Less is more: i migliori piccoli ristoranti di Milano

Il concetto architettonico funziona alla perfezione anche se ci si siede a tavola. Less is more, meno è meglio e non c’entrano qui questioni di design ma posti al ristorante. Mi sono chiesto quali sono i ristoranti di Milano dall’atmosfera intima, pochi coperti e location perfetta per una cenetta romantica. Che poi se volessimo scomodare anche l’aspetto del bere, oltre che del mangiare, torna buono anche quel detto: nella botte piccola c’è il vino buono

Insomma, l’idea è quella di visitare quei locali che hanno una trentina di posti a sedere, massimo una quarantina, stando larghi, dove si mangia benissimo e si può contare su un’atmosfera raccolta e intima. Abbiamo già parlato su dove #berebene, adesso concentriamoci sul cibo. Le proposte soddisfano ogni vezzo gourmet: si va dalla cena di pesce a quella fusion, passando per il pasto veg friendly e senza dimenticare la cucina creativa. Unica accortezza: prenotazione obbligatoria. Te l’ho detto che ci sono pochi posti!

Per la cena di pesce (ma anche il pranzo)

nobit milanoE chi lo ha detto che il pesce azzurro è meno pregiato? Nessuno, perché al Nobit la carta lo valorizza, con grande attenzione ai sapori e al design del piatto: il carpaccio di orata è accompagnato da gamberi rossi di Mazara dal Vallo. Il pranzo è business lunch e con 18 euro propone un antipasto e un piatto dello chef, oltre a acqua, caffè e dessert. Atmosfera elegante ma senza impegno, in Corso Como: il tutto in 28 coperti. 

 

Menù degustazione veg a pranzo

bistròbiò milano BistròBiò conta una quarantina di coperti, su due piani, escluso il dehors. Siamo in zona Isola, via Valtellina e la cucina è rigorosamente vegana. A pranzo c’è il menù degustazione, l’ideale per restare leggero prima di tornare un ufficio e per scoprire le proposte veg friendly. Il pasto è bilanciato con 2 cereali (di cui uno senza glutine), 2 proteine vegetali (come tofu, ceci, fagioli, tempè) e 2 contorni con verdure di stagione. Ho assaggiato un muffin fatto in casa: se i dolci vegani sono così buoni, tornerò sicuramente per le torte e i plumcake. 

28 posti a pranzo e cena

28 posti sala interna Qui è tutto chiaro sin dal nome: al 28 Posti ci sono 28 coperti, ambiente intimo sui Navigli. La cucina è all’ennesima potenza in fatto di creatività, merito dello chef Marco Ambrosino che sorprende con ogni proposta sulla carta. Sgombro con asparagi, verdura di stagione, ma condito con fragole e maionese affumicata. I vegetariani resteranno soddisfatti dal sapore del tartufo nero con lattuga sotto sale e mela verde. I tavoli di legno sono stati assemblati nel laboratorio di falegnameria del carcere di Bollate, dai detenuti che hanno beneficiato dell’Art. 21. 

Più intimo di così resta a casa

the small milanoCi sono una quindici di coperti, oggetti dIversi e di design, tutti in vendita. The Small ha due sale, la rossa e grigia, mood londinese, più precisamente pare di stare a Soho, invece siamo dietro corso Buenos Aires, a Milano. Clima intimissimo, è indispensabile prenotare. La cucina è creativa, originale come il locale. La maggior parte dei cibi sono cotti a bassa temperatura
THE SMALL - via Paganini 3, Milano - tel.  02.2024094

Cena per pochissimi? Prenota in uno di questi ristoranti e vai sul sicuro. Pochi ma buoni. Posti ridotti spesso è sinonimo di qualità e intimità, caratteristiche indispensabili per una cena di coppia. Già che sei in giro con il partner, sicuramente apprezzerà anche una serata in uno di questi ristoranti di design a Milano. Cioè, se hai fatto trenta, fai pure trentuno!

Foto di copertina di 28 Posti Milano

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Le birrerie di Milano dove andare a berti un'ottima birretta

Rossa, Bionda, Nera o Ambrata: proprio non riusciamo a metterci d'accordo. C'è chi preferisce la bionda dal fascino tradizionale, chi la rossa dal carattere frizzante e chi la bruna dalle rotondit...

di maggie ferrari