Hangover: 6 consigli per smaltire l'eccesso di festa

In fatto di bere sono uno scaricatore di porto. Mi piace bere, soprattutto buon vino, cocktails degni di questo nome e rum di qualità, e reggo l'alcol come un uomo. Generalmente conosco i miei limiti, ma persino a me è capitato, vuoi per stanchezza, vuoi per un zeccata di aperitivo, vuoi per intrugli mescolati a bischera, senza accorgermene o volerlo, di essere fregata dalla ciucca. Ma il giorno dopo? Nel migliore dei casi, dopo una notte movimentata, rimane solo un gran mal di testa, fame chimica e stomaco in subbuglio. Vuoi sapere cosa mi rimette al mondo dopo una sbronza colossale? Eccoti servito:

Operazione depurazione: centrifuga o tisana?

bar san firenzeSe proprio di mangiare non ho voglia, ma ho bisogno di tirarmi su dopo la ciucca, bevo un succo di frutta fresca (magari non all'arancia, sai che acidità?). Forse non sai che Bar San Firenze è anche un juice bar che con il suo estrattore a bassa velocità può prepararti succhi che mantengono tutti i nutrienti, ma anche un tea bar che serve, oltre ai classici, un rigenerante tè freddo preparato insaporendo un concentrato di tè fatto in casa con frutta fresca e zucchero. I tuoi accompagnatori possono sempre approfittarne per provare i cocktails alla frutta fresca anche con spezie di Ottoman e fumarsi un narghilè. Ovviamente lontano dal tuo tavolo.

Caffè si, caffè no...

ditta artigianaleC'è chi dice che il caffè non fa bene alla ciucca, ma per me è imprescindibile, in ogni caso! Quando ho voglia di caffè o di un cappuccino fatti come si deve, Ditta Artigianale, caffetteria con poco più di un anno di vita in via De' Neri che ha già conquistato la città, è sempre una buona idea. Il proprietario, Francesco Sanapo, è campione italiano di caffetteria e cerca di diffondere la cultura del caffè, rivoluzionando il concetto di caffetteria italiano. E' anche uno dei pochi posti a Firenze in cui servono il Croque Monsieur, dal classico con cotto, formaggio e besciamella alle varianti, e Croque Madame, la versione con uovo al tegame, e le uova in diversi modi, dalle strapazzate a quelle al pomodoro. E quando sarai pronto ad abbandonare il pensiero "Non berrò mai più!" (e avverrà esattamente il giorno dopo!) passa a provare un cocktails con base gin del bar: è una delle loro tante specialità.

Carboidrati come se non ci fosse domani

mangia pizza firenzeI professionisti della ciucca hanno parere unanime su unica cosa: assorbire con i carboidrati. E io mai oserei contraddirli. Di pizza, ad esempio, ho sempre voglia. E da Mangia Pizza Firenze posso mangiare una classica, genuina ciabattina fiorentina, condita solo con ingredienti freschi e di qualità, come ad esempio l'olio di Dievole e il  pomodoro in vetro Casa di Caccia. Posso anche portarmela via: Mangia Pizza offre anche il servizio asporto. E se il dolce non mi stucca, oso pure con la ciabattina dolce, con mascarpone e Nutella. 

Mostri nella testa: brunch a letto

il panino tondoSe è sabato o domenica e proprio non ce la faccio ad alzarmi dal letto o dal divano, presa come sono a combattere con i mostri, ma ho una voragine al posto dello stomaco, ordino il brunch a domicilio di Il Panino Tondo, disponibile in 3 formati, da quello con pancakes e sciroppo d'acero, yogurt e cereali, bagel con salmone affumicato e crema di formaggio e succo d'arancia a quello completo anche di muffins, e i mostri chiedono permesso e vanno via.

Il rimedio made in Florence

i' trippaio di san fredianoLo so che stai pensando "E del lampredotto vogliamo parlarne?". Ogni volta che scrivo di qualcosa, re lampredotto incombe su di me. Ci arrivo, ci arrivo. Tutto sommato è ciccina o meglio interiora lesse servite nel panino inzuppato nel suo brodo, sale, pepe e salsa verde a scelta, per cui male non fa. Ne ho mangiato uno buonissimo con i carciofi da I' trippaio di San Frediano Da Simone La Buticche di' Llampredotto. Voglio provare quello con i porri la prossima volta: tanto la fiatella già ce l'ho il giorno dopo la ciucca.

Unn'è il bere, l'è il ribere

antico caffè del moro art bar caffè degli artistiI masochisti e i professionisti del mondo del bere con deformazione scientifica (forse anche gli alcolisti), sostengono che per far passare il mal di testa, sintomo di una sorta di crisi d'astinenza del corpo, bisogna ribere. Io non m'arrischierei. Perciò, se proprio hai una serata in vista con i tuoi amici per andare a bere, proponi l' Art Bar - Antico Caffè del Moro, che prepara un analcolico alla frutta davvero coreografico e sfizioso che ti illuderà di non rimpiangere il Margarita fragola e banana.

(Foto di copertina "Drin Sir?" di Ian Sane da Flickr. Creative Commons)
Se  questo articolo ti ha divertito, iscriviti alla newsletter di 2night per rimanere aggiornato sui locali e gli eventi della tua città

 

ORA PUOI LEGGERE:

7 book bar di Firenze da conoscere se leggi anche mentre mangi o fai aperitivo

Leggere è un lusso. Di chi ha tempo, energie e, diciamocela tutta, anche voglia di farlo. Personalmente subisco il fascino della carta stampata, ma non sempre ho molto tempo a disposizione da dedicar...

di maddalena de donato