Vini naturali: le enoteche dove assaggiarli a Milano

In vino veritas, dicevano i latini. Resta sempre una scusa in più per ubriacarci, con un tocco di cultura che non fa mai male. E a proposito di cultura, stringiamo l’oggetto d’indagine non sull’universo del vino in generale, ma solo sui “vini naturali”. Per prima cosa, che differenza c’è tra un vino naturale, biodinamico o bilogico. Seconda cosa, dove si può bere un buon calice nature in Milan?

Il vino biologico riduce la chimica sia in cantina che in vigneto, seguendo determinate tecniche di lavorazione disciplinate a livello Ue, privilegiando il rapporto con il territorio e la natura. Il vino naturale, invece, non vede impegnata nessuna sostanza addizionata al mosto, dunque sono banditi i correttori di acidità, anidride solforosa e via dicendo. I vini biodinamici, molto trendy, non hanno un’etichettatura europea e vengono prodotti seguendo le fasi lunari e pratiche di coltivazione ancora in fase di definizione. Ah, adesso rispondiamo alla seconda domanda: dove bere vino naturale a Milano?

Un’istituzione in fatto di vino

cantine isola wine bar milanoLe Cantine Isola sono una tappa imprescindibile per gli amanti del vino. Location conosciuta, in piena Paolo Sarpi pedonale. Sempre stracolma di gente, la sezione di vini naturali è ampia. Il protagonista qui è il vino, senza compromessi. Quasi tutto lo spazio è occupato dalle bottiglie e dai foglietti, appesi agli scaffali, come una sorta di carta di identità del vino, con il relativo prezzo. Luca vi spiegherà tutto, anche il migliore vino naturale da scovare in mezzo a tutto quel vetro da bere.

Il calice naturale per il primo appuntamento

vinodromo milano wine barSiamo in zona Bocconi, il Vinodromo è l’enoteca perfetta per un primo appuntamento. Luci soffuse, poco chiasso, carta dei vini che cambia ogni giorno. Non manca una proposta di vini naturali raccontata da Andrea, pronto a consigliare anche qualche accostamento da mangiare (non solo taglieri di formaggi e salumi, ma anche dolci della casa).

Il vino “bio” in Isola

capra e cavoli ristorante vegano vegetariano milanoCapra e Cavoli è un po’ modaiolo, non sempre si trova posto se non si prenota, e strizza l’occhio al mondo veg. Sembra un giardino, è un luogo fuori dal tempo. Dal martedì al sabato c’è l’aperitivo “Dopolavoro”, con tapas e vino. Non mancano una trentina di etichette biologiche, biodinamiche e vegane. E’ il bello di mangiare in un giardino fiorito, praticamente tutto l’anno.

Per un calice “non filtrato”

surlì enoteca milanoLo si capisce già dal nome. Surlì deriva da “sur lies”, sui lieviti francesi. I vini che si trovano qui sono vinificati con rifermentazione in bottiglia con i lieviti naturali e non filtrati. Per questo motivo a volte sembrano torbidi e sul fondo si scorgono tracce di lieviti. Siamo in Isola, l’enoteca ha aperto a febbraio 2016, propone vini italiani e francesi che tengono lontana la chimica dalla vite e dal processo di produzione.
SURLI’ - via Thaon di Ravel 12, Milano - tel. 02.22222367

Vino e libri

vinoir milani vinoPrima c’erano più riviste sugli scaffali, serviva posto, si sono sapute fare da parte per lasciare campo alle bottiglie. Da Vinoir si trovano vini naturali da piccoli produttori italiani, francesi e spagnoli. Circa 500 etichette, raggruppate per fasce di prezzo. Per chi ama la birra, le pinte arrivano da microbirrifici della zona.
VINOIR - Ripa di Prta Ticinese 93, Milano - tel. 02.39811202

Si fa presto a fare gli esperti di vini. Tutti parlano di vini naturali, biologici o biodinamici, con il rischio di finire su qualche etichetta che di naturale ha poco o nulla. Se sei alla ricerca di enoteche dove sorseggiare un ottimo vino naturale, rinfranca lo spirito in uno di questi indirizzi. Dopo l’aperitivo vinoso perché non concerti una visita ad una mostra?

Foto di copertina di Cantine Isola Milano

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Non solo cibo: i caffè dove fare shopping a Milano

Cucina e spesa, tutto in uno. A Milano sempre di più trovo locali dove poter bervi un caffè, leggere un libro e poi pagarli entrambi, oppure comprare in foglie il te che ho appena bevuto. Per non pa...

di maggie ferrari