6 locali dove bere birre particolari a Mestre e Venezia

Ai tempi dell’università ho per anni considerato la birra la mia "tisana della sera" e la bevevo mentre i miei coinquilini riscaldavano litri d’acqua per preparare infusi e camomille per riscaldarsi dal freddo invernale. Sulle tisane ho dovuto ricredermi, ho cominciato ad apprezzare anche quelle, ma il mio rapporto con la birra non è mai declinato, anzi è in costante ricerca.

L’universo della birra conta infinite varianti per tipologia di fermentazione e tecniche di produzione, gli stili si differenziano per colore, sapore, gradazione alcolica, ingredienti, tipi di lieviti; si annovera tra le bevande alcoliche più diffuse e più antiche al mondo.
Io preferisco le bionde di gusto amaro, o leggermente profumate. Però sono molto lunatica, potrei cambiare idea domani, infatti periodicamente me ne faccio consigliare di nuove, per smentirmi o riconfermarmi. La mia curiosità e la mia sete di solito trovano pace in uno dei seguenti locali: ecco dove trovare le birre più particolari di Mestre e Venezia.

Fanatici della birra

duri ai banchi birrotecaLa prima birroteca di cui voglio parlarvi è Duri ai banchi: hanno 100 etichette di birre artigianali da tutto il mondo, una grande collezione di birrifici italiani e 4 spine. Di solito quando comincia a fare caldo e per tutta l’estate aumenta il consumo di birre profumate, leggere di gusto e di grado. Gli stili più noti, amati anche in inverno sono: Pils, Blanche, Weisse, Saison, Ipa/Apa e le cosiddette Acide. Perfette per le alte temperature estive sono le birre di basso grado alcolico: qui puoi trovare le Session Beer, speziate o amare, le Berliner Weisse, piuttosto aspre, o le Gose, più o meno salate. Ad aprile, insieme al birrificio di produzione, presenteranno una Session Ipa, stile amaro e dissetante, adatto per le giornate calde. Ricordate che ogni sera dalle 18,00 alle 20 c’è l’aperibirra: aperitivo con la birra. 

Birra e libri

open birra artigianale mestreLo spazio Open a Mestre è un bar, un luogo di incontro e meeting, un ristorante e una cartoleria. Qui, oltre ad avere birre artigianali come la Golden Summer, ambrata ideale per rilassarsi nelle lunghe giornate estive per il gusto leggero, fruttato e con una lieve nota secca, o la Scarborough Fair IPA, una India Pale Ale forte e con tripla miscela di luppoli, si ha anche la possibilità di acquistare libri come "Birra per negati. Guida alla portata di tutti", utile per avere tutte le informazioni sulle birre artigianali, dalla produzione alla bottiglia, ricco di schede illustrative semplici ma esplicative.

Birre dell’osteria ecologica

osteria plip mestre birre artigianaliL’aperitivo all’Osteria Plip dalle 18,30: si mangia focaccia fritta, affettati, fish and chips e si beve a scelta tra i prodotti di tre birrifici artigianali italiani. Qui hanno 40 etichette di birre artigianali, tra cui spicca la selezione di 32 Via dei Birrai ad alta fermentazione, tra cui l’Admiral birra ambrata doppio malto e l’Audace bionda forte doppio malto speziata. Quelle del birrificio Cr/Ak con le due IPA: New Zealand e Guerriglia, il malto e il lievito utilizzato la rendono molto secca e con un sapore amaro persistente e infine, prodotti del birrificio Stuvenag.

Pizza e birra

la corte birreriaUna location meravigliosa con tavoli in Campo San Polo è la Birraria La Corte. Hanno birre artigianali in bottiglia italiane, tedesche e inglesi. Leggendo il menu è possibile scoprire caratteristiche e abbinamenti culinari perfetti per ciascuna. Merita una menzione la Wold Top Gold, bionda ad alta fermentazione, dal sapore fruttato e leggermente speziato, perfetta con formaggi e cene di pesce e la strong ale ambrata del Birrificio del Doge con nota zuccherina e mielosa, perfetta da abbinare allo speck e carni alla griglia.

"La birra o è buona o la vuoi subito"

santo bevitore birrerie veneziaIl Santo bevitore è intimo e frequentato da veri estimatori, il personale è sempre disponibile ad aiutarti nella scelta tra le loro 21 birre alla spina. Buona musica e atmosfera rilassante, tante citazioni di famosi letterati e di bevitori anonimi sulle pareti del locale. Tra le mie preferite quella del birrificio Cr/Ak, la Pale Ale Mundaka 2.0 con luppoli americani ed europei, sprigiona un aroma freschissimo e un profumo agrumato al mandarino. Dal birrificio indipendente Elav una vera chicca del periodo natalizio era la Karenina Dark Ale: dal colore nero intenso e schiuma densa, con aggiunta di more in bollitura e chiodi di garofano. Hanno sempre la classica Chouffe, Pale Ale belga con aroma che ricorda i fiori d’arancio, non ricordo mai il nome ma riconosco sempre l’etichetta con lo gnomo, barba bianca e cappello rosso. Piacevole anche in estate sui tavoli all’aperto nell’angolo del locale ritirato tra un canale e l’altro lontano dalla folla.

Finestra sul canale

da aldo birreria veneziaPiccolo locale spartano e informale, nella saletta interna ci sono anche giochi da tavolo come risiko e scacchi. Non ha niente da invidiare alle birrerie trendy: come recita anche il cartello ha “birre da tutto il mondo”. Da Aldo, in fondamenta Ormesini, si può scegliere guardando tutte le etichette delle bottiglie esposte in frigo: tra le più amate c’è la Perfect Circle, cerchio perfetto di luppoli americani, dolcezza mitigata dallo sciroppo d’agave che le dona secchezza.

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night

Foto di copertina da Facebook di Il Santo Bevitore

ORA PUOI LEGGERE:

Dove mangiare una buona pizza a Venezia

La pizza, il piatto italiano famoso in tutto il mondo, proposto in diverse varianti è da sempre il cibo preferito di grandi e piccini. La pizza buona non si mangia solo a Napoli! Ecco delle vere Pizz...