Street Food a Roma: pizze a taglio a lievitazione naturale, 5 indirizzi da non perdere

Dove andare a mangiare un ottimo pezzo di pizza a Roma senza dover passare il resto della giornata a digerirlo.

Non c’è alcun dubbio: la pizza a taglio è la regina assoluta dello street food della Capitale. Sono infatti centinaia le pizzerie disseminate per le strade di Roma, praticamente quasi non esiste via o isolato che non ne abbia una.

Quante volte, però, ci è capitato di mangiare pizze rivelatesi poi di difficilissima digestione, che ci hanno lasciato un senso di pesantezza e di gonfiore allo stomaco? Questo succede quando l’impasto viene trattato con lieviti artificiali, una tecnica utilizzata per aumentare la velocità della lievitazione che però va a discapito della nostra salute. Per fortuna a Roma c’è ancora chi utilizza ingredienti non trattati e lievito naturale. Il risultato è quello di mangiare una pizza sicuramente più saporita, più leggera e, soprattutto, digeribile.

Ecco, allora, le nostre 5 pizzerie “naturali” preferite.

Pinsa Re

pinsa re lievitazione naturale via anastasio ii

Qui viene riproposta la vera antenata della pizza moderna, la “pinsa” (dal latino “pinsare”, cioè “schiacciare”) . Si tratta di una focaccia che viene farcita o condita in superficie con ogni sorta di leccornia possibile. Da provare la “boscaiola” con funghi prataioli e salsiccia, oppure la “brie, noci e miele”, per i vegetariani invece c’è la “ciambotta di verdure”. L’impasto della pinsa è fatto con farina 0, lievito madre con un minimo di 48 ore di lievitazione, e un goccio di olio rigorosamente evo.
Via Anastasio II, 11, 00165 (Baldo degli Ubaldi) 

Angelo e Simonetta

angelo e simonetta
La ricetta dell’impasto della pizza di Angelo Iezzi è sicuramente uno dei segreti meglio custoditi al mondo. Di sicuro viene utilizzato il lievito madre, con almeno 72 ore di lievitazione, e farine di crusca. Il risultato è quello di una pizza meravigliosamente saporita e ad altissima digeribilità.
Via Nomentana 581 (Montesacro) 

Pizzarium

angelo iezzi simonetta montesacro pizza
Gabriele Bonci oramai lo conoscono tutti, viste le numerose presenze collezionate nei più seguiti programmi televisivi nazionali di cucina. La sua pizza, anche se decisamente più cara rispetto alla media, merita la fama acquisita. Un impasto leggerissimo, farine non trattate e lievito madre sono qui utilizzati alla perfezione. Il risultato raggiunge l’eccellenza assoluta.
Via della Meloria, 43 (Cipro)

Orsini

pizzarium via della meloria cipro gabriele bonci
Ecco un altro pluripremiato a livello mondiale (meritatamente). Sono quasi 15 anni che Giancarlo Orsini ha rilevato questa piccola pizzeria a taglio situata all’esterno dell’edificio del Mercato Rionale Appio Latino. Le sue pizze sono alte, fragranti e morbidissime. La nostra preferita è la pancetta e provola, ma anche la ripiena al prosciutto e mozzarella merita una nota di rilievo.
Via Magnagrecia 38 (San Giovanni)

Li Scalini

li scalini pizzerie al taglio a roma
In questo piccolissimo locale posto in un vicoletto pedonale accanto alla città universitaria la pizza a taglio la sanno fare veramente bene. Lo sanno, infatti, quasi tutti gli studenti de La Sapienza, che tra una lezione e l’altra vengono qui a fare merenda o a pranzo. Pochi gusti, ma grande qualità. La pasta è morbida e facilmente digeribile, grazie al lievito madre utilizzato.
Via degli Irpini 32 (San Lorenzo)

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Mangiare vegetariano a Roma dove meno te lo aspetti

Il numero di vegetariani e vegani è in aumento: e miei amici ne sono un esempio. Ma io, ancora e mai, no! Di ristoranti vegetariani a Roma ce ne sono parecchi ed è anche curioso e divertente provarl...

di elsa ricucci