In giro lungo South of Sesto per conoscere le ultime tendenze di Milano

Una zona in evoluzione dove i locali sono la bussola del cambiamento

SoS, acronimo di South of Sesto, è una zona a nord di Milano e ai confini con Sesto San Giovanni di grande fermento sociale e imprenditoriale. I tanti locali nati negli ultimi tempi testimoniano l’eccitazione che si vive e le novità dovute ai tanti giovani: in pochi metri c’è di tutto, dalla pizzeria tradizionale alla birreria futuristica. Insomma un giro nei dintorni della Martesana può fare capire come si sta evolvendo la Milano post Expo.

L'unico posto dove puoi cucinare la tua carne

cascina martesanaSocialità, creatività, sperimentazione, incontri. La Cascina Martesana esprime tutte queste cose e anche il momento ristorativo risponde a questa linea naif. C’è lo spazio aperto a tutti dove si può consumare una cena fredda con giro di taglieri, piadine. C’è, poi, il vero fiore all’occhiello, l’area associativa riservata ai tantissimi soci, in cui si offrono gli spazi a progetti e iniziative. Comprese l’organizzazione di una cena: si porta la carne da casa e si cucina nel barbecue. Tutto a cielo aperto perché la cascina d’inverno chiude. 
Cascina Martesana, via Luigi Bertelli, 44.

Vicino alla Martesana i profumi di Sicilia

zagara milanoLa zagara è il fiore degli agrumi, come sanno tutti i siciliani, ma da un anno è anche il nome del ristorante a cucina siciliana, anzi ultra siciliana.  Protagonisti dello Zagara sono Costantino, Saso e Marilù che si occupano di tutto, dalla cucina, al servizio fino alla consegna del conto. I piatti? Si va dalla caponata, agli arancini, alla parmigiana con melanzana oppure si può optare – e molti lo fanno – per due piatti misti: la nna’ticchia di tutti cosi, ovvero arancini, panelle, caponata, cazzilli, e la nna’ticchia di pesci crudu ovvero gamberi, carpaccio, spada marinato e alici con peperoncino. Obbligatorio un assaggio di pesce anche nel menù fisso a 11.90 euro. D’estate si può mangiare su una veranda accogliente.
Zagara, Via Pirano, 4

Jazz e birra, binomio vincente

johnAnni fa era un capannone industriale, adesso invece di produrre trapani si creano birre artigianali.  E’ il John BarceyCorn, dal nome di un disco dei Traffic e di un libro di Jack London, ex fabbrica dove Matteo ha riplasmato gli spazi con una birreria con birre rigorosamente della casa e una sala di registrazione musicale separate da una doppia vetrata. Chi degusta un’Apa, una  Pislner, un’Ipa può osservare e magari anche sentire musicisti che provano jazz. Ogni giovedì c’è il concerto dentro il locale, molto gettonata la musica funky. Le otto birre artigianali ovviamente possono essere accompagnata con il cibo ma il menù lo si scopre solo recandosi in via Aristotele perché cambia in continuazione.
John BarceyCorn, via Aristotele, 14

Dove trovi panini e toast in agrodolce

panini tostiI numeri dicono che ci sono ben 96 ricette per preparare panini e toast. Una lista frutto della fantasia di Fabio, sardo trapiantato a Milano che ha portato dall’isola sapori e fantasie culinarie. Come ad esempio il panino con prosciutto crudo di parma, caprino al vino bianco, rondelle di pera, un pizzico di songino, grana e miele. Oppure quello più robusto dove convivono porchetta, caprino al mirto, funghi, insalata e boscaiola. Denominatore comune di ogni piatto dei Panini Tosti è l’agrodolce, come dimostra un toast ultrafarcito con crudo di parma, brie fuso, rucola, marmellata di pere, senapata, limone. Per chi vuole ci sono gli assaggi, riservati nell’ora dell’aperitivo.
Panini Tosti, Via Boiardo, 19

Piadine di 32 tipi per ogni gusto 

il regno della piadaSi chiama Regno della Piada e, per tenere fede al nome, offre 32 tipi diversi di piadine. Consigliamo quella molto estiva con zucchine, melanzane, peperoni, mozzarella e lattuga. Non male anche quella con salmone, lattuga, philadelphia. Ma il vero sfizio è assaggiare la piada pizza, ovvero la pizza preparata con la pasta  della piadina rigorosamente artigianale e poi cotta con pomodoro e mozzarella. Stessa formula per l’insalata piada: sulla piadina si posano, a piacimento, caprese, bufala, bresaola e rucola. Aperto solo per pranzo, i prezzi sono contenuti.
Regno della Piada, Via Boiardo 22

Carne argentina e birra artigianale

giardino della birraTante birre, tutte fatte in casa, e tanta carne argentina doc. E’ un binomio classico ma sempre attrattivo quello del[url=/il-giardino-della-birra-milano.html] [b]Giardino della Birra[/b][/url], dove si può passare a pranzo e a cena per gustare una Dama, una Summer o una Jinger Black rigorosamente accompagnate da un piatto di costata, filetto o controfiletto. Il lunedì serata dedicata alla grande grigliata, prezzo fisso 22 euro, per gustare carne alla brace oppure gnocco fritto e cotoletta. C’è una doppia sala, ampio spazio anche per il rito delle partite in tv.

La pizza come si cucina a Napoli, i dolci migliori d'Italia

gemelliPer chi ama la cucina meridionale classica, o meglio quella campana e pugliese, il ristorante Gemelli è una garanzia da 39 anni. C’ un solido menù con le orecchiette, gli scialatelli fatti in casa e tutti i piatti tipici del meridione, che soddisfa i gusti più sudisti. La pizza è quella napoletana con fiordilatte o, a richiesta, con mozzarella di bufala. Ma il piatto forte è alla fine con i dolci firmati Salvatore De Riso, conosciuto come il migliore pasticcere d’Italia
Gemelli, via della Torre, 1. 

Foto copertina da pagina Facebook di Cascina Martesana. 

ORA PUOI LEGGERE:

Le birrerie di Milano dove andare a berti un'ottima birretta

Rossa, Bionda, Nera o Ambrata: proprio non riusciamo a metterci d'accordo. C'è chi preferisce la bionda dal fascino tradizionale, chi la rossa dal carattere frizzante e chi la bruna dalle rotondit...

di maggie ferrari