Bandiera verde, le 5 località del Salento premiate nel 2016

Quando diciamo che le nostre spiagge il mondo ce le invidia, non è un modo di dire. Sono sempre di più i riconoscimenti che le località salentine ricevono su vari fronti e quest'anno, non a caso, alla provincia di Lecce è spettato il primato della città con il maggior numero di bandiere verdi. È stato consultato un campione di pediatri che, sul tutto il territorio nazionale, attraverso una complessa tabella comprendente diversi fattori, ha stabilito quali sono le spiagge "a prova di bambino". Vediamo allora quali sono queste 5 marine salentine dove potremo andare quest'estate con i nostri figli, nipoti e cuginetti...

Gallipoli

melendugno, foto fa flickr
Uno dei criteri utilizzati dai pediatri per stilare la classifica è stata la presenza di litorali sabbiosi, visto che la sabbia è decisamente da preferire agli scogli, prima per motivi di sicurezza e poi per la possibilità di far giocare i più piccini. Gallipoli, ad esempio, di sabbia ne ha a volontà.

Porto Cesareo

porto cesareo, foto da flickr
Un altro particolare è la profondità del mare, o meglio, la rapidità con cui si può arrivare all'acqua alta. In questo Porto Cesareo è imbattibile: se c'è bassa marea, potresti percorrere chilometri prima che il livello dell'acqua superi il metro di altezza.

Pescoluse

pescoluse, foto da flickr
Scendendo verso Leuca c'è un'altra località che è stata scelta da questo team di esperti e che non a caso viene soprannomianta "le Maldive del Salento": spiaggia bianca e sottile, mare limpido, paessaggi mozzafiato. Stiamo parlando di Pescoluse... Ci sei mai stato?

Otranto

otranto, foto da flickr
A quanto pare non è straordinaria solo per la bellezza dell'alba e per la particolarità del centro storico, in cui ogni muro delle case e ogni singola pietra del pavimento raccontano un passato ricco di storia, arte e cultura. Otranto è anche una delle 5 fortunate in questa lista salentina tra le 15 località pugliesi.

Melendugno

malendugno, foto da flickr
Pulizia delle spiagge e presenza di bagnini efficienti sono altri due elementi considerati dai "giudici" per l'assegnazione delle loro bandiere. San Foca, Roca, Torre dell'Orso, Torre Sant'Andrea: le marine melendugnesi sono tante e una più particolare dell'altra. Dovendo restringere il campo alle zone sabbiose, restano in ballo San Foca e Torre dell'Orso, che infatti d'estate sono letteralmente invase dai bagnanti e soprattutto da famiglie.

Foto di copertina di aprillars50 su Flickr
Vuoi leggere altri articoli come questo o conoscere le proposte del Salento? Iscriviti alla newsletter.