Tradizione e fantasia, i ristoranti di Roma dove mangiare cucina romana rivisitata

Sono tanti gli chef e i giovani ristoratori nella Capitale ad aver sfidato il tabù della cucina tradizionale romana con grande successo. Ecco allora gli indirizzi giusti per assaporare una Roma un po’ diversa dal solito

Di tutte le cucine territoriali italiane probabilmente quella romana è stata, per lo meno fino a poco fa, la meno incline a varianti e “ammodernamenti”. Le motivazioni a mio avviso sono sostanzialmente due, in primis la quasi sacralità religiosa di alcuni piatti (come la carbonara o l’amatriciana che guai a cambiare qualcosa per carità…), in secundis perché a volte è obiettivamente difficile cambiare la ricetta dei piatti della tradizione (come si può modificare, ad esempio, una trippa al sugo?). Tuttavia bisogna rendere merito alla nuova generazione di ristoratori romani, quasi tutti under 40, non solo di aver provato a cambiare un po’ le cose, ma di esserci spesso pienamente riusciti. Oggi sono molti i ristoranti e le trattorie di Roma dove si serve un’ottima cucina tradizionale romana rivisitata, dove estro e fantasia sono i protagonisti, ma dove al tempo stesso è sempre la tradizione, quella vera, a continuare a fare da colonna portante. Andiamo a scoprire insieme, allora, i 5 indirizzi obbligatori per la migliore cucina romana rivisitata.

Profumi d’oriente al quartiere Coppedè

bucavino migliori ristoranti roma cucina romana rivisitata tortello gyoza miso porcini Quando la bravura di uno chef permette di fare cose veramente fuori dal comune. E’ il caso di Andrea Palmieri del ristorante Bucavino al quartiere Coppedè, il primo ad avere azzardato con straordinari risultati un mix tra la cucina tradizionale romana e giapponese. Cito un solo piatto come esempio, il suo Tortello di Gyoza alla carbonara con brodo di miso e funghi porcini, qualcosa di veramente trascendentale e unico nel suo genere a Roma.

Cucina d’autore

stilelibero ristoart migliori ristoranti cucina tradizionale rivisitata roma prati chef max mariola fettucine ragù bianco Volto televisivo ormai noto in tutta Italia, con i suoi occhialoni tondi, il suo fisico scolpito e la sua frizzantezza, Max Mariola continua a divertirsi in cucina e a far divertire i suoi commensali presso il ristorante StileLibero a Prati, dove dirige la cucina. La cucina di Max attraversa un po’ tutti i continenti, grazie alle tantissime esperienze internazionali che ha avuto, ma appena ne ha l’occasione non manca di far subito ritorno alla sua Roma, con piatti di livello eccezionale, come ad esempio le fettuccine al ragù bianco con brodo di lemongrass e verdure profumate al ginepro.

Tra trattoria e bistrot

trattoria da neno piazza bologna migliori ristoranti cucina romana rivisitata carbonara con tartufo bianco Una cucina piuttosto semplice, ma con una ricerca attentissima rivolta alla qualità delle materie prime e agli abbinamenti. Un menù composto da un numero di piatti non eccessivo, un’esatta via di mezzo tra la trattoria di quartiere e un bistrot all’ultima moda. Questa è la Trattoria Da Neno in zona Piazza Bologna, dove la tradizione di Roma si sente sempre fortissima in ogni suo piatto. Qualche esempio? la ricotta alle erbe con pasta kataifi, spinaci novelli, pinoli e aceto balsamico, oppure la semplice aggiunta del tartufo bianco nella tradizionalissima carbonara della casa.

Un successo strameritato

trattoria pennestri migliori ristoranti cucina romana rivisitata roma animelle ostiense Un successo talmente straordinario e d’impatto da essere considerati oggi un po’ i rivoluzionari del concetto di Trattoria a Roma, ma io credo che la chiave di tutto vada cercata nella perfetta armonia tra sala, cucina e servizio che Valeria e Tommaso hanno saputo ben distribuire nella loro Trattoria Pennestri ad Ostiense. Armonia e gioia di vivere, sono questi gli ingredienti speciali per questo successo straordinario. Nei loro piatti si possono assaggiare ovunque, come ad esempio nel Baccalà con indivie, patate al forno e salsa d’alici, o nella coratella d’agnello condita con buccia di limone e ricotta salata.

Dove le dimensioni non contano

mazzo centocelle migliori ristoranti cucina tradizionale romana rivisitata roma trippa fritta Stiamo parlando del più piccolo ristorante di Roma (appena 10 coperti in un tavolo comune), ma di una delle più grandi ed importanti proposte di cucina della Capitale. A guidare Mazzo, nel cuore di Centocelle, ci sono Francesca e Marco, i mitici Fooders. Una cucina, la loro, frutto di un immenso lavoro di ricerca e studio della materia prima che li ha portati alle vette meritate della ristorazione romana. Tra i miei piatti preferiti come non citare la mitica Trippa fritta con salsa di pomodoro piccante, menta e pecorino.

Foto di copertina tratta da pagina Facebook di Trattoria Pennestri

Iscriviti alla Newsletter di 2night

Bucavino

Via Po 45/a, Roma (RM)

Nel cuore del mistico quartiere Coppedè ecco una trattoria della quale non ci si può non innamorare a prima vista. Bucavino ti colpirà per la genuinità dei suoi...leggi...

ORA PUOI LEGGERE:

Pausa pranzo a Roma? Ecco i 10 locali che non puoi perderti

A Buffet, in trattoria o in pizzeria per godersi il tempo oltre che il cibo. Quindi niente street food, ma seduti a tavola a mangiare con calma

di lorenzo coletta