6 pub dove bere birra artigianale a Pescara

(ultimo aggiornamento luglio 2016)
Abruzzo, terra di vini, tra le tante altre cose. E questo lo sai già, vero? Sai quali sono le peculiarità del Montepulciano d'Abruzzo - appunto - e del Trebbiano e ancora fino al Pecorino - da non confondere con il formaggio... ma non serve che te lo diciamo! - e alla Cococciola. Forse ne sai meno di birra artigianale, anche abruzzese, sì, del suo boom negli ultimi anni. Magari sei andato, curioso, a uno degli ultimi festival tematici, ma ti è rimasto qualche dubbio. Insomma, ecco i pub di Pescara che meritano, e in particolare quelli dove trovare ottime birre artigianali.  

L'artigianale che non ti aspetti è tra Pescara e Chieti!

fbDa Sciolè puoi gustare hamburger accompagnandoli con oltre 40 etichette di birre artigianali tra cui bionde tedesche e belga bianca tra le sei alla spina con una a rotazione. Sulla lavagna trovi tutto quel che c’è da bere.

La 'storia' delle birre parla irlandese. A Pescara quella storia c'è! 

fbQui al Jayson's ci siamo cresciuti, non si contano i brindisi in compagnia degli amici fidati (alcuni di loro sono anche nel poster degli Irish Drinkers, appena entri, sulla parete di destra). Già perchè questo è un pub storico, qui dal 1998. Un posto sempre in movimento, come testimonia peraltro l'ultimo rinnovo del locale, bellissimo, che crea un ambiente unico fra interno ed esterno. E insomma, qui veniamo per le birre inglesi e irlandesi, ma puoi trovare anche chicche che non ti aspetti: magari una bella birra artigianale nostrana! 

L'arbitro del bere in Abruzzo 

fbLa prima volta che siamo entrati da Arbiter Bibendi abbiamo promesso a Vito che avremmo provato tutte le 450 birre artigianali a scaffale, di tutto il mondo. A dire il vero non ce l'abbiano fatta ancora, anche perchè il numero cresce sempre di più e c'è sempre tanto da imparare, visto anche che siamo nella prima enobirroteca nata in Abruzzo. Peraltro, se ci si volesse lanciare nell'home-brewing qui hanno tutto il necessario, oltre ad organizzare corsi e degustazioni per intenditori e neofiti. 

A Pescara la birra è un Delirium 

fbQui ci sono otto vie alla spina e si sceglie fra più di sessanta etichette di birra in bottiglia, con prevalenza di belghe e inglesi. Da tutto il mondo e tutte rigorosamente artigianali. Siamo in pieno centro storico, nella zona di Corso Manthonè: il Delirium lo riconosci già dall'esterno, con la vetrata che presenta il bancone dove è un piacere perdersi. Ti consiglio di provare la Psychotika, che a dispetto del nome è di buona compagnia: una American Pale Ale da 5 gradi, super beverina, prodotta nel Birrificio Eldorado di Sulmona con ricetta dello stesso Alessio del Delirium. 

Nel cuore di Pescara la birra artigianale va dal produttore al consumatore!

leardi foto dalla pagina fbQui da Leardi le birre si chiamano Anita Blond, Emmamara, Fatina Nera, Sara Weiss o Sofi Strong. E c'è anche la Cabiria, che piacerebbe a d'Annunzio. Sono le specialità di questo birrificio artigianale che nasce da una passione personale trasformata in lavoro, con una piccola azienda artigianale e a conduzione familiare. Fra Belgio, Germania, Inghilterra e l'acqua del Gran Sasso. Atmosfera amichevole e gusto a volontà. E in estate capita di poter gustarsela anche all'aperto una sacrosanta fresca birra artigianale! 

La birra @Slow con l'orzo abruzzese. L'eccellenza si ferma a Loreto Aprutino!

fbLa prima è stata la Farrotta (una Ale chiara di farro) e da allora non abbiamo smesso più. Poi sono arrivate la Vanilla e la Noa (una strong Ale italiana), la torbata e la Pink Ipa. Ma sono solo alcuni esempi per anticipare un universo di profumi e sapori uniti ad una storia imprenditoriale di tutto rispetto, quella di Jurij Ferri e della sua Almond '22. Tra le ultime novità - a testimoniare un rapporto diretto con il territorio - quella dell'orzo utilizzato, prodotto dall'azienda Agricola Valentini di Loreto Aprutino (Pe). Da ricordare: le birre Almond ’22 sono prodotte artigianalmente e rifermentate in bottiglia con metodo champenoise, per preservare le qualità organolettiche non sono sottoposte a filtraggio e pastorizzazione e tutte le fasi di lavorazione sono eseguite manualmente.Non solo: le sue birre sono finite tra le 101 da provare prima di morire oltre a guadagnarsi da diversi anni le chiocciole @Slow. Non so quanto ti resta...ma se non le hai provate è il caso di iniziare a fare la spola Pescara-Loreto Aprutino.  

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Delirium
Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter di 2night per leggerne altri

ORA PUOI LEGGERE:

Aperitivo di Natale a Pescara: tutti al Mercato Muzii!

Ce n'è per tutti i gusti...anche per i più piccini

di alessandra farias