Gite fuori porta: le mete e gli itinerari da conoscere

Non sono tipo da rimanere tranquilla a casa per tutto il fine settimana (la mia pigrizia si manifesta in altre forme). Perdipiù, da brava campagnola quale sono, amo starmene all'aria aperta e fare lente passeggiate con il naso all'insù e le mani incrociate sulla schiena -  incorreggibile manifestazione del mio animo essenzialmente âgé -. E più giro, più mi rendo conto di quanti sono i posti interessanti che posso raggiungere in giornata per concedermi qualche ora di idillica quiete.

Giardino botanico del Delta del Po

porto caleri delta del poIl giardino botanico del Delta del Po è un'oasi di ricchezza vegetativa sorprendete, diverso dai soliti giardini botanici e a pochi chilometri dalla città. Il percorso, adatto a tutti sia a piedi che in bici, è molto curato e diversi cartelli aiutano a comprendere la generosa biodiversità che circonda la passeggiata. Il percorso si immerge nella laguna, partendo dalla pineta e arrivando alla spiaggia incontaminata. L'ingresso costa pochi euro.

Abazia di Praglia

abazia di pragliaA pochi chilometri da Teolo, tra campagna e colli euganei, l'abazia di Praglia è un monastero benedettino tutto da scoprire. I monaci dedicano la loro attività lavorativa alla coltivazione di piante medicinali, alla produzione di miele e dolci, tè e infusi...tutti prodotti che riempiono il bel negozietto gestito direttamente dai benedettini. Le visite al monastero sono guidate e gratuite e appena fuori le sue mura un bel sentiero porta ad immergersi nella natura.

Castello del Catajo

castello del catajoPer gli amanti della storia e dell'arte il Castello del Catajo è una meta fondamentale. La costruzione risale al 1500 per opera della famiglia Obizi e ampliata tra '600 e '700. Passò poi alla famiglia Asburgo-Este per diventare infine residenza di villeggiatura imperiale degli Asburgo. Il castello è visitabile con una guida che accompagna i visitatori alla scoperta dei segreti della dimora e delle particolarità del bel giardino.

Ville in Riviera

villa malcontentaLungo la Riviera del Brenta sono disseminate ville bellissime che meritano davvero una visita. Sono facilmente raggiungibili in auto, ma per chi preferisce c'è il burchiello che risale il naviglio, sostando nelle dimore e dando il tempo di scoprirne la storia grazie alle spiegazioni delle esperte guide. É inoltre una buona occasione per scoprire la navigazione lenta su fiume e godersi degli scorcii che spesso sfuggono allo sguardo quando si risale la Riviera in auto.

Parco faunistico Valcorba 

parco faunisticoLa scoperta di animali esotici è sempre un buon motivo per fare una gita fuori porta. Tanto più se c'è da pensare anche all'intrattenimento dei bambini. Il Parco faunistico di Valcorba è a misura di famiglia: ha prezzi accessibili, aree verdi ben curate, zone picnic dove consumare il pranzo al sacco e soprattutto tante specie di animali da poter ammirar da vicino in tutta sicurezza nei loro recinti aperti.

Giardino monumentale di Valsanzibio

valsanzibio giardinoQuello di Valsanzibio è un giardino d'epoca (quest'anno compie il suo 352° compleanno) in cui perdersi, rapiti dalla bellezza di sculture, architetture, ruscelli, fontane. Più di 10mila ettari di parco al cui interno si trovano anche il labirinto di bosso, la grotta dell'Eremita l'isola del coniglio. Il giardino si trova nel complesso di Villa Barbarigo, la cui visita degli interni è possibile solo su prenotazione e con guida (e ad un costo decisamente non accessibile a tutti).  


Foto di copertina dalla pagina Facebook di Giardino Barbarigo Valsanzibio

Per rimanere sempre aggiornato, iscrivi alla Newsletter di 2Night!

ORA PUOI LEGGERE:

Cinque luoghi a Padova per un bacio da brivido

I miti e le leggende cittadine che aggiungono pepe a un appuntamento bollente

di riccardo cecconi