Dove mangiare in Sempione senza spendere una fortuna

L’Arco tira fuori il suo fascino migliore verso sera, al tramonto, all’ora dell’aperitivo. Locali dove concederti un happy hour come si deve non mancano, basta camminare in corso Sempione con l’Arco della Pace sullo sfondo e ti imbatti in un localino dietro l’altro. Certo, se poi però finito l’aperitivo ti rendessi conto di aver bevuto più che mangiato? No problem, facciamoci un giretto nei ristoranti e locali in zona Sempione dove si può mangiare senza spendere una fortuna. 

La mission è uscire con lo stomaco pieno ma senza il portafoglio vuoto. La prima idea è una cenetta etnica, indiana per la precisione, oppure la classica pizza napoletana? Se vuoi ci possiamo anche concedere un hamburger con tanto di birra belga al seguito. Vediamo dove. 

La pizza napoletana a Milano

starita a materdei milanoE’ tra le pizze più buone a Napoli ma non solo. Dopo New York Starita sbarca anche a Milano, più precisamente in via Gherardini, non distante dall’Arco della Pace. La pizza ha 110 anni di storia, da provare le gustose Montanara e Marinara, le originali Porta a Porta (con ricotta, friarielli, bocconcini di bufala e formaggio) e Corna Maradona (con ricotta, ciccioli e pepe). La prelibatezza? La Pizza del Papa con crema di zucca, fiorilli, peperoni e provola. 

Hamburger e birra belga

malt milano Al Malt ci sono sette birre alla spina da assaggiare: 2 chiare, 1 bianca e 4 Leffe. La spillatura rispetta l’arte “alla belga”, in un solo colpo. Ci sono 25 tipi di hamburger diversi, preparati seguendo la ricetta originale. Si va dal Gustoso, con carne, cheddar, pomodori secchi, insalata e senape), al Kashmir con carne, filetto di pollo, insalata e salsa al curry. Meta da segnarsi per i whisky-addicted: la scelta è tra 120 etichette con proposte che arrivano da ogni parte del mondo, dai single malt scozzesi ai distillati sudafricani.

La cena indiana dietro l’Arco

tara milanoUna sera al Tara significa vivere un’esperienza autentica. Quella della cucina tipica indiana, resa ancora più prelibata da un ambiente magico e accogliente. La carta propone specialità esotiche come il saporitissimo Tandoori di crostacei, croccanti scampi e gamberoni marinati per ore e poi cotti nel forno d’argilla. Puoi anche provare i piatti unici come il Chicken Balti o il vegetariano Kadai Paneer, ma ti avviso è particolarmente piccante! La premessa è non spendere troppo: a panzo c’è il menù fisso a 13 euro, a cena il menù degustazione va dai 20 ai 24 euro. 

Marrabbio in via Cagnola

maido milano Il Maido raddoppia e apre anche in via Cagnola, si può mangiare e intravedere l’Arco illuminato la sera. Eh sì, è proprio quel Marrabbio lì, il papà di (Kiss me) Licia. Il Maido porta l’esperienza dell’okonomiyaki, ossia il vero street food di Osaka, direttamente a Milano. Anche il signor Marrabbio, che campeggia di fianco alla cucina, aveva un piccolo ristorate di okonomiyaki, di cui il gatto Giuliano, vera star del cartone animato. Non il solito giapponese e con la prova che per essere buono, non deve per forza costare troppo.
MAIDO - via Cagnola 4, Milano - tel. 0239434027.

Carne, pesce, vegano o vegetariano? Importante sia indiano! 

dawat milanoCorso Sempione è anche zona di ristoranti etnici dove provare le cucine di un po' tutto il mondo...a prezzi più che onesti. Ancora un indiano, quindi, da segnalare proprio perché, scegliendo tra i vari menu degustazione, puoi cenare spendendo poco. Al Dawat quattro proposte con menu completi, con antipasto, piatto principale, riso e pane indiano, di carne, vegetariano, vegano e di pesce compresi tra i 20 e i 24 euro. 

Adesso che ti sei saziato in zona Sempione senza aver speso tutto, puoi finire la serata bevendo un drink, al motto di #berebene. Dove? Hai solo l’imbarazzo della scelta, d’altronde siamo a Milano!

Foto di copertina da Flickr CC

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

​Corso Sempione: 5 locali dove fermarsi a Milano

Dalla colazione alla cena, passando per l'aperitivo: tutto con vista Arco

di fabrizio arnhold