5 locali a tema a Pescara e dintorni

Posti che non si accontentano della solita proposta, del solito arredamento. Persone che fanno della propria passione un lavoro, materializzandolo in un locale che si distingue dagli altri. Fra idea vegetariana, locali in stile Happy Days e posti aperti fino all'alba da vent'anni, ecco la mia personale selezione dei locali a tema fra Pescara e dintorni. 

Il primo vegetariano non si scorda mai 

profumo di sole
Comincio dedicandoti l'Ode al Carciofo del poeta Pablo Neruda: “Il carciofo dal tenero cuore si vestì da guerriero, ispida edificò una piccola cupola, si mantenne all’asciutto sotto le sue squame, vicino al lui i vegetali impazziti si arricciarono, divennero viticci, infiorescenze commoventi rizomi”. E via dicendo. No, non sono impazzito: è che qui da Profumo di Sole, proprio di fianco al bancone, c'è la lavagna con queste rime e volevo che arrivassi preparato. Rime, come dire, protettrici, ispiratrici del posto che è il primo vegetable bar di Pescara e d'Abruzzo. Mi piace questo locale perchè è una proposta fresca, innovativa, leggera, piena di energia, vitale, dinamica e ricca di idee, proposte, progetti culturali differenti, tutto armoniosamente integrato. 

Se fai la siesta apri la notte 

siesta
Mi ricordo quando qui c'era l'iguana. Sì un iguana vero, vivo, in una gabbietta, che quando arrivavi in piena notte ti impallavi ad osservarlo prima di una Piadina Galeone (grandi tempi!) o di una qualsiasi altra proposta che qui non ha nulla da invidiare alla piadina romagnola. Il gestore de La Siesta è sempre lui e negli anni ha mantenuto calma e simpatia, cosa invidiabile. E merita il successo costante di questo locale a tema messicano tra sombreros, tappeti e mariachis che ti danno il benvenuto. Per darti il senso del tempo passato: in bacheca c'è la foto di una giovanissima Carmen Consoli che dopo il concerto di uno dei suoi primi tour venne qui per soddisfare il languorino notturno. Io c'ero! 

Come Happy Days

big family
Se a colazione servi pancake con uovo fritto, bacon e sciroppo d'acero, un indizio già c'è. Se poi è tutto a stelle e strisce, beh, capisci subito che il tema del Big Family è l'America, in particolare quella degli anni '50. I gestori mi hanno raccontato che l'idea è nata proprio dopo un viaggio a Boston, alla ricerca dei segreti dell'American Food. Se ti piacciono le stelle del cinema americano, quelle con le foto in bianco e nero, il juke box e i divanetti imbottiti questo è il posto per te. 

Born to be Riders Caffè

riders caffe
Mi piace, lamiere e legno, sembra un garage, ma ovviamente non lo è. Il Riders Caffè E' un locale a tema moto, per quelli con la barba ma non solo. E poi è un ristorante, con intrattenimento, musica e anche cabaret. Quando vieni qui respiri odore di motori e divani in pelle, ti immagini in sella ad una moto rombante e chi s'è visto s'è visto. E però se rimani mangi e bevi bene e ti vedi anche un bel concerto. 

Occhio agli accordi e statemi dietro

jonny
Ogni volta che entro qui penso a quella scena di Ritorno al Futuro dove Marty McFly imbraccia la chitarra e si scatena. “Dai amico facciamo qualche cosa che dà la carica” gli dice il musicista e lui risponde con, appunto, la celebre Johnny B Good di Chuck Berry, che però nel film non ha ancora scritto la canzone. Il Johnny Be Good's è così: pittogrammi di bandiere a scacchi, sgabelli in metallo, ventilatori, legno e ciuffo da rocker con giubbino in pelle, maglietta bianca e jeans. E se vuoi giocare a flipper freccette, come da buon locale che si ispira all'America degli Anni '50, ci sono anche quelli.  

(Foto di copertina dalla pagina Fb di Profumo di Sole)

Ti è piaciuto l’articolo? Iscriviti alla newsletter di 2night per leggerne altri


 

ORA PUOI LEGGERE:

Aperitivo di Natale a Pescara: tutti al Mercato Muzii!

Ce n'è per tutti i gusti...anche per i più piccini

di alessandra farias