Gita fuori porta nei dintorni di Roma: 16 posti da vedere tutto l’anno

Montagna, lago e suggestivi borghi medievali: la guida definitiva ai luoghi da visitare e dei posti dove andare a mangiare

In primavera e in autunno, per uscire dal caos di Roma e respirare un po’ di aria senza smog, in estate, per scappare dall’afa romana e in inverno, per andare sulla neve con gli amici o, più semplicemente, per rompere con quella routine di giornate uggiose e cupe. In tre parole: gita fuori porta. Uscire da Roma, quindi, non solo per una mangiata fuori porta ma anche per una bella gita tra laghi, collina, cittadelle medioevali da scoprire e tanta natura: eccoti 16 mete per una gita fuori porta nei dintorni di Roma. 

Abbazia di Farfa

Nel cuore della Sabina, c’è un paesino che devi assolutamente visitare per una piacevole gita fuori porta con la famiglia o con gli amici: si tratta di Farfa in Sabina, luogo, in provincia di Rieti, in cui sorge la famosa Abbazia di Farfa, un edificio mistico e affascinante, sorto ai piedi del monte Acuziano, in un punto immerso nel verde e nel silenzio, posto ideale per staccare la spina dopo una settimana di corse e stress e per curare un l’anima e lo spirito.
Dove mangiare - La Tenuta Resort Agricolo, immergiti nella bellezza naturale della valle del Farfa e goditi la cucina straordinaria di questo agriturismo immerso nel verde. Pasta fatta in casa, salumi, formaggi, carne alla griglia e tanti prodotti home-made da gustare.
La Tenuta Resort Agricolo, Loc. Valle frazione Collelungo Casaprota, Casaprota (RI) – Tel: 0765872442

Visita alla città che muore

gita fuori porta vicino roma civita di bagnoregioÈ il set di un’importante azienda produttrice di marmellate, ma è anche uno dei posti più suggestivi da visitare nel Lazio: sto parlando di Civita di Bagnoregio, anche detta la città che muore, poiché sorge su uno sperone di roccia tufacea. Questo magico paesino, raggiungibile percorrendo un lungo ponte pedonale, è perfetto per una gita fuori porta nel Lazio, soprattutto in primavera e in autunno, quando non fa troppo caldo (perché percorrere il ponte sotto al sole cocente non è l’ideale), né troppo freddo. Per respirare un’aria familiare, rimanere ad osservare i balconcini in fiore e i vicoli pittoreschi della cittadina in provincia di Viterbo. Ideale anche per festeggiare un anniversario con il proprio partner.
Dove mangiare - Alma Civita: Non è la solita trattoria di campagna, questo è un ristorantino tutto da scoprire specializzato in carne, funghi e formaggi locali il tutto presentato in eleganti piatti gourmet, per un pranzo speciale in famiglia o con gli amici.
Alma Civita, Via Civita snc, Civita di Bagnoregio (VT) – Tel: 0761 792415

Un presepe sul mare

gita fuori porta vicino roma sperlongaVuoi unire il mare ad una visita caratteristica vicino Roma? Io ti consiglio di fare un salto a Sperlonga=13px, località, in provincia di Latina, conosciuta per il suo bellissimo mare, ma anche per il suo caratteristico paesino, sviluppato in pendenza, ricco di vicoli suggestivi, di negozietti e di bar e ristoranti per una piacevole gita fuori porta anche con i bambini. Per andarci non devi aspettare necessariamente luglio o agosto: anche in primavera, un pic nic in spiaggia e una passeggiata (con un po’ di shopping locale) a Sperlonga=13px sono perfetti per staccare dalla routine cittadina.
Dove mangiare - Trattoria Gli Archi Nel cuore del paese una trattoria di pesce vecchio stile con piatti semplici e tradizionali, come gli spaghettoni Vercigni, pane secco e alici. Ottimo e freschissimo il pescato del giorno a prezzi più che accettabili.
Trattoria Gli Archi, Via Ottaviano 17 Sperlonga (LT) – Tel: 0771548300

Un misterioso borgo medievale

A nord del Lazio, in provincia di Viterbo, sorge Acquapendente, uno dei borghi medievali più belli del Lazio, un piccolo centro ricco di storia e di leggende, nota per la Cattedrale del Santo Sepolcro, chiamata così per la pietra sporca di sangue proveniente dal Santo Sepolcro di Gerusalemme che è custodita al suo interno. Se vuoi passare una giornata all’insegna dello svago, ma anche dell’arte e della storia, Acquapendente è la località ideale per la vostra gita vicino Roma.
Dove mangiare - Agriturismo Le Roghete. Un agriturismo immerso nel paradiso della Tuscia per un pranzo sotto l’insegna del biologico e del km 0. Taglieri di salumi di cinta senese e di cinghiale, pecorino della casa, miele, marmellate, zuppe di legumi e funghi freschi.
Le Roghete, Via di Villa Rogheta 137, Acquapendente (VT) – Tel: 3405330260

Non solo porchetta

gita fuori porta vicino roma aricciaI più la conoscono per le sue fraschette e per la porchetta che, si sa, è una delle più rinomate del Lazio, ma Ariccia è anche un bellissimo borgo da visitare con tutta la famiglia. Se non vuoi allontanarti troppo da Roma, ma desideri comunque staccare la spina per qualche ora, Ariccia è una cittadina da tenere in considerazione.
Dove mangiare - Mastro Titta. Non pensare alla solita fraschetta rozza e di scarsa qualità che ultimamente abbonda come genere ad Ariccia. Qui si mangia la tradizione di Roma e dei Castelli con la T maiuscola. Coda alla vaccinara, fagioli con le cotiche, amatriciana ottima, e ovviamente non può mancare un vassoio di porchetta bollente.
Osteria Mastro Titta, Via Borgo S. Rocco, 27 Ariccia (RM) – Tel: 0669326648

Gita al lago

Vuoi trascorrere una giornata al lago, facendo una piacevole passeggiata anche con i bambini? In questo caso ti consiglio il lago di Bolsena. Quinto lago in Italia per le due dimensioni, il lago di Bolsena sorge al confine tra Lazio, Umbria e Toscana ai piedi dei monti Volsini. Questo lago è circondato da tanti paesini, tutti da visitare, da Bolsena – che ha dato il nome al lago – a Marta, da Montefiascone a Valentano. Se, poi, vuoi immergerti nel fascino del medioevo ti consiglio di visitare le Grotte di Castro.
Dove mangiare - Da Giggetto. Cerchi proprio quella trattoria romantica in riva al lago con tanto ottimo pesce fresco? Prova ad andare sotto Gradoli Da Giggetto. Atmosfera unica, una vista mozzafiato sul lago e tante specialità a base di pesce locale: primi piatti, fritture ed un pesce persico imperdibile. Ideale per concludere una gita romantica.
Trattoria Da Giggetto, Loc. Montesenano, Gradoli (VT) – Tel: 0761456138

Calcata e cascate di Monte Gelato

gita fuori porta vicino roma cascate di monte gelatoPer una gita fuori porta indimenticabile con i bambini, vai a visitare il borgo medievale di Calcata (in provincia di Viterbo), per mangiare un piatto buono in una cornice mozzafiato, ma prima fai un’escursione alle Cascate di Monte Gelato, tra alberi, cascate, percorsi di ciottoli che attraversano piccoli torrenti e un continuo cinguettio a fare da colonna sonora.
Dove mangiare - La Piazzetta. Gianluca, il proprietario, è di una simpatia tale che meriterebbe il viaggio solo per passare qualche ora in sua compagnia. La sua cucina, poi, è quanto di più genuino ci possa essere. Tutta la tradizione della Tuscia e del Lazio nel suo menù: amatriciana da urlo, carbonara da sogno e poi funghi, maiale alla brace, abbacchio.
Trattoria La Piazzetta, Calcata Vecchia snc (VT) – Tel: 0761588078

Centro storico sul mare

Il mare di Nettuno non è uno dei più belli del Lazio, ma il centro storico sì e vale la pena visitarlo, con o senza una giornata di mare. Piccolo, ma non troppo, ben tenuto e ricco di storia, il centro storico di Nettuno comprende chiese, palazzi e monumenti all’interno di cinte murarie interrotte da torri cilindriche del 1300. Qui puoi vedere il palazzo Baronale, un tempo residenza dei Colonna, la chiesa medievale di San Giovanni Battista, il palazzo Doria-Pamphilj e visitare il porto turistico (bello da vedere soprattutto di sera, con tutte le luci accese).
Dove mangiare - Cacciatori. La specialità della casa è, ovviamente, il pesce freschissimo che arriva ogni giorno direttamente dal porto. Un occhio di riguardo qui agli antipasti di mare, caldi e freddi, crudi e cotti, un vero trionfo del gusto. Quando è stagione, però, non disdegnate i funghi porcini che arrivano direttamente dal vicino Bosco dell'Acciarella.
Ristorante Cacciatori, Via G. Matteotti, 27 Nettuno (RM) – Tel: 069880330

Panorama da togliere il fiato

gita fuori porta vicino roma normaAnche definita tribuna d’onore dei Monti Lepini, Norma è uno dei centri medievali più belli del Lazio. Situata in provincia di Latina, questa cittadina è nota per i Museo Archeologico Virtuale e per le Rovine di Norba. Suggestivo e imperdibile il panorama che affaccia sulla pianura pontina e sulle isole di Ponza.
Dove mangiare - La Piccola Fontana. Un ristorante che varrebbe la pena visitare solo per la sua magnifica terrazza sulla vallata pontina da dove si domina un panorama spettacolare. Ma poi si va al sodo: pasta fatta in casa, ravioli, carne alla brace e dolci magnifici. Buon pranzo e buona domenica!
Ristorante La Piccola Fontana, Via del Corso, 2 Norma (LT) – Tel: 0773353921

La visita al Castello

Meta di gite scolastiche, ma ideale anche per una gita fuori porta con i bambini, Sermoneta è nota soprattutto per il suo castello Caetani, che risale al XI secolo. Tante anche le chiese da visitare e bellissimo anche un semplice giro nel centro storico della cittadina in provincia di Latina.
Dove mangiare - Il Giardino del Simposio. Il regno del mitico Fabio Stivali e del suo unico ed inimitabile trombolotto, l’agrume speciale che rende ogni piatto di pasta un nettare degli dèi. Non si può venire in gita a Sermoneta e non assaggiare questa delizia tutta locale ormai famosa in tutta Europa.
Il Giardino del Simposio, Via della Conduttura, 2 Sermoneta (LT) – Tel: 3392846905

Per un panorama mozzafiato

gita in montagna vicino roma monte livataA un'oretta da Roma si trova Subiaco, un piccolo centro sull'Aniene, famoso per i suoi vicoli stretti, per i monasteri benedettini, per la natura e per gli sport d'acqua (canoa e rafting in particolare). Ti consiglio di fare una scappata a Monte Livata, la montagna della Capitale, dove mangiare i tipici piatti di montagna e passeggiare fino ad arrivare a "le vedute": la punta della montagna dalla quale ammirare un panorama mozzafiato.
Dove mangiare - Il Capriolo. La montagna, si sa, mette appetito. Ecco allora il posto giusto per un pranzo sano e soprattutto ricco. Primi con pasta fatta in casa, gnocchi al sugo di castrato, funghi porcini dei boschi intorno, e tanta, tanta ciccia alla brace per completare l’opera.
Il Capriolo, Loc. Campo dell’Osso, Livata, Subiaco (RM) – Tel: 0774826074

Per la veduta della Valle del Sacco

All'estrema propaggine dei monti Ernici (al confine tra Roma e Frosinone), ti suggerisco un'escursione sul Monte Scalambra. C'è l'eremo benedettino di San Michele e poi la cosiddetta "Croce del Popolo" a 1,450 metri: da lì perditi nella veduta magnifica della valle del Sacco da un lato e della valle dell'Aniene dall'altro.
Dove mangiare - Le Du Casette. Lasciamo un attimo da parte la cucina casareccia di montagna, teniamoci la tradizione della Ciociaria e condiamola con un filo di inventiva e di gourmet. Ecco allora che questo ristorante ti sorprenderà per le proposte del menù e per il conto, decisamente basso vista l’offerta. Non perderti le fettuccine alla grappa.
Ristorante Le Du Casette, Via E. Berlinguer, Serrone (FR) – Tel: 0775523572

Per una passeggiata suggestiva

gita in montagna vicino roma monte soratteSe ami l'avventura, ma anche il silenzio e le passeggiate solitarie, la tua gita in montagna vicino Roma potrebbe essere al Monte Soratte. Tra le colline della Tuscia romana, questo è un luogo molto suggestivo, ma ancora troppo poco conosciuto, dove ammirare ricche flora e fauna e delle affascinanti voragini carsiche nella roccia, che, secondo alcune leggende, sarebbero le porte degli Inferi.
Dove mangiare - Al Campanile. Appassionati di carne alla brace, ecco il posto giusto per noi. Questo bel ristorante ai piedi del Monte Soratte saprà soddisfare ogni nostra richiesta: lombate, fiorentine, maiale, agnello e molto altro. Ottimo, poi, il vino della casa.
Ristorante Al Campanile, Via F. Leoni, 8/B San’Oreste, (RM) – Tel: 0761579950

Per staccare la spina

Circa 30 km da Roma per vedere un paesaggio che ricorda il Medioevo. Dove? Nel parco dei Monti Lucretili, ai piedi di Monte Gennaro. Perditi nella natura e nella tranquillità dei percorsi organizzati, dimentica il traffico, la macchina, il lavoro, spegni la spina. Per te c'è solo tanto relax per la mente, per il fisico e, soprattutto, per gli occhi.
Dove mangiare - La Locanda Sabina. Dopo una lunga escursione ci vuole un’uguale lunga sosta a tavola. Scesi a valle nel paese di Palombara ecco questo ristopub dove birra e burgers sono i protagonisti. Da provare l’ottimo burger con carne di pecora locale.
La Locanda Sabina, Via Garibaldi, 78/A Palombara Sabina (RM) – Tel: 077466153

Per trovare la tranquillità

gita in montagna vicino roma monti prenestiniI monti Prenestini sono vicinissimi alla città, ma ti sembrerà di entrare in un mondo a parte, in un paradiso della pace. Acquedotti romani, antichi ruderi, fino ad arrivare al caratteristico paesino di S. Gregorio di Sassola.
Dove mangiare - Da Peppe. In cima al Monte Guadagnolo una trattoria-rifugio che saprà darti un bel po’ di felicità. Pasta fatta in casa (ottime le fettuccine) e carne di pecora alla brace cotta alla perfezione.
Ristorante Da Peppe, Piazza D. Alighieri, Monte Guadagnolo (RM) – Tel: 0695471875

Per una passeggiata rigenerante

Da Carpineto inizia la tua passeggiata per la via Francigena del Sud ed addentrati nei Monti Lepini. Strade sterrate, natura e storia si mischiano in questo paesaggio suggestivo e rigenerante. Buona gita!
Dove mangiare - Il Faggio. Da provare tutta la pasta, ottima, fatta in casa, ma soprattutto la pizza, cotta a legna e davvero leggera e fragrante. Una trattoria – pizzeria ideale per una domenica in famiglia.
Il Faggio, Via Rerum Novarum, 26 Carpineto Romano (RM) – Tel: 069717060

Se la tua gita fuori porta vuoi farla al mare ecco i luoghi da non perdere sul litorale laziale.

Foto di copertina by Francesca Demirgian
Clicca qui per iscriverti alla newsletter 

ORA PUOI LEGGERE:

7 parchi per 7 picnic a Roma

Primavera, bel tempo, giornate intere in famiglia o con gli amici. Se la pioggia ci ha bruciato il 25 aprile, non riuscirà a rovinarci tutti i weekend primaverili. E allora, muniamoci di tuta, scarpe...

di francesca demirgian