L'anima autentica del diner americano moderno raccontata da Martha Cullen e Stefano Fani del The Diner

I titolari del locale di via dell'Acqua spiegano cosa lo rende un pezzo d'America a Firenze

Martha e Stefano non sono due semplici soci che gestiscono un locale, ma sono una coppia anche nella vita, che ha saputo portare al The Diner, che gestiscono da maggio 2016, un tocco autentico e familiare. Varcando la soglia del The Diner, infatti, ho avuto l'impressione di trovarmi a casa di amici, prima ancora di conoscere la loro storia. Fin da metà mattinata il locale è in pieno fermento ed entrano clienti sia stranieri che italiani di ogni età, gruppi di amici ma anche coppie e famiglie. La cosa bella del The Diner è infatti che si può mangiare o fare il brunch tutti i giorni ed a qualsiasi ora del giorno, accolti dal calore di Martha e Stefano. E devo dire che dopo la nostra chiacchierata ho rivisto completamente il mio concetto un po' stereotipato del cibo americano e spero avrai modo di rivederlo anche tu. Ecco cosa ci siamo detti:

1) Come avete cominciato a fare questo lavoro e da quanto siete a Firenze?

Stefano: Sono a Firenze da 10 anni. Ho gestito dapprima il Bar D'angolo di Porta Romana, dove ho conosciuto Martha. Abbiamo gestito il bar per 3 anni insieme, fino a quando le è stato proposto di gestire il The Diner.
Martha: Sono a Firenze da 6 anni, ma sono sempre stata appassionata alla ristorazione. Ho studiato a Viterbo, dove ho vissuto con una donna romana che era una bravissima cuoca e che mi ha trasmesso la passione per la cucina. Ho lavorato nei catering e nei bar, fino a che non sono arrivata al The Diner.

2) Come mai avete deciso di intraprendere questa esperienza imprenditoriale?

Stefano: Mi ha entusiasmato la cucina americana, che pensavo fosse hamburger e poco altro, finché ho avuto modo di conoscerla meglio anche attraverso i miei viaggi che mi hanno permesso di scoprire una varietà che non mi aspettavo.
Martha: Lavorare al ristorante è bello e ancora più bello è stato dare quel tocco di autenticità al The Diner, benché fosse un locale già ben avviato.

4) Quali differenze riscontrate tra un diner americano ed un diner in Italia?

Stefano: I diner americani sono legati al cibo ed alla cucina delle varie zone dell'America che sono diversissime tra loro, anche per via dell'incontro di etnie diverse, quelli in Italia tendono ad essere catene che si rifanno al periodo del boom economico degli anni '50.
Martha: Il diner è una trattoria americana dall'ambiente familiare e verace, dove si mangiano piatti preparati con ingredienti freschi.

5) Quali sono gli aspetti che amate maggiormente di questo locale?

Stefano: La clientela disposta a provare cose nuove senza pregiudizi ed il poter migliorare la mia conoscenza della cucina americana e di ampliare i miei orizzonti.
Martha: La tranquillità di un posto flessibile, in cui le persone possono trascorrere le ore o andare via subito e che permette a persone di tutte le età di star bene. Nel weekend il via vai delle persone che escono contente dal locale dopo aver mangiato è una bella soddisfazione. E' bello sapere di aver dato una gioia nel mio piccolo.

6) Perché consigliarlo agli utenti di 2night?

Stefano: Perché è un ambiente carino e vero, dove si mangiano piatti sani preparati con prodotti freschi ed il servizio è giovane e di qualità.
Martha: Perché si mangia bene, in un bell'ambiente, ad un prezzo contenuto e perché offre un'immagine dell'America diversa, non stereotipata o kitsch. Questo, infatti, è il diner tipico ed odierno americano, cosa che lo rende apprezzabile sia per gli americani stessi che per gli italiani.

6) In cosa il vostro brunch è differente?

the dinerStefano: E' alla carta e non a buffet, proprio come in America. Dunque perché è autentico ed un evento familiare in cui ci si ritrova per mangiare ed assaggiare cose diverse.
Martha: Infatti il nostro brunch non si viene a fare solo la domenica, ma tutti i giorni e a qualunque ora del giorno.

7) Martha tu come vedi il successo di questo rito in Italia?

Martha: E' una bella cosa. Fa parte della cultura italiana ritrovarsi in famiglia o in un gruppo di amici, per cui il brunch è un pezzo di America che sta bene in Italia. Tant'è che qui vengono non solo i gruppi di amici, ma anche le famiglie.

8) Qual è il piatto forte del The Diner?

the diner Martha: Sicuramente il Pulled pork, maiale cotto 9 ore in forno sfilacciato nel panino con salsa barbeque, tipico della Georgia, ma anche il Bacon Cheeseburger ed il Breakfast Combo, con uova, bacon e pancakes sono ottimi.

9) Finora quali sono state le vostre maggiori soddisfazioni lavorative?

Martha: Dare alle persone un pezzo autentico del mio Paese e rappresentarlo in modo caldo e reale, facendo capire che il cibo americano è vario e fresco.

10) E voi dove mangiate a Firenze?

Stefano: Coquinarius.
Martha: Nelle trattorie. Quando andiamo a mangiare fuori ci piace l'abbuffata fatta bene, ma mi piace molto anche Marione, il lampredottaio di Porta Romana.

Se questa intervista è stata interessante, iscriviti alla newsletter di 2night per essere aggiornato sui migliori locali della città

The Diner

Via Dell'acqua 2 R, Firenze Firenze (FI)

Autentico diner in stile USA a gestione familiare in zona Santa Croce, The Diner propone tutti i giorni, da colazione a cena, piatti tipici americani home made,...leggi...

ORA PUOI LEGGERE:

Cucina etnica a Firenze: 5 ristoranti da provare

I ristoranti etnici sono una moda. Ora c'è quella dei wok, dove mangi cibo italo-cine-giapponese a prezzo fisso, ma pochi ristoranti etnici durano nel tempo e in qualità, diventando punti di riferim...

di maddalena de donato