5 cose che ti mancano sicuramente se sei un salentino fuori sede

Sai perchè le valigie dei salentini che vivono al Nord sono sempre pesantissime? Non sono i piumini, e nemmeno le coperte per i letti matrimoniali. Non i doposcii e no, ti assicuro che non sono i regali per i coinquilini. Ogni volta che uno studente o un lavoratore fuori sede rientra nella sua fredda dimora in qualunque città d'Italia al di sopra di Roma, i tre quarti dei suoi bagagli sono rimpinzati di cibo.

Hai capito bene, e se sei anche tu un salentino espatriato o hai qualche amico che vive fuori regione lo saprai meglio di me che è assolutamente vero. Perchè se c'è qualcosa che ci manca del nostro Salento sono gli affetti, i colori, i paesaggi, i profumi, la buona cucina. Siccome tutto il resto nella valigia ce lo possiamo portare appresso soltanto sotto forma di scatti fotografici sullo smartphone, almeno lasciate che durante il viaggio le specialità tipiche della gastronomia leccese ci facciano compagnia, per rendere meno amara, ogni volta, quella tanto odiata partenza. Ecco allora i 5 piatti che ai salentini fuori sede mancano di più:

La pasta fatta in casa

redattori licheri sagne ncannulate
Sagne ncannulate sante subito (ovviamente con una buona dose di ricotta scante che non può mancare, se no come le cucini?!). Non disdegniamo nemmeno le orecchiette, i minchiareddhi e tutte le declinazioni della pasta fatta in casa made in Salento. Tutti i carboidrati che nonne e parenti ci offrono sono la prima cosa che incastriamo ben bene nel borsone del viaggio.

Il caffè

redattori licheri caffè in ghiaccio avio bar
Per il post pranzo ci vuole, e poi non accettiamo un caffè qualunque, perchè quelli commerciali li troviamo anche nei bar del Nord. No, l'unico caffè che possiamo esportare dalla nostra città è il Quarta, il vero caffè leccese.

Il pasticciotto

pasticciotto
E dici che col caffè non mangiamo pure il dolce? Pasticciotti a volontà, dunque. Tradizionali, al cioccolato, all'amarena, al pistacchio, integrali. Non ci interessa come sono farciti, l'importante è che siano rigorosamente presi da qualche bar o pasticceria di fiducia, e di questi dobbiamo fare davvero rifornimento perchè quando meno ce l'aspettiamo gli altri abitanti della casa li fanno fuori in un boccone!

Le frise

frisa
E se dobbiamo andare a lezione tutto il giorno o lavoriamo full time con meno di un'ora di pausa come facciamo a cucinare? Non possiamo mica spendere tutti i soldi per le solite mezze pizze in un take away... È allora che arrivano loro, che ti salvano anche quando pensi non ci sia più nulla da fare: le frise!

Il pane

redattori licheri pane by fotolia
Sembra una cavolata, ma il pane di grano duro pugliese, che tagliamo a fette e ci dura una vita senza ammuffire, lì al nord mica lo troviamo. Quindi anche questo, quando facciamo la traversata della penisola, non può mancare in saccocia!

E a te cosa manca di più quando sei fuori Lecce?


Foto copertina di Maria su Flickr CC


Vuoi leggere altri articoli come questo o conoscere le proposte del Salento? Iscriviti alla newsletter.