Ti presento i nuovi 5 ristoranti stellati della Capitale

A gestirli giovani e bravissimi chef con la voglia di spaccare il mondo. Ecco le nuove “stelle” del panorama gastronomico romano

Che il panorama enogastronomico romano stia passando una vera e propria età dell’oro, con aperture di ristoranti di qualità e l’arrivo di chef di fama mondiale, è un fatto ormai assodato. Oggi a Roma si mangia bene, anzi benissimo e la cosa bella è che si mangia di tutto: fusion, etnico, molecolare ecc. ecc. pur senza dimenticare mai le radici profonde della cucina tradizionale del territorio. Chi frequenta i ristoranti romani sicuramente si sarà accorto di questo salto immenso di qualità, ma a lasciare una prova definitiva e incontrovertibile ci ha pensato la Guida Michelin che quest’anno ha assegnato ben 5 nuove stelle (il più prestigioso riconoscimento gastronomico a livello mondiale) ad altrettanti ristoranti di Roma, una sorta di record per una singola città. E la cosa bella è che a guadagnarsi il rinomato blasone sono stati giovani chef, che promettono faville per il futuro. Andiamo a conoscerli meglio.

Profumi del Golfo all’Aldovrandi

assaje roma aldovrandi hotel claudio mengoni andrea migliaccio napoli golfo capri pesce stella michelin roma nuovi chef stellati Un’accoppiata decisamente vincente che sta portando in fretta premi e riconoscimenti meritatissimi al nuovo ristorante Assaje dell’Aldovrandi Hotel. I due sono Claudio Mengoni e Andrea Migliaccio, che sommati insieme fanno tre stelle Michelin (una, la nuova, appena assegnata a Mengoni e le due dell’ex chef del Capri Palace). I sapori, ovviamente, sono quelli del Golfo di Napoli, con un’attenzione particolare riservata alle meraviglie di Capri. Tra i nostri piatti preferiti la straordinaria Ricciola marinata in acqua di pomodoro e pepe di Sichuan, con la pungente mela annurca, avocado e caviale che ne esaltano la carne fino all’estasi dei sensi, e poi il piatto forte della casa, i filetti di triglia in tempura con caviale di melanzane, cipolle rosse, salsa di melagrana, maionese e pistacchio, che rasentano la perfezione.
Assaje all’Hotel Aldovrandi, Via Ulisse Aldovrandi, 15 Roma – Tel: 063223993

L’arte nel piatto

ristorante magnolia roma grand hotel via veneto chef franco madama stella michelin 2017 nuove stelle michelin a roma Più che una semplice cena, quella proposta dallo chef neo stellato Franco Madama al Magnolia Restaurant presso il Grand Hotel Via Veneto, è una vera e propria esposizione di arte nel piatto. Ricerca di colori, tecniche, riproposizioni, omaggi e citazioni. E’ la vista il primo senso a rimanere stupefatto di fronte a tanta bellezza, e solo dopo il palato. Cucina dall’impronta nazionale, con le eccellenze del territorio in primo piano, ma che non disdegna “cartoline” e ricordi di paesi lontani. E’ il caso del Risotto con Scampi, finferli e cocco, per un viaggio indimenticabile tra Mediterraneo e Caraibi, oppure l’elegantissimo omaggio alla cucina francese con la terrina di faraona all’armagnac e tartufo nero (quest’ultimo rigorosamente umbro).
Magnolia al Grand Hotel Via Veneto, Via V. Veneto 155, Roma – Tel: 06487881

Il gourmet alla portata di tutti

per me giulio terrinoni chef ristorante stella michelin 2017 nuove stelle michelin a roma gourmet tappi Quello che apprezzo più di ogni altra cosa di Giulio Terrinoni, chef neo stellato e proprietario di Per Me, è la sua mission: permettere a tutti di scoprire cosa sia la cucina gourmet, uscendo dai canoni del lusso e del privilegiato. Ecco, i Tappi (versione italiana delle tapas spagnole) che lui presenta ogni giorno in menù, ne sono la dimostrazione. Mini assaggi, o meglio, piatti in miniatura a prezzi più che accessibili che permettono a chiunque di capire la differenza tra la cucina e la grande cucina. Poi però c’è Giulio Terrinoni e tutta la sua maestria ai fornelli, specie per quel che riguarda il pesce, con capolavori del gusto come il suo baccalà in olio cottura servito con agrumi e carciofi fritti, oppure i fagottini di cernia bianca ed estratto di zuppa di mare.
Per Me, Vicolo del Malpasso, 9 Roma – Tel: 066877365

Energia e raffinatezza

the corner ristorante marco martini chef roma stella michelin nuove stelle michelin a roma Quale potrebbe essere il segreto che ha portato Marco Martini a soli 30 anni nell’olimpo della ristorazione romana? Io credo l’energia e la voglia di inventare e di proporre sempre qualcosa di nuovo, mescolata ovviamente alla grande raffinatezza dei suoi piatti. Tutto questo lo si può andare a verificare di persona al suo nuovo ristorante The Corner all’Aventino, una splendida palazzina liberty dove Merco ha instaurato il piccolo regno personale. Cocktail, mixologism, abbinamenti speciali e poi una cucina che ha l’unico scopo di stupire chi la prova: è il caso della crèpe alla parmigiana, fatta con una guaina di pomodoro sottilissima, oppure del più tradizionale spaghettone frutti di mare e cacciagione, un mix tanto impensabile quanto vincente.
The Corner, Viale Aventino, 121 Roma – Tel: 0645597350

Il miglior qualità prezzo in città

bistrot 64 roma ristorante chef kotaro noda giapponese stella michelin guida michelin 2017 nuovi ristoranti stellati a roma Ebbene sì, a Roma esiste un ristorante neo stellato Michelin dove si può venire e mangiare alla carta con meno di 65 euro a persona. Sembra incredibile, ma è proprio così ed il ristorante in questione è il Bistrot 64 guidato dallo chef giapponese Kotaro Noda. Kotaro è uno di quegli chef alla ricerca maniacale della perfezione nei suoi piatti, dove comunque non mancano prodotti e ricette della tradizione romana. Ecco qualche esempio: risotto "coda e coda", con coda di vitello e code di gamberi, oppure la strepitosa rana pescatrice con i broccoli romani.
Bistrot 64, Via Guglielmo Calderini, 64 Roma – Tel: 063235531
 
Foto di copertina tratta da pagina Facebook di Bistrot 64

Iscriviti alla Newsletter di 2night
 

ORA PUOI LEGGERE:

Ma tu li conosci gli 8 ristoranti Tre Stelle Michelin 2017?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero. Almeno una volta nella vita, un'esperienza da fare.

di maddalena ganz