Cena allo Zushi, dove il sushi è fusion

Chi l’avrebbe detto che dieci anni fa tutto ebbe inizio. Già, forse i più non lo sanno, Zushi è un format che ha preso piede un decennio addietro, per la gioia degli amanti dei sapori del Sol Levante, con qualche pizzico di influenza da occidente ed una pepatina esotica a condire il tutto: una cucina “giapo-fusion” a tutti gli effetti. 
zushi logoIl primo format è veronese, nato dall’intuizione dell’imprenditore Cristiano Gaifa. Poi, come funghi, sono spuntati gli altri, al nord Italia ma non solo. D’altronde di sushi buono ce n’è assai di bisogno, nei momenti di stress così come nei più rilassati attimi di evasione! E a Treviso la vostra ancora di salvezza si trova in Via Fratelli Cairoli 29, dove l’attenta gestione dei fratelli Francesco, Alberto ed Andrea (che si occupano anche della sede di Trento) renderà la vostra esperienza piacevole, oltre che buona e ... di design. Già, perché è questo lo stile con cui è arredato il locale, minimal-chic e moderno, essenziale e di buon gusto, con quella leggera musica di sottofondo che ci sta sempre bene.
zushi treviso internoUn sole giapponese color verde acido con due bacchettine bianche al di sopra appoggiate è il logo che vi abbaglierà sin da subito facendovi per un istante (uno solo) distogliere il pensiero dall’imminente scorpacciata di nigiriSushi. O meglio...di nigiriZushi, come si diceva in antichità, nel 1200. Da qui il nome del locale, Zushi, con la “Z” iniziale. Un logo, un nome, un simbolo. 
zushi logoUna garanzia: di freschezza, sicurezza ed artigianalità: il sushi viene preparato rigorosamente a mano al momento dell’ordinazione. Osservate qualche istante la luminosa cucina a vista per “assaporare” con i vostri occhi questo concetto di hand-made.  E poiché di secondi ne saranno passati senz’altro più d’uno, tra un fagiolino di soia bollito e l’altro (i famosi “edamame”), iniziate a sfogliare il ricco e patinato menù perché l’acquolina in bocca non vi lascerà a questo punto più tregua.
zushi treviso cucina a vistaTra i bignè di sushi, gli uramaki rolls, gli special rolls, gli hosomaki o i tamaki (i maxi coni di alga nori o soya farciti con riso ed ogni ben di Dio) e i nigiri a volontà c’è da perdere la testa. In aiuto vi soccorreranno i simboli accanto ad alcun piatto, ad indicarvi se la pietanza è base di pesce crudo o cotto; se è piccante, vegetariana, vegana o gluten free. Restringerete un pochino la scelta, dopo il pericoloso primo impulso dell’“adesso ordino tutto!”, in quanto le foto ad effetto di ciascun piatto (che vi assicuro riflettono la realtà) potrebbero indurvi in tentazione. La loro parte la faranno anche le calorie esplicitate (va beh che si vive una volta sola, però …) convincendovi sull’orlo del disorientamento più totale che la scelta che avete appena fatto non vi deluderà.
zushi treviso internoLascerete per la prossima volta sashimi e tartare (magari durante una cena estiva quando apriranno la terrazza “roof-top”). Per le serate più fredde i piatti caldi come il chicken ramen, i noodles saltati o i ravioli di gamberi. Per i momenti di dieta ferrea la selezione di “salads” (la Zushisalad ha sole 145 kcal) o le zuppette di miso (consigliate in genere come antipasto). Per i periodi di carenza di ferro i “kobe yakitori”, degli spiedini di manzo tenerissimo. Per festeggiare con amici le classiche “barche” componibili con 30, 40, 50, 60, 80 o 100 pezzi misti!Ma dopo domani (perché se siete andati oggi probabilmente non resisterete un giorno in più per fare il bis), ricordatevi di provare il “Roppongi Hills” con gambero fritto in tempura, frittatina, olio al tartufo, insalata e salsa zushi.  
ropponghi hills zushiNon osate dimenticare i classici nigiri, quei pugnetti di riso ricoperti di salmone, gambero o tonno, crudi o cotti. Affogate ogni dispiacere nel “Zushi bignè” a base di burrata, gamberi rossi di Sicilia, uova di aringa affumicata, il tutto misteriosamente avvolto da una zucchina.
zushi trevisoPer fortuna il menù è rivisto dallo sushi-chef della casa madre solo due volte l’anno (con la preziosa consulenza di Jose Luis Rojas, consultant chef venezuelano esperto in cucina giapponese) di modo che, tra una cena romantica, una serata con la migliore amica, un compleanno e qualche take-away per le serate “sushi e TV”, avrete modo di provarlo per intero. Inclusi i Zushi muffin e i Nutella maki!  
E il vostro motto diverrà “Sushi, da Zushi o con Zushi, ieri e oggi ma sempre e comunque … come se ci fosse un domani!”. In altre parole: non ne potrete più fare a meno!
Per rimanere semrpe aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night

Zushi

Viale Fratelli Cairoli 29, Treviso (TV)

Affermatosi anche a Treviso, Zushi è uno dei più famosi ristoranti di cucina giapponese. Tra le prime catene a livello internazionale, propone ricette...leggi...

ORA PUOI LEGGERE:

5 caffè a Treviso centro per una merenda deliziosamente invernale

Qual è la terza cosa più bella dell’inverno, dopo il Natale e il Capodanno? Anni fa la mia risposta ovvia sarebbe stata “la calza della Befana”; invece oggi, che i dolcetti vado a papparmeli f...

di alvise salice