Festa del papà. Ecco i posti giusti dove portarlo a mangiare fuori e fargli leccare i baffi (zeppola compresa)

Come ogni anno, con un leggero anticipo sulla primavera, arriva la tradizionale Festa del papà, un appuntamento istituzionale caro alle famiglie italiane, che coincide con la ricorrenza di San Giuseppe. E quale migliore occasione, che sia in famiglia o tra amici, per fargli la festa e rendere indimenticabile questa giornata se non sedersi davanti ad una bella tavola imbandita con i suoi piatti preferiti? Ecco allora i locali salentini dove portarlo a mangiare fuori e fargli leccare i baffi! A voi la scelta…

Aperitivo top al 70 Metriquadri… che la festa abbia inizio
70 mq

Chi ben comincia… Ed ecco allora che la parolina magica da pronunciare per dare avvio ai festeggiamenti è senza dubbio aperitivo! Per gli amanti del pasto più smart della giornata l’appuntamento è al 70 Metriquadri, a Cutrofiano, dove gli aperitivi sono il fiore all’occhiello della casa: taglieri misti di salumi e formaggi pregiati sono serviti con pane caldo e confetture o bruschette assortite, panini e pucce gourmet preparate al momento con ingredienti e abbinamenti ricercati sono il non plus ultra della bontà. Noi vi consigliamo la puccia con capocollo di Martina Franca, fonduta ai quattro formaggi, radicchio rosso e sedano, una vera e propria bomba di gusto.  

Crianza alla scoperta di sapori quasi dimenticati crianza

A Lecce, nel centro storico, a ridosso della Basilica di Santa Croce, c’è un posto che ha riportato in auge quella bella espressione tanto cara alla memoria popolare: "la buona crianza", donandole nuova freschezza e vitalità. Il mangiar bene, qui, sposa, un cibo semplice e genuino, che ritorna all’essenzialità, recuperando ricette autoctone e materie prime di gran qualità che ridanno vita a piatti tipici della tradizione quasi dimenticati. Al Crianza potrete gustare un incredibile sciuttigghiu dell’entroterra salentino, capolavoro delle massaie di un tempo, un mix di verdure essiccate e scattarisciate in padella per essere servite poi con la frisa, un piatto che ben esprime la filosofia di questo posto e del suo menù eclettico e versatile tutto da scoprire.

Il Vico del Gusto per un menù a base di pesce freschissimo il vico del gusto

Se la cucina marinara e le sue specialità sono la sua passione, il Vico del Gusto, nel cuore di Lecce, è quello che fa per lui. Qui il pesce freschissimo preparato e servito ad arte è il protagonista in tavola: parliamo del pescato di Porto Cesareo che arriva ogni giorno puntuale come un orologio pronto per deliziare i palati anche più esigenti; triglie, astici, polpo e ricci saporitissimi animano antipasti, primi e secondi piatti gourmet. D’altra parte il Vico del Gusto è pluripremiato da Trip Advisor e Quality proprio per la freschezza, la bontà e l’originalità delle proposte, come gli Gnocchi viola con gamberi freschi o il tris di crudité con gelatina di melograno e i Paccheri cozze e crema di fagioli.

Serata In pizzeria? Sì, ma al Creola Music Pub dove gli fai scoprire anche lo street food creola

Se la sua idea è di andare in pizzeria, il suggerimento è di portarlo in una pizzeria sì, ma di ispirazione street food, come il Creola Music Pub, a Trepuzzi, che fa delle tradizioni regionali un punto di arrivo e di partenza alla scoperta delle eccellenze gastronomiche italiane all’insegna della rivisitazione. Qui potrà gustare, oltre alle ottime pizze dai diversi impasti (anche senza lievito) arancini siculi, supplì cacio e pepe e persino il cuoppo napoletano. E poi arrosti misti, tagliate di pollo, panini farciti e insalatone veg. E per brindare, si va sul sicuro con una birra storica della tradizione artigianale italiana: la Menabrea.

Dulcis in fundo al Bar Stop per le zeppole di San Giuseppe. Anche nella versione maxibar stop

E naturalmente, una Festa del papà che si rispetti, non può concludersi che davanti a un vassoio pieno zeppo di mitiche zeppole di San Giuseppe, rigorosamente fritte, eh, bando alla dieta! Questi deliziosi dolci tipici della tradizione pasticcera italiana, immancabili anche nelle “Tavole di San Giuseppe” salentine, vengono preparati secondo diverse varianti, come quella al cioccolato o alle amarene sciroppate, ma la ricetta classica, a base di crema pasticcera pizzicata da una goccia di cioccolato al centro è sicuramente la più gettonata, almeno al Sud. L’invito è quello di provare, magari anche su prenotazione perché vanno a ruba, quelle del Bar Stop, a Lecce… semplicemente squisite, anche nella versione maxi.
Bar stop, via Monteroni, Lecce.

Foto di copertina: Il Vico del Gusto di Gabriele Dell'Anna. 

Vuoi conoscere altre proposte sulle feste del momento? Iscriviti alla nostra newsletter!
 

ORA PUOI LEGGERE:

10 ristoranti di pesce in Salento da provare almeno una volta

Quando si parla di cenare fuori, la scelta del posto tra me e i miei amici diventa una guerra all'ultimo sangue. Se poi si decide per il pesce, la questione diventa ancora più problematica. C'è chi ...

di giulia rossi