Alla scoperta della Firenze più genuina: Santo Spirito tra buon cibo, solidarietà e tradizione

Ci sono pochi quartieri di Firenze che conservano la loro identità culturale e il rispetto delle tradizioni come Santo Spirito. Un quartiere che a giugno, in occasione del calcio storico fiorentino, si tinge di bianco a cominciare da piazza Tasso: il bianco è il colore che rappresenta la squadra che partecipa al tradizionale appuntamento in piazza Santa Croce. Negli ultimi anni i Bianchi di Santo Spirito non hanno mai mancato la finale del 24 giugno, festa del patrono di Firenze, San Giovanni. Una squadra impegnata nel sociale, come dimostra anche l'ultimo viaggio per consegnare gli aiuti alle popolazioni colpite dal terremoto ad Amatrice. Santo Spirito si ritrova insieme nel momento in cui c'è bisogno di dare una mano, per tifare i suoi campioni e per stare in buona compagnia a tavola. Nel direttivo della squadra sono presenti diversi ristoratori e proprio il cibo è il filo conduttore per capire l'anima di questo quartiere, della sua gente e della sua squadra.

Il Santo Bevitore

il santo bevitore firenze santo spirito 
https://www.facebook.com/ilsantobevitore.firenze/photos/a.885591121489770.1073741826.885591061489776/1375050745877136/?type=3&theater
#repost @srockwoodIl Santo Bevitore è uno dei locali in Santo Spirito che più ha influenzato la ristorazione fiorentina in Oltrarno. Punto di riferimento per chi cerca una cucina di qualità, solida e senza troppi fronzoli, autentica eppure originale. Tra le sale del ristorante di via Santo Spirito ritroviamo i titolari del locale Marco Baldesi, presidente dei Bianchi e uno dei giocatori di punta della squadra Stefano Sebastiani. Baldesi con alcuni dei calcianti e colleghi ristoratori ha guidato la delegazione che è andata a portare aiuto e ad esprimere solidarietà alle popolazioni di Amatrice colpite dal terremoto lo scorso maggio. Tutti si sono poi ritrovati attorno a un tavolo, proprio nel segno di una solidarietà concreta e quotidiana, per mangiare con i prodotti offerti dai ristoranti di Santo Spirito.

Gurdulù

gurdulù firenze
https://www.facebook.com/gurdulufirenze/photos/a.795899160538001.1073741826.795890760538841/1104432743017973/?type=1&theaterGurdulù è un bistrot d'ispirazione francese negli arredi, dove non ti aspetteresti possa battere un cuore bianco come la colomba di Santo Spirito. Nella cucina creativa di Gabriele Andreoni non mancano gli ingredienti della tradizione toscana per chi cerca la novità senza però dimenticare le radici. Radici a cui è solidamente attaccato Marino Vieri, capitano dei Bianchi e uno dei soci del locale. 

La cucina del Garga

la cucina del gargaAlessandro Gargani, chef e proprietario della Cucina del Garga, è collaboratore del settore giovanile e anche social media manager dei Bianchi di Santo Spirito. E' nato e cresciuto nel quartiere di Santo Spirito, il babbo è da sempre stato amico di tutti i calcianti. Nel suo ristorante si respira l'arte, con le tele di tanti artisti contemporanei appese alle pareti delle sale dove si cena. Un tocco creativo che si ritrova nei suoi piatti: dalle Tagliatelle del Magnifico con crema, scorza di arancia e limone, menta, stravecchio e Parmigiano alle Trofie con salsa di pistacchio, limoni verdi e pomodorini.

I' Raddi

trattoria i' raddi firenzeLungo via dell'Ardiglione, poco lontano da piazza del Carmine e da quella di Santo Spirito c'è I' Raddi, una trattoria dove il menu è all'insegna della tradizione. Una garanzia per chi ama i piatti della cucina fiorentina e cerca un locale caldo e accogliente. Una solida certezza come il titolare Fabrizio Valleri, pilastro della squadra dei Bianchi di Santo Spirito.

Alla Vecchia Bettola

la vecchia bettola santo spirito firenze tradizione calcio storico
https://www.facebook.com/photo.php?fbid=10204856872725232&set=br.abpgwfsu9xwzblslc0g7ekcljggxjgqebhm63rulfchennj4kugqnmbavymcshrwrnuj3ay9s81h9xarfbk4xpiwpmntijawxbvupjqifvhrfp4fjjh4amrnth02-ob8_ngqvn3y0elldsdq36vfu9pumnbusvckturxszwx44wdyqyqwv6jt9r00rnr_zxemzthupgxsjdbbl1ekjkqonfw4smok_lgruxgkicnl4tt-0onazufo2exnaqtfdfd12i&type=3&theaterUn locale dove cenare con gli amici, perfetto per una serata informale. Si mangia su tovagliette di carta, il menu propone il classico antipasto crostini e affettati misti, la bistecca alla fiorentina, i funghi fritti e la torta della casa. Pochi piatti ma tutti dal sapore autentico e genuino, come il titolare Massimiliano Stagi, componente del consiglio direttivo dei Bianchi di Santo Spirito.
Alla vecchia bettola - Viale Vasco Pratolini, Firenze - Tel. 055 224158.

(foto di copertina da FlickrCC - Alcuni diritti riservati a pasma)
Se questo articolo ti è stato utile iscriviti alla newsletter di 2night per essere sempre aggiornato sulle ultime novità della tua città

ORA PUOI LEGGERE:

15 trattorie di Firenze dove assaporare l'autentica cucina toscana

Non sono mai scontate le cene in trattoria. Mi ritengo una tipa più da bosco che da riviera, per cui mi piace sempre la cucina semplice, genuina, espressa e fatta con amore delle trattorie fiorentine...

di maddalena de donato