Le 5 pizze più creative di Matera

Da che mondo e mondo la pizza è il piatto che più di ogni altro riesce ad accontentare tutti, che non impegna troppo né troppo poco. A Matera, patria storica dei piatti poveri attualmente rivisitati in varianti più ricche, la pizza che ti lascerà più soddisfatto la mangi sicuramente in questi posti. E se non ci credi, accomodati pure!


Quando mi va di farmi una pizza in una nave nei Sassi di Matera

morgan, materaFoto di Morgan
Locale storico della città, aperto dal 1997, è unico nel suo genere. L’architettura e gli arredi interni del Morgan sono davvero molto particolari, il locale infatti è stato ideato ispirandosi al famoso vascello Charles W. Morgan, per cui la sensazione è quella di essere all’interno di una nave d’epoca, con tanto di stiva. É un locale da cui non puoi avere delusioni, di nessun tipo. Fa la migliore pizza della città e la cuoce in forno a legna con ingredienti di primissima qualità che giustificano i prezzi lievemente sopra la media. All’interno ha la possibilità di 100 posti a sedere e, durante la stagione primaverile ed estiva, offre ai propri clienti anche degli spazi esterni che si affacciano nello splendido scenario dei Sassi.


Quando voglio mangiare una pizza in una via mondana di Matera

al falco grillaio, materaFoto di Al Falco Grillaio
Al Falco Grillaio (via Ridola, 17) è un locale piccolo ma molto carino, arredato da tipica osteria dei Sassi, che permette di gustare un’ottima pizza cotta in forno a legna, anche a pranzo, nella centralissima via Ridola. E dato il via vai turistico, ti conviene prenotare senza indugi. Rischi di non trovare posto.  La scelta di pizze non è vastissima ma vi sono combinazioni interessanti di ingredienti e l’impasto è tendente a quello napoletano, ma con minore elasticità. Una delle migliori è quella omonima del locale. Il rapporto qualità/prezzo è davvero interessante.

Quando desidero gustare una pizza di qualità vista Cattedrale di Matera

la talpa, materaFoto di La Talpa
Locale anticamente adibito ad abitazione, nell’anno 2000 si è trasformato in un accogliente ristorante con circa 100 coperti interni e uno splendido ed ampio terrazzo nel Barisano con suggestivo affaccio sulla Cattedrale. La Talpa (via Fiorentini, ) è interamente scavata nella roccia e di recente è stata rinnovata per rendersi ancora più attraente. Il suo cavallo di battaglia è la pizza con farina di grano arso, ma non mancano anche le pizze specialità che condivide con il Morgan (suo “locale coniuge” per via del matrimonio di fatto tra i due proprietari), e le pizze tradizionali. Fascia di prezzo medio-alta.

Quando decido di mangiare una vera pizza napoletana ma nel Sasso Barisano

oi marì, materaFoto di Oi Marì
Se tu non vai a Napoli, Napoli vien da te, sì ma a Matera che è tutta un’altra cosa. Oi Marì (via Fiorentini, 66) è una location ricavata in un tipico ambiente rupestre con strutture ipogee adattate alle varie destinazioni d’uso nei secoli. Così come d’altri tempi è la massa della sua pizza unica, cotta in forno a pietra, e di un gusto davvero sostanzioso. Impasto morbido e soffice, ingredienti ottimi, eccellente la mozzarella di bufala. Nei mesi caldi puoi gustarla fuori con lo scenario magico dei Sassi. 


Quando è bello assaggiare la pizza materana con tutta la sua storia

la panca, materaFoto di La Panca
“Lasciate ogni fretta, o voi che entrate!”. Da La Panca (via Giolitti, 39) la pizza è un piacere che va gustato con pazienza ma l’attesa viene ripagata dall’unicità della sua bontà: speciale la massa che si presenta croccante e consistente e gli ingredienti sono di ottima qualità. La mitica pizza alle melanzane è ormai un’istituzione. La location è classica anni ’80, stile trasmissioni televisive quali Drive-in, Fantastico, Colpo Grosso: panche (da cui appunto deriva il nome del locale) al posto delle sedie e tovaglie plastificate a quadretti sapranno riportarti indietro nel tempo.

Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night


Foto di copertina di La Talpa
 

ORA PUOI LEGGERE:

6 buoni motivi per scoprire Matera

Si dice che il suo nome lo debba al greco "meteoron": "cielo stellato", perché alcuni cronisti medievali osservando i Sassi di Matera illuminati di notte li descrivevano come un riflesso della vo...

di mirko galletta