​​20 grandi mostre da non perdere questo autunno-inverno

Da Chagall a Banksy, da Tintoretto a Warhol; il rientro in città può rivelarsi meno traumatico del previsto.

Stagione autunnale al via, manca, ahimè, veramente poco. Riprende tutto, nel bene e nel male, ma tra gli appuntamenti più piacevoli da segnare in agenda ci sono sicuramente i vernissage. Mostre di respiro internazionale in tutta la Penisola, raffinati percorsi espositivi che diventano anche lo spunto per un week end nella Capitale, a Milano, Firenze, Veneto e molto altro. Da Chagall a Banksy, da Tintoretto a Warhol, i grandi nomi non mancano. Abbiamo selezionato ben 20 mostre da non perdere.
bhfgb

- Willy Ronis – Casa dei Tre Oci (Venezia), dal 6 settembre 2018 al 6 gennaio 2019
La Casa dei Tre Oci di Venezia celebra il grande fotografo francese Willy Ronis (1910-2009), con la più completa retrospettiva mai tenuta in Italia.

- Tintoretto 500 – Palazzo Ducale e Gallerie dell’Accademia (Venezia), dal 7 settembre 2018 al 6 gennaio 2019
La Fondazione Musei Civici di Venezia e la National Gallery of Art di Washington hanno avviato dal 2015 un progetto di ricerca per festeggiare i 500 anni dalla nascita di Jacopo Tintoretto, tra i giganti della pittura europea del XVI secolo e, indubbiamente, quello che più ha “segnato” Venezia con il marchio inconfondibile del suo genio. 

- Roy Lichtenstein e la Pop Art americana – Mamiano di Traversetolo (Pr), Fondazione Magnani-Rocca, dal 8 settembre 2018 al 9 dicembre 2018
Una mostra che riunisce oltre 80 fondamentali opere di Lichtenstein e degli altri grandi protagonisti della Pop Art americana: Andy Warhol, Mel Ramos, Allan D’Arcangelo, Tom Wesselmann, James Rosenquist e Robert Indiana.

- Macchiaioli – Palazzo della Meridiana (Genova), dal 14 settembre al 9 dicembre 2018
La mostra racconta, attraverso le opere dei principali protagonisti del movimento – da Telemaco Signorini a Giovanni Fattori, da Vincenzo Cabianca e Silvestro Lega –, le caratteristiche e l’evoluzione di questo nuovo linguaggio pittorico, fondamentale per la nascita della pittura moderna.

- Marina Abramović. The Cleaner – Palazzo Strozzi (Firenze), dal 21 settembre 2018 al 20 gennaio 2019
Una grande mostra (itinerante) che ricostruisce attraverso un centinaio di opere -dipinti, video, oggetti, fotografie, installazioni e progetti- la straordinaria carriera dell’artista, dagli esordi figurativi fino agli anni 2000.

- Courbet e la natura – Palazzo dei Diamanti (Ferrara), dal 22 settembre 2018 al 6 gennaio 2019
In Italia è passato mezzo secolo dall’ultima ampia rassegna dedicata a Courbet. Questa lacuna viene colmata dalla grande monografica che Palazzo dei Diamanti dedica all’artista francese.

- Elliott Erwitt: i cani sono come gli umani, solo con più capelli – Casa dei Carraresi (Treviso), dal 22 settembre 2018 al 3 febbraio 2019
Il titolo -tratto da una sua intervista- già dice tutto di questa mostra che attraverso oltre 80 foto originali e filmati, analizza con ironia e a volte cinismo il quadrupede peloso ma che in realtà mira a osservare anche l’essere umano.

- Paul Klee e il Primitivismo – MUDEC (Milano), dal 26 settembre 2018 al 27 gennaio 2019
La mostra affronta una prospettiva inedita dell’opera di Paul Klee, con l’obiettivo di posizionare l’attività dell’artista all’interno del fermento primitivista che scorre per l’Europa agli inizi del XX secolo.

- Chagall. Colore e magia – Palazzo Mazzetti (Asti), dal 27 settembre 2018 al 3 febbraio 2019 
Marc Chagall: dopo la tappa di Seul arriva per la prima volta ad Asti una selezione di oltre 150 opere di Chagall. Un percorso che indaga aspetti inediti della vita e della poetica di Chagall, suddiviso per epoche della vita del maestro russo.

- Arte e Magia. Esoterismi nella pittura europea dal Simbolismo alle Avanguardie Storiche – Palazzo Roverella (Rovigo), dal 29 settembre 2018 al 27 gennaio 2019
L’attenzione per le dottrine esoteriche esplode nell’Europa di fine Ottocento, coincidendo con lo sviluppo dell’arte simbolista. Così come teosofia e teorie ermetiche non sono estranee alla nascita dell’astrattismo.
vcdfv
- Gauguin e gli Impressionisti. Capolavori dalla Collezione Ordrupgaard – Palazzo Zabarella (Padova), dal 29 settembre 2018 al 27 gennaio 2019
I grandi nomi dell’Impressionismo ci sono tutti. Insieme a chi ha preceduto il celebre movimento e ai suoi magnifici epigoni. Courbet, Delacroix, Sysley, Pissaro, Degas, Manet, Monet, Berte Morisot, Renoir, Cézanne, Gauguin, Matisse offrono alla mostra alcuni dei loro capolavori.

- Warhol&Friends. New York negli anni ‘80 – Palazzo Albergati (Bologna), dal 29 settembre 2018 al 24 febbraio 2019
A Bologna luci puntate sulla New York degli Anni Ottanta con la mostra Warhol&Friends. New York negli anni ‘80. Circa 150 opere che raccontano Warhol, la sua vita e la sua produzione.

- Andy Warhol – Complesso del Vittoriano, Ala Brasini, (Roma), dal 3 ottobre 2018 al 31 marzo 2019
Un’esposizione che con oltre 170 opere traccia la vita straordinaria di uno dei più acclamati artisti della storia.

- Elliott Erwitt. Icons – Castello Visconteo (Pavia), dal 13 ottobre 2018 al 27 gennaio 2019
L’esposizione presenta circa 70 immagini in grado di ripercorrere la carriera di uno dei più importanti fotografi del Novecento.

- Picasso e il mito – Palazzo Reale (Milano), dal 18 ottobre 2018 al 17 febbraio 2019
Affascinato dal sentimento piuttosto che dalla forma, Picasso fa della bestialità e del repertorio mitologico il tema che incontra la sua estetica.

- Pollock e la Scuola di New York – Complesso del Vittoriano, Ala Brasini, (Roma), dal 10 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
Anticonformismo, introspezione psicologica e sperimentazione: da ottobre arriva a Roma l’action painting di Pollock e dei più grandi rappresentanti della Scuola di New York.

- Antonello da Messina – Palazzo Abatellis (Palermo), dal 26 ottobre 2018 al 24 febbraio 2019
La pittura del Sud abbraccia quella del Nord. In un’epoca contrassegnata da scissioni culturali, la vicenda creativa di Antonello da Messina mostra la forza propulsiva dell’incontro fra tradizioni differenti.

- Escher – Pan (Napoli), dall’1 novembre 2018 al 22 aprile 2019
La mostra presenterà oltre alle opere del visionario artista anche un’ampia sezione dedicata all’influenza che il suo lavoro e le sue creazioni esercitarono sulle generazioni successive.

- Da Monet a Bacon. Capolavori della Johannesburg Art Gallery – Palazzo Ducale (Genova), dal 17 novembre 2018 al 3 marzo 2019
L’esposizione presenta oltre cinquanta opere, tra olii, acquerelli e grafiche, che portano la firma di alcuni dei principali protagonisti della scena artistica internazionale del XIX e del XX secolo.

- The Art of Banksy. A Visual Protest – MUDEC (Milano), dal 21 novembre 2018
Saranno esposte 70 opere di Banksy, ma ci saranno anche oggetti, fotografie e video di alcuni dei murales realizzati dall’artista in giro per il mondo. 
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!

Foto di copertina da URBAN CAPTURE

ORA PUOI LEGGERE:

Giornate Europee del Patrimonio 2018: ingresso gratuito nei luoghi della cultura

Sabato 22 e domenica 23 settembre, un weekend di aperture straordinarie e ingressi gratuiti nelle perle del nostro patrimonio.

di maggie ferrari