Pranzo della domenica: cinque proposte gastronomiche diverse da provare a Pescara

Domenica è sempre domenica” cantava Mario Riva alla fine degli anni ’50, il giorno in cui famiglie e amici usano ritrovarsi dopo una settimana di lavoro intenso e vita veloce intorno ad una tavola imbandita, per raccontarsi esperienze vissute e condividere sapori della tradizione culinaria italiana. Tradizione dello star seduti a tavola e della cucina che dal 1960 in poi, grazie ad un movimento nato dopo la pubblicazione del romanzo proustiano - À la recherche du temps perdu - per la salvaguardia del patrimonio culturale - enogastronomico, è stata messa in salvo dalla corsa all'americanizzazione dei costumi e dalla colonizzazione della cucina very fast.

Per fortuna in Italia, in Abruzzo e a Pescara, ci sono ancora dei posticini in cui è possibile sedersi a tavola e ordinare piatti che scaldano il cuore. Quali? Eccoli qui!

Foconè

pasta foconè
A pochi minuti da Pescara c’è un uomo che ha voluto fare dei suoi ricordi di bambino e della cucina della sua famiglia un luogo concreto, un luogo in cui il rispetto degli ingredienti, della loro storia e produzione, è la prima regola fondamentale. Sto parlando di Luciano Passeri, chef pensatore di Foconè a San Giovanni Teatino. La domenica da Foconè è un giorno tutto speciale, è un'esperienza che lascia il segno perché capace di farti sentire come a casa, fuori casa. Clima cordiale, disteso, familiare. La vita in cucina inizia molto presto, c'è da preparare la pasta fresca, impastata con una miscela di farine di grani antichi e trafilata a mano; chitarrina, tagliatelle e ravioli sono solo alcune delle specialità che potrai ordinare una volta seduto a tavola e, ti avverto, sarà difficile scegliere. Ma se davvero vuoi un consiglio, la chitarrina alla teramana,  i ravioli di stracciata e crema di pistacchi, o le goduriose scrippelle di farina di grani antichi, ricotta di Castel del Monte, spinaci bio del suo orto, pomodoro a pera DOP abruzzese, e pesto home made. Tutto local per una vera libidine, doppia libidine! Inutile parlare dei secondi preparati alla brace, delle tagliate, delle bistecche, degli arrosticini di carne e di fegato fatti a mano e della cottura magistrale; si, perchè in principio Foconè era solo braceria! Il concept è cambiato negli anni per assecondare le idee di uno chef in continua evoluzione, ricerca e sperimentazione. Superati i secondi e se pensi di appartenere al terzo girone dell'inferno dantesco, se sei un impudente goloso, Foconè fa per te: dolci della tradizione e non solo, preparati ogni giorno con ingredienti freschissimi e selezionati. Torte, panettoni, colombe, semifreddi, tortini al cioccolato... Fatemi smettere che è meglio! 
E in cantina? Senza dubbio non poteva mancare il meglio dell'Abruzzo vitivinicolo, così come le birre artigianali, esclusivamente regionali. 

Da Nonna Bruna

nonnabruna
In pieno centro, è il posto ideale per pranzare dopo una bella passeggiata domenicale sul lungomare. Il nome parla chiaro, Osteria di Pesce, ed è questo che devi aspettarti da Lorenzo, l'ideatore e da nonna Bruna, che timidamente si nasconde dietro ai fornelli. La loro è una cucina semplice, mainara, frutto del pesce fresco selezionato ogni mattina. Il menù non è mai lo stesso, del resto come potrebbe esserlo? Non si può decidere cosa preparare se poi è il mare a comandare. Lorenzo e i suoi sono abituati a questo, elasticità mentale e creatività. Tradizione e territorialità, non solo per il pesce, ma anche per tutti gli altri ingredienti che compongono i piatti: olio extra vergine di oliva, pasta, pane, dolci, tutti rigorosamente abruzzesi e di produzione propria. Un luogo in cui il km zero è stato battuto dal metro zero, dal tutto progettato e realizzato nelle mura della cucina del piccolo ristorante selezionato tra le Osterie d'Italia Slow Food. 
Lorenzo e Bruna propongono per il tuo pranzo della domenica le loro fettuccine verdi alle vongole, uno spettacolo agli occhi e al palato, gnocchetti allo scorfano, soqquadro al tonno, Mà Khaira - una pasta di orzo e farro di un pastificio di Guardiagrele - condita con baccalà alla genovese, che ve lo dico a fare... E poi i secondi, avrai l'imbarazzo della scelta tra brodetto sbagliato, frittura, grigliata, e le chicche, come la coda di rospo alla cif e ciaf, alici dorate e tartare di tonno. Svengo!
Dolci? ovviamente non mancano e sono tutti di produzione propria e giornaliera, provare per credere 
Sei ancora lì indeciso? Prenota!

 

Contiene Solfiti

contiene solfiti
Se sei uno di quelli che invece la domenica non vuol perdere tempo a stare per ore a tavola, ma hai più voglia di mangiare na cosetta e poi andare alla scoperta di nuovi mondi con amici, ecco che Contiene Solfiti fa al caso tuo. Siediti e ordina uno dei piatti comfort food tipo la carbonara, o la pastina con formaggino o le patatine fritte... Più confortanti di così. E se non trovi un tuo piatto del cuore, eccoti servita una chitarrina al ragù di cinghiale, uno spezzatino al Montepulciano o una bella bistecca di Angus. Un consiglio? Se anche tu hai un piatto del cuore, cosa aspetti a confessarlo? Potrebbe essere inserito direttamente nella goodlist. Non sei ancora sazio? Prova ad ordinare un Ventriburger e vedrai cosa mangi. Dolci? Ne hanno e tutti home made: tiramisù alla ratafìa, cheesecake alla nutella, pannacotta alla frutta, apple pie.
Dal nome stesso è facile intuire che oltre a mangiare bene qui si beve bene. Oltre cento etichette di qualità italiane e straniere e poi... bolle, bolle, bolle!!

Plinius

plinius
Se ti piace passeggiare per il lungomare, goderti il sole e l'aria frizzante, se ti piace pranzare guardando il mare, ho la soluzione per te! Sette giorni su sette nella stagione estiva, il week end durante quella invernale,  il Plinius in Viale della Riviera 36, a Pescara, è il luogo giusto per passare una domenica senza pensieri, per far giocare i piccoli e scambiare quattro chiacchiere con gli amici. Lasciati coccolarre da Federica che nel 2008 ha deciso di avviare questo progetto insieme ai suoi genitori. Qualità della materia prima e sorriso, questa la loro filosofia. Pesce fresco, condimenti genuini, a km zero. L'olio utilizzato per le fritture è di Pianella. Spaghetti alle vongole, guazzetti di cozze, fritture di pesce, chitarrina allo scoglio, risotti, tutto preparato al momento. Ricorda che se i bambini vuoi calmare... un'ottima pizza devi ordinare! 

Lu scaricarelle

scaricarelle
Se hai voglia di sederti a tavola e alzarti satollo e contento, questo è IL posto che fa per te. Non ha bisogno di presentazione o elogi, questa è una trattoria il cui nome parla da solo. Presente sulla scena ristorativa di Pescara ormai da tanti anni, 50 per l'esattezza, è una delle migliori trattorie per qualità e quantità. Lu Scaricarelle continua a far emozionare, innamorare. Sempre lo stesso locale, scritte alle pareti, sempre la stessa atmosfera calda e cordiale. Lu Scaricarelle conserva quel valore aggiunto che è difficile ritrovare negli ambienti troppo spesso freddi e asettici che siamo abituati a vedere nei ristoranti moderni. Ad accoglierti ci sarà Luca, gentile, sorridente, figlio del Signor Bruno, il fondatore. In cucina sua madre, la colonna portante, Rosanna, che con le sue paste fresche continua ad ammaliare tutti i clienti. Pappardelle al sugo di lepre, strozzapreti rucola e salsiccia, ma il vero pezzo forte de Lu Scaricarelle è la carne, io ti consoglio la fiorentina - sacrosanta! E poi tagliate, polletti, scaloppine, agnello... Vini? I migliori della regione.

Foto credit: Pagine facebook dei locali
Immagine copertina: Flickr by Little Wing Luna

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter  

ORA PUOI LEGGERE:

10 pizzerie imperdibili a Pescara e dintorni

(aggiornamento Giugno 2017) Complici la crisi, le pay-tv, l'home theatre e il download più o meno legale, l'accoppiata pizza e cinema, nel tempo, è andata un po' scemando. Ma se del cinema puoi farn...