in degustazione

Pizzeria o boutique? A I Tigli di San Bonifacio (VR) la pizza è proposta in degustazione, una per volta in modo da dividerla fra i commensali e assaggiarne tante varianti. Tutte gustosissime, dalla Margherita con fiordilatte pugliese a la pizza Tagliata di tonno pinna gialla del Mediterraneo su cipolla di Tropea marinata al Balsamico.
joik

# Quella con le farine calibrate al grammo

Sto parlando di Pomodoro e Basilico a San Mauro Torinese (TO). Qui si studiano in modo maniacale lieviti e farine, macinate a pietra, e ancor di più gli abbinamenti per una pizza perfetta.
jghjmn

# Quella con ingredienti biologici

Da Berberè a Castel Maggiore, Bologna e Firenze le pizze le fanno con ingredienti preferibilmente locali, eccellenze come il prosciutto di Mora Romagnola, lo Squacquerone, il Culatello di Zibello. Da non perdere la Speck del Trentino, gorgonzola naturale, noci e miele di acacia.
mgm 

# Quella della Capitale

Dici Roma, rispondi Sforno. Da assaggiare la famosissima pizza Cacio e Pepe, la pizza "Greenwich", la pizza "Testarossa", la "Iblea". Fritti e bruschette sono altrettanto buone.
nkn 
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!
Foto di copertina da www.pizzeriaitigli.it CC

ORA PUOI LEGGERE:

Ti presento i nuovi 5 ristoranti stellati della Capitale

A gestirli giovani e bravissimi chef con la voglia di spaccare il mondo. Ecco le nuove “stelle” del panorama gastronomico romano

di lorenzo coletta