capodanno palermo · locali Palermo
Palermo

Antica Focacceria San Francesco Palermo



ORARIO:  Aperto tutti i giorni dalle 12:00 alle 00:00, escluso il martedì.

TEL:  091320264   FAX:  0916128855

map

MUSICA:

"Pani ca' meusa", arancine, panelle, crocchè

recensione 2night: antica focacceria san francesco

La Focacceria già dal 1834 si afferma come il primo locale pubblico dove poter consumare dei piatti tipicamente palermitani: lo sfincione, la focaccia schietta e la focaccia maritata. Molte sono le storie miste a leggende e dicerie popolari che vedono questo locale quale scenario di incontri tra personalità famose nel campo della politica, dell'arte e della cultura nel corso degli ultimi tre secoli.... LEGGI TUTTO

Nel corso degli anni l'Antica Focacceria è stata oggetto di manutenzioni al fine di preservare il valore storico del locale. Il ristorante è recensito nella guida Osterie d'Italia di Slow Food, nella guida de Il Gambero Rosso e in tutte le principali guide turistiche e oggi come allora è frequentata da politici, storici, appassionati d'arte, attori di fama mondiale e nazionale, ed è anche meta indiscussa di tutti i turisti che visitano Palermo.


La trasformazione più evidente consiste nel fatto che, pur mantenendo le tradizioni storiche del locale, gli attuali eredi (i fratelli Conticello) hanno iniziato un processo di riqualificazione aziendale che tende a dare una qualità totale ai prodotti in vendita oggi, decisamente più vari di un tempo ma comunque perfettamente in tono con la gastronomia tradizional popolare Palermitana.

Oggi l'antica focacceria s. Francesco offre alla sua clientela le panelle (piccole frittelle di farina di ceci), gli arancini (con carne, burro, pollo o verdure), le pizze, primi piatti tipici (bucatini con sarde, tonnarelli cacio e pepe, rigatoni con pesce spada, pomodorini e menta), un'accurata selezione di pasticceria Siciliana (cannoli, cassate, bianco mangiare all’isolana) e alcuni piatti giapponesi (sushi e tempura).

(Marzo 2011)

2night 2011-03-04
 
comments powered by Disqus