Porto Fish & Chips. Pesce a portata di tasca in zona Prati

Il quartiere Prati è centro nevralgico della ristorazione romana, per chi si trovasse in zona e volesse una cena easy a base di solo pesce c’è Porto Fish & Chips a soddisfare i palati; nel caso di pause pranzo – invece – un ricchissimo buffet a prezzo fisso (9 euro più acqua) vi aspetta con tante proposte, dolci compresi. Il locale è sviluppato in un seminterrato (per i social addicted segnalo la presenza del wifi) è deliziosamente arredato a ricordare le classiche taverne marsigliesi, l’arredamento è in perfetto stile vintage, con pezzi unici e originali che vale la pena guardarsi mentre si attendono le portate; il caos degli avventori (molto frequentato in ogni sera della settimana) e la convivialità del personale fanno sentire come se si stesse davvero mangiando sul porto di Marsiglia, pronti a udire in lontananza la sirena di un mercantile, uscire e trovasi nell’atmosfera fumosa di un porto in tarda sera.
porto fish e chipsAlla pareti pallet dipinti a far da boiserie, affascinanti soffitti a volta in mattoncini, tavoli in legno colorati e stupende lampade a soffitto e a parete per un’illuminazione del tutto che non viene certo lasciata al caso. Il menù e compatto e scritto direttamente sulle tovagliette di carta (per un’apparecchiatura easy perfettamente in linea con l’ambientazione). Il pesce è fresco e proviene dal litorale romano, si parte dai cartocci di fritti: fish e chips, calamari, gamberi, latterini e le tartare fresche come quella di salmone e avocado servita con una salsa di avocado che un po’ eccede in limone, coprendo il gusto pastoso e delicato dell’avocado ma nel complesso di fa mangiare e apre lo stomaco al resto della cena.
porto fish e chipsChi volesse provare qualcosa di fast può scegliere tra i wrap (rotoloni di pane arabo farciti con verdura fresca e pesce) oppure le insalatone (Norvegese a base di salmone, robiola e rucola; Marinara con polpo, gamberetti e germogli di soia oppure la Savoia con tonno, pesce spada affumicato e verdure). Se invece volete gustare un primo, la scelta è tra quattro proposte basic ma decisamente succulenti come i tonnarelli cacio e pepe arricchiti di gamberoni marinati al lime, o la carbonara di pesce (con dadolata di tonno,spada, salmone e gamberetti) riccha e abbondante.
porto fish e chipsI secondi sono tutti serviti con contorno incluso, un mix che rende ogni ordine un piatto unico e nel contempo soddisfacente. Una chicca da non perdere è sicuramente lo Yellow Tuna, tonno pinna giallo con cottura impeccabile presentato con una croccante crosta di sesamo accompagnato da una salsa all’aceto balsamico e un tortino soffice e saporito di patate e parmigiano. Davvero da provare! In alternativa il menù prevede tagliate di spigola, millefoglie di orata e salmone e poi carpacci di polpo e patate, sfiziosi spiedoni di salmone, calamaro e gambero cotti alla griglia e altri piatti tra cui, sicuramente, troverete di che scegliere.
porto fish e chipsInfine, nel caso aveste ancora uno spazietto libero (e vi consiglio di trovarlo) ci sono i dolci, tra i vari cheesecake (cioccolato o frutti rossi) tiramisu (classico o al pistacchio) zuppa inglese e crumble croccante di mele vi consiglio proprio quest’ultimo, una rivisitazione sfiziosa e azzeccatissima del classico crumble, con dadolata di mele cotte ma fredde, spumosa crema e sbriciolata, fatto in casa così come le altre proposte e così come gli altri, servito in bicchiere.

Dove: Via Crescenzio, 56 - Roma
Tel: 0645505797
Orari: tutti i giorni 12:30 – 15:00 19:00 – 00:00
www.ristoranteporto.com
 

Porto Fish & Chips

Via Crescenzio 56, Roma (RM)

Porto Fish & Chips è una taverna di pesce nel cuore di Prati e, grazie ai prezzi abbordabili, è alla portata veramente di tutti i palati. Ambiente vivace e carta...leggi...

ORA PUOI LEGGERE:

10 locali di Roma dove mangiare un'insolita cucina tipica

Il bello di essere di Roma è che ci sono molti modi di essere di Roma. Cosmopolita, modaiolo, legato alla tradizione o amante delle nuove tendenze, alla ricerca dei posti autentici o quello che va so...

di elsa ricucci