La Top 6 dei club di elettronica a Milano

I locali più chiacchierati sui social ad un mese dalle riaperture

Se sei un patito di musica elettronica, allora sei particolarmente fortunato. Abbiamo fatto un’analisi per capire quali sono i club di musica elettronica di Milano più di tendenza nei social network. Certo, quanto se ne parla non significa necessariamente qualità, sicuramente però sono posti da visitare in questo Autunno per rimanere sempre sul pezzo (e riscaldarsi ballando).
Tra i vari risultati compaiono sia gli indirizzi classici e più conosciuti come il Rocket o l'Amnesia, già punti di riferimento per le serate underground milanesi, che proposte più fresche e meno conosciute. Vediamo quali sono i club più chiacchierati del panorama meneghino.

Il botique club

quantic milanoA pochi passi dal Duomo, nel cuore pulsante del capoluogo Lombardo, il Quantic si identifica come “botique club”. Al piano superiore è un cocktail-bar a cura del bartender Fabio Matarazzo ottimo per aperitivi e dopocena; al piano interrato, nel week-end, il locale si trasforma in un esclusivo club. Si presta anche ad eventi privati con una capienza di circa 350 posti e arredamento curato da noti designer. Il giovedì organizza serate con i dj resident ad ingresso gratuito, mentre il venerdì presenta artisti della scena techno, house ed elettronica internazionale.

Milano centrale

tunnel milanoCostruito sotto alla stazione ferroviaria di Milano centrale, il Tunnel  in via San Martino è un club con una storia particolarmente intrigante. Re delle serate milanesi negli anni ‘90, a colpi di drum 'n bass e trip-hop, subisce una crisi nei primi anni duemila, tornato a far parlare di sé negli ultimi anni. Con un comparto audio/video completamente rinnovato in cui spicca un notevole videowall e un sonoro firmato Funktion One, è ospite ormai dal 2017 delle serate targate Take it Easy. Propone musica techno, ambient, dubstep, elettronica aperta a diverse sperimentazioni e con grande attenzione alla qualità del suono.

Door selection

volt milano Abbastanza recente invece l’esperienza del Volt, inaugurato nel 2016 prende il posto del Divina in Via Molino delle Armi, a pochi metri dalle Colonne di San Lorenzo. Ospita fino a 500 persone e si differenzia dal resto dei club per non avere un privè. Luci d’avanguardia che strizzano l’occhio all’atmosfera newyorkese, la programmazione è dedicata alla musica elettronica con un orecchio particolare sulle ultime tendenze che arrivano dall’estero. A ritmi serrati propone per la stagione autunnale 2018 dj e producer tra i più famosi al mondo. Conosciuto per una selezione all'ingresso molto esigente, non vestirti troppo elegante se non vuoi rimanere fuori. Anche il Volt il giovedì notte ospita la serata “Uptown Nights” format itinerante tra i club del centro città.

Milano come Berlino

dude milano Per il Dude Club. Da Lambrate la musica elettronica si è spostata in zona Corvetto, via Boncompagni. L’Osservatorio Astronomico è a disposizione dei dj resident, due sale con una dotata di palco per i live. Elettronica dalla più moderna fino alle ultime tendenze avanguardistiche. Line-up principalmente techno, si potrebbe benissimo confondere con quella dei migliori club berlinesi, senza togliere spazio ad artisti emergenti. Questo autunno nel calendario nomi come Ellen Allien e Freddy K.

Il club del Naviglio

rocket milanoIl Rocket resta un punto di riferimento tra i clubber più esigenti. Sono passati più di 10 anni dai tempi del piccolo club in via Pezzotti, ora il locale è con vista sul Naviglio Grande, luogo simbolo per i giovani milanesi alternativi. Mood post-industriale, il giovedì è in programma “Void”, serata di musica techno ad ingresso gratuito. Il venerdì è indie/it-pop con “linoleum”, serata curata da Calcetto Eleganza. Sabato il sound è hip-hop con la ormai celebre one night “Akeem of Zamunda”.

Il tempio internazionale

amnesia milanoQuando si parla di clubbing a Milano non si può fare a meno di includere l’Amnesia, anche se si tratta di un club molto più grande rispetto agli altri selezionati. Sede del party ufficiale di chiusura della Milano fashion week e del Red party, serata promossa da numerosi stilisti a favore della lotta contro l'AIDS. Sorge in un’area post-industriale a pochi chilometri dal centro della città, nel quartiere Forlanini, all'interno di un parcheggio. Spazio unico in Italia per impianto audio e calibro degli artisti (house e techno), ha in programma tra fine novembre e inizio dicembre Marco Faraone e Neverdogs.

 

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Quantic.
Foto interne dalla pagina Facebook dei rispettivi locali. 


Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

I ristoranti e locali a Milano e Brianza dove si mangia e si balla

Fare tutto in una sera, senza spostarsi di un metro. Si inizia dalla cena, ancora maglio aperitivo, e una volta che ci si è riempiti lo stomaco - senza ovviamente mai dimenticare anche il giusto cock...

di fabrizio arnhold