Vi sentirete come a casa vostra: Carolina e Raphael ci aprono le porte del loro Pimm's Good

Appassionatissimi del loro lavoro, allegri e di rara simpatia Dopo 4 anni di gestione ecco come sono riusciti a trasformare uno dei cocktail bar più affascinanti di Roma in qualcosa di unico

Bruna, piccolina, bellissimi occhi verdi e con una grande energia che sprizza da ogni poro eccola Carolina Motta, proprietaria del Pimm’s Good, uno dei cocktail bar più famosi – e belli aggiungo io – di Trastevere. Carolina,nata a San Paolo del Brasile, e suo marito Raphael Bruschi sono ormai 4 anni che gestiscono il Pimm’s Good a Roma e sono riusciti a dare al loro locale un’impronta totalmente originale e unica rispetto al classico cocktail bar trasteverino. Qui ci si sente a casa, in compagnia di amici, anzi di una vera e propria famiglia.
carolina motta pimm's good roma trastevere cocktail bar ristorante intervistaCome nasce l’idea di intitolare il locale ad un liquore?
“L’idea, a nostro avviso geniale, in realtà l’ha avuta il vecchio gestore, che fu tra i primi a portare in Italia questo liquore, il Pimm’s, fino ad allora quasi sconosciuto qui, mentre era famosissimo all’estero. Questo ha portato ad un boom di nuovi clienti in pochissimo tempo, quasi tutti stranieri”.

Da quando ci siete voi al timone, cosa è cambiato al Pimm’s?
“Sicuramente l’atmosfera, il rapporto con il cliente, ora molto più cordiale, diretto e amichevole rispetto a prima. Noi facciamo sentire a casa i clienti, molti di loro sono ragazzi stranieri che vengono e passano la giornata qui da noi e quando vanno via ci dicono sempre che qui si sentono a casa. Poi abbiamo anche tantissimi clienti fissi, molti trasteverini doc, che vengono sempre da noi, perché qui siamo tutti amici, come una famiglia.”
carolina pimm's good intervista trastevere cocktail bar In effetti l’aria è proprio quella di casa: sembra di passare a trovare degli amici, si scherza, si fanno battute, si beve e si mangia in compagnia. Non c’è, insomma, quell’aria di distacco e di riservatezza che si respira normalmente in un locale. Si può dire che il Pimm’s abbia l’atmosfera di un pub pur senza esserlo?
“Certo, anche perché un richiamo al pub inglese senza dubbio c’è nell’arredamento, però non siamo un pub, siamo un cocktail bar di livello con dei barman di grande spessore. E poi siamo anche un gran ristorante. Pensa che siamo famosi a Trastevere per l’amatriciana, e siamo forse tra i pochi ad avere una cuoca romana “verace” e non straniera.”
pimm's good trastevere cocktail bar ristorante carolina motta intervista roma
Mentre io, Carolina e Raphael chiacchieriamo coccolando il cagnolino Rudolph, mascotte ufficiale del locale, dietro allo splendido bancone in legno antico intanto i maestri del mixologism del Pimm’s si danno da fare alla grande. Cocktail di qualità eccelsa, maestria ed arte, perché anche per preparare un drink ci vuole abilità e tanta passione. Presentateci i vostri ragazzi:
“Abbiamo 4 barman: Mirko, Valerio, Francesco e la new entry Ugo, che lavora da noi solo da un mese, ma che è già parte in tutto e per tutto della famiglia. Ognuno di loro ha una specialità, Mirko è più per i cocktail con il Campari o le rivisitazioni del Negroni, Valerio invece è un barman da cocktail più ricercati, con le varie spume che si crea lui. Francesco, invece, è un completo autodidatta, anche se ha raggiunto presto altissimi livelli. Mentre dobbiamo ancora scoprire la vera specialità di Ugo, anche se a tecnica non è secondo a nessuno”
pimm's good cocktail mito carolina motta intervista roma cocktail bar trastevere
Altro pregio del Pimm’s è che uno dei pochissimi locali del centro che fa musica dal vivo quasi tutte le sere…
“Iniziammo tre anni fa con la musica 1 o 2 volte a settimana e abbiamo avuto un enorme riscontro di pubblico. Alla gente piace venire ad ascoltare musica dal vivo, specie durante la settimana, quando fuori non c’è molto da fare, e la cosa bella è che noi la musica dal vivo la offriamo, non c’è nessun costo, biglietto o consumazione obbligatoria. Inoltre abbiamo puntato sulla qualità dei musicisti, per offrire un prodotto di assoluto livello”.

Buona musica, la compagnia giusta, il cocktail perfetto, una cena appetitosa e la bellezza di Roma e di Trastevere. Non manca proprio nulla per la serata perfetta.

ORA PUOI LEGGERE:

Pausa pranzo a Roma? Ecco i 10 locali che non puoi perderti

A Buffet, in trattoria o in pizzeria per godersi il tempo oltre che il cibo. Quindi niente street food, ma seduti a tavola a mangiare con calma

di lorenzo coletta