Trekking, 5 percorsi da fare in Lombardia

La definizione del dizionario non lascia scampo: trekking significa escursione turistica che si compie a piedi su percorsi poco agevoli, perlopiù di montagna. Quindi, scegli gli scarpini adatti perché c’è da camminare e da faticare. Scopriamo 5 percorsi di trekking in Lombardia che vale la pena affrontare. Almeno tre sono piuttosto easy, da fare non per forza d’estate e accessibili praticamente a tutti. Quello dell’Alto Lario, invece, è un po’ più impegnativo, adatto a chi ha un minimo di allenamento. Allora, scelto le scarpe? Dai che andiamo!

5. Monte Cornizzolo 

monte cornizzolo lombardia trekkingPrealpi Luganesi, il Cornizzolo è alto mille e 241 metri. Non si deve arrivare in cima correndo, stai tranquillo. E’ tra la provincia di Como e quella di Lecco. Il percorso è perfetto per gli esordienti perché la salita si affronta su una strada asfaltata, quindi senza preoccuparsi troppo del fondo del terreno. Dal Lago del Segrino seguire le indicazioni per il Monte Cornizzolo, quindi il sentiero fino all’agriturismo l’Alpe Carella. Si lascia giù l’auto e via, a piedi. In meno di due ore si arriva in cima, passando dal rifugio Marisa Consiglieri. Per trovare meno traffico di escursionisti, meglio fare una salitina a ottobre. Il sentiero è lungo circa 5 chilometri. 

4. Monte Generoso

monte generoso percorso trekkingAl confine con al Svizzera, sulle Prealpi Luganesi c’è il Monte Generoso. La vetta è condivisa con il Comune italiano di San Fedele Intelvi e quello svizzero di Rovio. Si parte da San Fedele d’Intelvi, località Alpe di Orimento per la precisone, per arrivare fino in cima con un dislivello di 750 metri e circa un paio d’ore di cammino per 6 chilometri. Sul percorso c’è un’area picnic molto ben attrezzata, non è inusuale incrociare cavalli che girano liberi per i prati. Percorso non faticoso e adatto anche a chi non è ancora espertissimo. 

3. Lago Palù

lago palù lombardia trekkingIn Valmanenco, il Lago Palù si trova a 1921 metri, e si raggiunge con una godibilissima passeggiata. Si parte da Chiesa Valmalenco (SO), in auto si arriva a San Giuseppe. Un’indicazione “Lago Palù”, conduce ad un posteggio. Da qui, con gli impianti di risalita si arriva all’alpe Motta, fino poi al lago. L’itinerario migliore è quello botanico, un facile sentiero in mezzo ai boschi di conifere. Il percorso è lungo 3,8 chilometri.

2. Cascata del Cenghen

cascata del cenghen lombardia trekkingQuesto percorso è adatto a tutti, pargoli compresi. Si arriva a Linzanico, frazione di Abbadia Lariana, dove si può lasciare la macchina. Da qui inizia il comodo sentiero, lungo una mulattiera. Seguendo le indicazioni del percorso tra ulivi e il piccolo borgo di Calech, si arriva finalmente alla Grigna Meridionale con la sua elegante Cresta Segantini. Si imbocca un sentiero a sinistra, dopo il monastero, e si comincia a intravedere qualche indicazione per la cascata. Basta seguirli e, tac, si arriva. Mica ti vorrai tuffare eh!

1. Via dell’Alto Lario

rifugio menaggio lombardia trekkingTrekking più impegnativo rispetto agli altri percorsi. Ce ne sono a fare almeno quattro. Vediamo quello che parte da Breglia (Co) fino al rifugio Menaggio. L’inizio del percorso è proprio nel centro di Breglia, si segue poi la “via ai monti di Breglia”, la strada asfaltata finisce a 1090  metri, poi occorre seguire l’indicazione per il “sentiero Basso”, un giretto in mezzo alla vegetazione e si giunge al rifugio Menaggio. La vista sul Lario nel tragitto vale certamente la fatica del viaggio. 

Foto di copertina Rifugio Menaggio di Luca Casartelli da Flickr CC

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night



 

  • Ora / Giorni:
  • Questo evento è passato
ORA PUOI LEGGERE:

Week end al lago: 5 più belli da visitare in Lombardia

Adesso è la stagione perfetta. Fare un giro al lago in autunno regala delle prospettive uniche perché d’estate fa troppo caldo e d’inverno la maggior parte degli alberi ha perso già tutte le fo...

di fabrizio arnhold