​Bandiere Blu 2018: le più belle spiagge d'Italia

Ben 368 le spiagge premiate per qualità, sostenibilità e servizi offerti.

Che sia questo il weekend giusto? Quello della svolta, quello che certifica finalmente l'inizio dell'estate? Perché io sarei anche pronta con bikini a fascia, infradito, occhiali a specchio e cocktail super ghiacciati, la hit del top dj che suona nell'I-Pod, la compagnia giusta e la spiaggia. Si, la spiaggia, ma non una spiaggia qualsiasi, la più bella. Ma quali sono le spiagge più belle per quest'estate 2018?

È stata annunciata il 7 maggio la prima delle grandi liste annuali dedicate alle migliori spiagge italiane, che assegna le Bandiere Blu per pulizia e rispetto ambientale. Se l’anno scorso i comuni vincitori erano stati 163, quest’anno salgono a 175 per un totale di 368 spiagge. Circa il 10% di quelle premiate su scala mondiale: un grande risultato. Ecco la "top ten" perché indicarle tutte sarebbe impossibile.

10) Spiaggia Capriccioli - Arzachena
v sfddv
È situata a sud di Porto Cervo a circa 15 km ad est di Arzachena, poco a nord della Cala di Volpe. Le sue due spiagge, divise da un passaggio di scogli granitici, sono di fine sabbia bianca, facilmente raggiungibili e servite da un grande parcheggio.

9) La Cinta Beach - San Teodoro
njmv
La spiaggia più famosa di San Teodoro in uno dei contesti naturalistici più belli del Mediterraneo, raggiungibile a piedi dalla periferia nord del centro abitato. La Cinta crea un arco lungo cinque chilometri di dune di sabbia bianca e sottile che degradano dolcemente, prive di scogli, in un mare azzurro e limpido, profumate da ginepro, giglio marino ed elicriso.

8) Porto Giunco - Villasimius
vdfvd
Chiunque passi a Villasimius ne rimane abbagliato: una lunga distesa di sottile sabbia bianca, fondale bassissimo e mare cristallino dalla tonalità azzurra tenue: Porto Giunco è un’oasi, con colori che sembrano dipinti da un artista.

7) Spiaggia Porto Selvaggio - Lecce
nbiolhbil
Porto Selvaggio non è un banale posto di mare, perché qui la natura domina incontrastata e nulla è in tensione con l'ambiente circostante: nessun ombrellone, nessun lettino; non vi è nulla che possa ricordare il caotico e frizzante via vai dei soliti lidi. Si percepisce già all'arrivo sulla baia, suggellata da un'aspra discesa in terriccio.

6) Baia del Silenzio - Sestri Levante
bkb
La Spiaggia Baia del Silenzio si distende a sud del centro ligure di Sestri Levante. Si tratta di una deliziosa e incantevole spiaggia caratterizzata da uno stretto arenile di sabbia chiara orlato dalle tante case in tinta pastello del borgo marinaro. Il mare è limpido e trasparente con fondali che digradano dolcemente verso il largo. A rendere il quadro ancor più pittoresco, le numerose barche dei pescatori non lontano da riva.

5) Spiaggia di Tropea - Tropea
bkhhbk
Tra le spiagge di Tropea, la spiaggia della Rotonda offre un panorama mozzafiato perché si apre a ridosso di una rupe a strapiombo sul mare. Secondo la maggior parte dei turisti è una delle più belle della zona.

4) Cala Mariolu - Baunei
,hv m,
Ispùligidenie, nota anche come Cala Mariolu (dal napoletano "mariolu" cioè ladro) è una cala del Golfo di Orosei, facente parte del territorio del comune di Baunei, nella provincia di Nuoro, in Sardegna. È localizzata immediatamente a nord di Punta Ispùligi che la separa dalla vicina Spiaggia dei Gabbiani.

3) Spiaggia La Pelosa - Stintino
nlihli
Sabbia finissima e candida, fondale limpido, acqua alle caviglie per decine di metri, colori turchese ​e azzurro del mare che si confonde col cielo, panorama suggestivo offerto dalle torri intorno. Tra i faraglioni di Capo Falcone, l’isola Piana e l’Asinara, che la proteggono dall’impeto del mare aperto.

2) Cala Rossa - Favignana
vmkvgbjm
Il nome di Favignana deriva dal latino favonius (favonio), termine con il quale i Romani indicavano il vento caldo ricadente proveniente da ovest. Il villaggio sorge intorno a un'insenatura naturale dove è strutturato il porto sulle cui sponde sono presenti gli edifici delle antiche tonnare Florio.

1) Spiaggia dei conigli - Lampedusa
nfvjlld
Nella prima carta nautica rinvenuta, datata 1824 e redatta dal capitano Smith, l'area è denominata "Rabit Island", in riferimento all'istmo che collega l'isolotto alla costa: rabit in arabo vuol dire infatti collegamento, che collega. Oppure molto verosimilmente un errore tipografico la parola rabbit (coniglio) è stata stampata con una sola b.
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!

ORA PUOI LEGGERE:

Gli 8 migliori parchi di divertimento in Italia, sono la parola d'ordine dell'estate

Gardaland non è l'unico parco tematico che merita di essere visitato... e tante le novità.

di maggie ferrari