Cenetta in Porta Venezia? I locali che ti consiglio se ti trovi nei paraggi (o ci vai apposta)

È una delle zone che frequento con piacere. Prima di tutto perché è vicino a casa, secondo perché Porta Venezia è diventato un quartiere frizzantino e piuttosto eclettico. Allora, preciso subito che offre tutto quello che serve in fatto di ristorazione. Ci trovi il posto perfetto per la colazione, quello giusto per il pranzo, e il locale ideale per la merenda e, ca va sans dire,  per la cena.

Adesso, mettiamo caso che tu stia passeggiando tra Buenos Aires e Porta Venezia, dopo un pomeriggio di faticosissimo shopping alla ricerca dell’affare da fare in saldo dopo il periodo natalizio. Se venissi assalito da un senso di fame incontrollabile, ecco i locali dove puoi rinfrancarti lo spirito ma soprattutto lo stomaco senza indugio.

Pranzo e cena in Alto Adige

delicatessen milanoUn piccolo angolo di Sud Tirolo in Porta Venezia. Siamo in viale Tunisia e Delicatessen è il posto perfetto per un pranzo o una cenetta alla scoperta degli autentici sapori altoatesini. L’ambiente è dominato dal legno, con particolari in cuoio. Io sono stato a pranzo qualche mese fa e mi ricordo di aver ordinato un delizioso risotto ma sono ottime anche le tagliatelle ai mirtilli neri con funghi porcini. Di secondo, a fare la voce grossa c’è la carne altoatesina, come la tartara di manzo. E poi il pane: ci sono sei varietà tra lo cui lo schüttelbrot, preparato con farina di segale e multicereale. Io non resistere allo strudel di mele.

Alla scoperta della Svezia

bjork milanoL’unico ristorante di cucina svedese a Milano è in via Panfilo Castaldi. Björk Swedish Brasserie propone una carta che esalta la cucina nordica ma anche l’ambiente aiuta. Colori e profumi delle foreste svedesi, il rosso delle pareti è lo stesso dello smalto da legno per impermeabilizzare e proteggere le case svedesi sulle coste e nei boschi. Da mangiare, meglio se sistemati sul bancone, tanto salmone, carne di renna e alce, ma anche piatti vegetariani. Puoi assaggiare il Kalix lojröm, servito su purè di pastinaca crispy di pane nero, créme frâiche affumicata, erba cipollina; oppure il caviale svedese di coregone, una specialità prodotta ancora a mano dalle famiglie di Kilix, solo per cinque settimane all’anno. Una prelibata rarità.

Per la pizza in Buenos Aires

marghe milanoUn po’ prima di Porta Venezia, in via Plinio c’è Marghe. Tra le pizze che si credono gourmet, a Milano, è una delle mie favorite perché alla fine della cena resta leggera e i condimenti sono originali, con ottimi prodotti italiani, ma senza mai risultare pretenziosi. L’unica pecca? Non si può prenotare. Sperare di sedersi al sabato sera implica un’attesa che potrebbe far desistere anche i più motivati.

Per la cena dopo il cinema

casa mia milanoLa cucina resta aperta fino all’una e mezza. Il Casa Mia è uno dei cocktail bar dopo si beve alla grande e dove trovo sempre uno scotch whisky nuovo da assaggiare. Il menù è ristretto, in stile bistrot, ma torna utilissimo quando una sera si esce tardi dal cinema e ci si è dimenticati di cenare. Ottime le tartare di pesce: di salmone, avocado e caviale di cous cous; di pesce spada, mango, pinoli tostati e menta; di salmone affumicato, formaggio fresco, timo, sesamo nero, pepe e lime. Da bere? Signature cocktail e oltre 600 etichette di distillati.

Per bere qualcosa di buono dopo cena

kilburn milano bancone
Altra meta da tenere bene a mente? Il Kilburn, siamo in Panfilo Castaldi. Ennio cura con un’attenzione sapiente la cocktail list che segue la stagioni ma non dimentica mai la qualità. Ambiente elegante ma anche internazionale, come il mood di Londra, dove la certezza è quella di scoprire una sfumatura diversa di gusto ad ogni sorso dal bicchiere. Una intramontabile sicurezza.

Foto di copertina di Delicatessen Milano

Ti piacciono questi articoli? Iscriviti gratis alla newsletter di 2night

ORA PUOI LEGGERE:

Less is more: i piccoli cocktail bar di Milano dove si beve alla grandissima

Tanto spazio rischia anche di risultare dispersivo. Ne risentirebbe l’intimità dell’uscita di coppia, oppure poi ti tocca strillare per farti sentire dal tuo amico vicino. A Milano ci sono locali...

di fabrizio arnhold