9 locali da scoprire a San Niccolò

San Niccolò è un paesino. E' una delle zone che amo di più in assoluto di Firenze ed anche una delle più antiche della città, rimasta com'è quasi del tutto intatta nel tempo. A San Niccolò, infatti, respiri l'atmosfera tipica del piccolo borgo, incastonato tra vecchie mura ed affollato da piccole botteghe, enoteche e laboratori d'artisti, ma, allo stesso tempo, sei a pochi passi dal centro, da Santa Croce e da Ponte Vecchio, e dalla terrazza mozzafiato di Piazzale Michelangelo. Personalmente amo fermarmi in questo quartiere per un bicchiere di vino o per una cenetta tra pochi intimi. Voglio allora accompagnarti per le strade del quartiere, raccontandotelo anche attraverso le sue enoteche, i suoi ristoranti ed i suoi locali. Sei pronto a scoprire 9 locali di S. Niccolò?

Gelato in tutte le stagioni

vivaldi firenzeIn via dei Renai, zona ponte Vecchio, per un gelato artigianale fatto come si deve: ecco la gelateria Vivaldi. Niente semilavorati o preconfezionati, qui il gelato è cosa seria e viene fatto con ingredienti di prima scelta e frutta di stagione. Il locale è anche caffetteria, cioccolateria e pasticceria: molte le scelte per i vegani, tra dessert e gelati. Aperto anche a pranzo. 

Il circolo culturale che ospita eventi

the speakeasy 23 firenze https://www.facebook.com/speakeasyfirenze/photos/a.1443880932553298.1073741830.1433344570273601/1443883672553024/?type=3&theaterIl piccolo tour alla scoperta del quartiere di San Niccolò comincia, dopo aver parcheggiato nel parcheggio di piazza Poggi, da The Speakeasy 23, uno spazio culturale dove puoi bere un vino o una birra artigianale italiani selezionati, magari nel bel mezzo di eventi, sempre diversi, che spaziano da concertini e mostre d'arte, fino a presentazioni di prodotti da parte delle varie aziende con cui il locale collabora. Di giorno puoi fermarti per un caffè o per mangiare un panino, mentre dalle 18:30 puoi passare per un aperitivo classico al bancone o a base di un tagliere di salumi artigianali e formaggi o vegetariani/vegani.

Il ristorante per una cena slow&jazz

hostaria del bricco firenzePer cena, pochi metri più avanti, ti consiglio l'Hostaria del Bricco, ristorante storico di San Niccolò dove puoi trascorrere una serata rilassante mangiando piatti tradizionali della cucina fiorentina, alcuni dei quali anche in disuso presso la maggior parte dei ristoranti, preparati con ingredienti freschi e a filiera corta, tra le opere d'arte di diversi artisti fiorentini. Adoro i crostini fai da te, con pezzettini di pane caldo da condire con le salse servite al tavolo (quella di cipolle è mondiale!), ma anche le zuppe, il peposo, la tartare e la crostata di nocciole e cioccolato fatta in casa. La serata che preferisco è il giovedì, "Food&Jazz", quando la cena si svolge con il sottofondo di un concerto jazz sempre diverso.

Il ristorante a tutto pesce

filipepe firenze http://www.filipepe.com/gallery/Se la tua cena è un tête-à-tête, proseguendo nella passeggiata per il quartiere di San Niccolò, incontri il ristorante di pesce Filipepe, da qualche tempo gestito da uno staff nuovo di zecca. L'ambiente è raffinato ed intimo, caratterizzato dalla cura dei dettagli e del servizio. La cucina propone i classici e semplici piatti di pesce della tradizione mediterranea ed italiana, merito della freschezza della materia prima e dell'esperienza dello chef caprese Angelo Martinazzo, maturata in Costiera Amalfitana, dove il pesce è il protagonista della tavola. Tra le specialità ti consiglio gli Spaghetti allo scoglio, i Ravioli ripieni di orata, la Frittura di paranza, il Gran crudo di pesce. 

L'osteria storica con la cripta

antica mescita san niccolò firenze https://www.facebook.com/178634992237341/photos/pb.178634992237341.-2207520000.1455715871./207710865996420/?type=3&theaterSe invece hai voglia di un'osteria più informale, vai all'Osteria Antica Mescita per un bicchiere di vino ed un piatto di affettati e formaggi oppure per mangiare i genuini piatti della tradizione fiorentina, come la Crema di ceci, farro e funghi porcini o il Coniglio 'briaco di Vernaccia. Devi sapere che quest'antica osteria di San Niccolò era una stazione di dazio per il vino Chianti nella barriera di San Niccolò e solo all'inizio dell''800 fu trasformato in vendita di alimentari con mescita vini. Oggi puoi ammirare anche la cripta romanica dell'anno 1000 della Chiesa di San Niccolò al piano inferiore.

L'American bar evergreen

il rifrullo firenze https://www.facebook.com/ilrifrullofirenze/photos/pb.742336722459594.-2207520000.1455717440./1285291884830739/?type=3&theaterSe hai voglia di un po' di movida, per un aperitivo o un drink dopo cena è tappa obbligata Il Rifrullo, uno dei locali storici di Firenze, dove tutti siamo passati almeno una volta e ancora punto di ritrovo per molti fiorentini, soprattutto per l'aperitivo, momento clou della giornata. La cosa che apprezzo di più di questo locale è l'instancabilità dello staff: in questo locale di San Niccolò non mancano mai party a tema settimanali ed in occasione di ricorrenze particolari. Celebre anche il brunch della domenica, uno dei primi a Firenze.

La moderna gastronomia

zeb firenze https://www.facebook.com/154640619189/photos/pb.154640619189.-2207520000.1455727959./10151428184384190/?type=3&theaterDi fronte a Il Rifrullo si trova un altro localino dove a me piace molto pranzare nel weekend, Zeb, zuppa e bolliti, una gastronomia a conduzione familiare dove mangi seduto sugli sgabelli di fronte alle vetrate che danno sulla strada o al bancone centrale da cui puoi sbirciare tutte le prelibatezze gastronomiche esposte. Da mangiare i piatti del giorno illustrati dai proprietari, come mozzarella di bufala con tartufo fresco o una buona selezione di salumi e formaggi, primi piatti di pasta fresca fatta a mano ripiena e non in diverse varianti e condimenti e ovviamente zuppe e bolliti della tradizione, accompagnati da altrettanto ottimi vini a bicchiere. Ti consiglio di andare presto sia a pranzo che a cena per evitare l'attesa, perchè il locale è piccolino e i posti a sedere non sono tantissimi.

L'enoteca al di là della porta

fuori porta firenze http://www.fuoriporta.it/foto_enoteca.aspOltre la porta di San Niccolò, salendo dritto per la strada che conduce al piazzale Michelangelo, c'è un altro tra i miei locali del cuore, il Fuori Porta, enoteca che devi conoscere se sei un amante del vino. Vengo qui in genere con pochi intimi o con la mia metà per bere un bicchiere di vino e mangiare un crostone, scegliendo tra una vasta scelta di abbinamenti ed il formaggio preferito, o una tartare accompagnata da squisite patate al forno. In effetti, quest'enoteca di San Niccolò è nata come mescita di vini a bicchiere, diventando solo successivamente anche un punto ristorazione, per cui qui vieni fondamentalmente per bere bene.

Il ristorante per i gruppi

la beppa fioraia firenzeProseguendo oltre il Fuori Porta, svoltando a destra, circondata dal verde, si trova La Beppa Fioraia, ristorante particolarmente adatto ai gruppi, complici i grandi taglieri con vari assaggi, ideali per essere condivisi, e i vari menù fissi, a prezzi piuttosto contenuti. Piccola curiosità: questo colorito ristorante di San Niccolò porta il nome di una fioraia amata da molti, moglie di un giardiniere di Boboli e, per questo, con libero accesso a Palazzo Pitti, la quale regalava fiori agli impiegati a S. Frediano.

(Foto di copertina di The SpeakEasy23 - di Emilio Porcaro
Ti è piaciuta questa passeggiata alla scoperta di questo quartiere di Firenze? Iscriviti alla newsletter di 2night per essere sempre aggiornato sui locali della tua città adatti per ogni occasione

ORA PUOI LEGGERE:

Capodanno 2017 a Firenze: ecco i cenoni da non perdere

Cenone di Capodanno a base di pesce o carne? Come più lo preferite, basta che non manchino le lenticchie che, credenza popolare vuole, portino soldi! Di questi tempi...Se non passate il veglione a ca...

di teresa de micheli