​10 grandi mostre di questo autunno-inverno

Il rientro in città può rivelarsi meno traumatico del previsto, davanti a un quadro di Joan Mirò.

Stagione autunnale al via. Riprende tutto, nel bene e nel male, ma tra gli appuntamenti più piacevoli da segnare in agenda ci sono sicuramente i vernissage. Mostre di respiro internazionale in tutta la Penisola, raffinati percorsi espositivi che diventano anche lo spunto per un week end nella Capitale, a Milano, Firenze, Veneto e molto altro. Da Chagall a Joan Mirò, i grandi nomi non mancano. Ecco le 10 mostre da non perdere.

MILANO

# Chagall. Sogno di una notte d’estate. Fino al 28 gennaio 2018. Museo della Permanente
L’immaginario di Marc Chagall fuoriesce dallo spazio ristretto della tela per dar vita a un universo tridimensionale di colori, suoni ed emozioni. È l’ambizioso progetto di Chagall. Sogno di una notte d’estate, la mostra spettacolo in scena dal 13 ottobre al Museo della Permanente, che si propone come una delle novità trainanti del prossimo autunno.
hfgh

TORINO

# Arrivano i paparazzi! Fotografi e divi dalla Dolce Vita a oggi. Fino al 7 gennaio 2018. Centro Italiano per la Fotografia
Una mostra fotografica che porta nelle sale di Camera, Centro Italiano per la Fotografia di Torino, l'intensa stagione degli “scatti rubati”, un fenomeno che, a partire dal suo sviluppo, nella seconda metà degli anni Cinquanta, ha avuto un ruolo di primo piano nella storia della fotografia italiana e internazionale.
nchgn
# Joan Mirò – Sogno e colore. Fino al 14 gennaio 2018. Palazzo Chiablese
130 Opere tra cui 100 olii di sorprendente bellezza e di grande formato raccontano a Bologna la sua storia che si intreccia con quella variopinta e fascinosa dell’isola di Maiorca dove Miró visse dal 1956 fino alla morte nel 1983.
bfgcb

VENEZIA

# Vittorio Zecchin: i vetri trasparenti per Cappellin e Venini. Fino al 7 gennaio 2018. Fondazione Giorgio Cini
Artista e pittore muranese, figlio di un tecnico vetraio, Vittorio Zecchin (1878-1947) è stato un grande protagonista del vetro del Novecento, che ha contribuito in modo determinante a modernizzare negli anni Venti, proponendo sul mercato - con l’appoggio di due imprenditori illuminati come Giacomo Cappellin e Paolo Venini - soffiati monocromi con forme di grande eleganza che reinterpretavano la classicità, spesso ispirate alla vetraria del Cinquecento o ai vetri sulle tele di pittori veneziani del XVI secolo.
nghn

FIRENZE

# Il Cinquecento a Firenze. Da Michelangelo a Vasari. Fino al 21 gennaio 2018. Fondazione Palazzo Strozzi
Con più di 70 capolavori, Il Cinquecento a Firenze. Da Michelangelo a Vasari celebrerà l’eccezionale stagione del XVI secolo nella signoria fiorentina, riunendo per la prima volta in un’unica sede opere immortali provenienti dai maggiori musei d’Italia e d’Europa.
nvn

ROMA

# Picasso – Tra Cubismo e Classicismo: 1915 – 1925. Fino al 21 gennaio 2018. Scuderie del Quirinale
La straordinaria mostra di Scuderie del Quirinale approfondirà la produzione dell’artista immediatamente successiva all’esperienza italiana, documentando l’impatto a lungo termine di questo viaggio sulla sua formazione: dalle suggestioni neoclassiche ispirate alla scultura antica, al Rinascimento romano, fino alla scoperta della pittura parietale di Pompei.
bfgb
# Hokusai. Sulle orme del Maestro. Fino al 14 gennaio 2018. Museo dell’Ara Pacis
Arriva a Roma l'opera di Katsushika Hokusai che deve la sua fama universale alla Grande Onda parte della serie di Trentasei vedute del monte Fuji e all’influenza che le sue riproduzioni ebbero sugli artisti parigini di fine Ottocento, tra i quali Manet, Toulouse Lautrec, Van Gogh e Monet, protagonisti del movimento del Japonisme.
nvhn
# Monet. Fino all’11 febbraio 2018. Complesso del Vittoriano
L’esposizione, curata da Marianne Mathieu, presenta circa sessanta opere del padre dell’Impressionismo, provenienti dal Musée Marmottan Monet - che nel 2016 ha festeggiato gli 80 anni di vita - testimonianza del suo percorso artistico, ma soprattutto dell’artista medesimo.
nh

VICENZA

# Van Gogh. Tra il grano e il cielo. Fino all’8 aprile 2018. Basilica Palladiana
La mostra studia dapprincipio, e in modo approfondito, i cinque anni della permanenza olandese dell'artista, nel Brabante, da Etten nella primavera del 1881 fino all'autunno del 1885 a Nuenen. Ma anche i mesi meravigliosi trascorsi nell'autunno del 1883 nella regione del Drenthe, quella più amata dai paesaggisti olandesi e nella quale Van Gogh realizza alcuni fogli di squisita eleganza.
nmbm

BOLOGNA

# Duchamp, Magritte, Dalì. I Rivoluzionari del ‘900. Fino al 10 febbraio 2018. Palazzo Albergati
In scena uno dei periodi più dirompenti di tutta la storia dell’arte, con nomi del calibro di Marcel Duchamp, Man Ray, René Magritte, Max Ernst, Francis Picabia, Kurt Schwitters, Salvador Dalì: il gotha dei due movimenti, completato dalla presenza del più “giovane” ma altrettanto eversivo Jackson Pollock.
bcfgbn
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!

ORA PUOI LEGGERE:

Le caffetterie dei musei di Firenze, qui la colazione e l'aperitivo sono un'opera d'arte

Un semplice caffè diventa un’opera d’arte a Firenze. Le caffetterie nei musei, nei teatri e negli spazi espositivi sono sempre più una realtà nella città che ha dato i natali al Rinascimento. ...

di raffaella galamini