5 motivi per cui attendo con ansia il ritorno di Breadway - Matera l'anno prossimo

E' duro ammetterlo ma mi ero così abituata alla presenza di Breadway a Matera che Piccianello è stata la mia seconda casa per un weekend. E, purtroppo, questo weekend è volato. Il pane è un aspetto della vita di ogni buon materano che resta, però, sempre un po' defilato rispetto al più noto altamurano ed è per questo fonte di piccoli screzi locali tra i campanilisti. Dal 1 al 3 giugno, però, finalmente il pane di Matera si è riscattato e ha fatto gran parlare di sè. Qui di seguito ti racconto 5 motivi per cui attendo con ansia il ritorno di Breadway - Matera l'anno prossimo.

E' diventato argomento di talk e laboratori

breadway
E se la panificazione potesse diventare materia di insegnamento o motivo di discussione come l'economia? Il pane finalmente non si è solo mangiato ma di pane se n'è parlato per davvero e anche in gruppo. Due sono stati, infatti, i convegni organizzati in questo festival, uno sul tema food e l'altro sul tema design. Il primo con l'obiettivo di creare un nuovo lievito madre, il secondo per discutere di una nuova forma del pane europeo 2019. Inoltre è stato organizzato un laboratorio didattico sulla panificazione Materana che ha fatto il boom di presenze nei panifici storici preposti.

Ha fatto comunità

breadway, la conserva
Tanti i materani che hanno cominciato a rispondere con entusiasmo al progetto La Conserva ovvero la richiesta di tirare fuori dai cassetti ogni sorta di ricordo, scatto fotografico, oggetto della tradizione, video racconto, interviste, qutto quello che permetterà di rievocare vecchie memorie e tradizioni legate al pane e alla vita della città per ricostruirne la propria autenticità entro il 2019 quando Matera diventerà capitale della cultura. Inoltre il pane è stato al centro del menù Breadway proposto da alcuni ristoranti a Matera associati alla Federazione Italiana Cuochi. Un'assoluta novità!

E' stato un gioco per i bambini

breadway
Da Panfilo a Pandemonio, c'è stato da giocare con il pane ma senza mai sprecarne neppure una bricola. Infatti dai gioielli agli shangai, dagli gnocchi pop fatti con le loro piccole manine (e con quelle delle mamme) al pane e marmellata, tutto era colorato e piacevolmente commestibile. Non vedo l'ora che venga l'anno prossimo per rivedere quei grembiulini, quelle mani paffutelle tutte sporche e per riascoltare quelle risa fragorose.

Ha fatto cantare e ballare

breadway
Dalla musica dei vicinati agli spettacoli sul palco, ogni nota è stata molto coinvolgente per la cerchia di spettatori attoniti che mi sono trovata a riscoprire o per l'entusiasmo dei più (o meno) giovani che è stato dilagante in alcuni momenti come quelli in cui la gente si è messa  in cerchio con le mani alzate a ballare.

E' fonte di ispirazione

breadway
Arte e creatività sono state il filo conduttore dell'evento. Saper fare il pane è un'arte come tale è saperlo raccontare attraverso parole, sculture, opere e emozioni. Spolveramenti, celebrazione della città del tufo, tufo che diventa pane mi ha lasciato nel cuore questa frase che mi riecheggerà nelle orecchie sino al 2019, aspettando una nuova Edizione di Breadway a Matera.

"Da questa forma del tuo pane che ho tra le mie mani, taglio una fetta come si sfoglia una pagina di storia che mi racconta di te, Matera, partrimonio del mondo e giovane capitale madre della cultura." (Edoardo delle Donne)

Iscriviti alla newsletter per rimanere sempre aggiornato
 

ORA PUOI LEGGERE:

I locali dove mangiare a Matera e apprezzare sempre qualcosa in più

Atemporale. Matera è una città dove passeggiare con la sensazione di non doversi collocare in un’epoca ben precisa, dove poter gustare cose particolari in location sapientemente ricavate nel tufo,...

di paola pisciotta