fuorisalone milano · capodanno milano · locali Milano
Milano

Antica Osteria Del Ponte Cassinetta Di Lugagnano



ORARIO:  Aperto da martedì a sabato dalle 12:00 alle 00:00

TEL:  029420034   FAX:  029420610

Sito del locale    
map

DA MANGIARE:

Lasagnetta di pasta fresca ai cipollotti e tartufo nero di Norcia.

recensione 2night: antica osteria del ponte

Ben quattro forchette su cinque, due stelle rosse (che stanno per: cucina eccellente, meritevole di una deviazione) e una menzione per la carta dei vini particolarmente interessante: questo il giudizio che l’Antica Osteria del Ponte ha ricevuto dalla Guida ai Ristoranti 2007 di Michelin.
Un bel 16,5, pari a due cappelli (ristorante eccellente, di altissimo livello), è il voto che il locale riceve... LEGGI TUTTO dalla Guida 2007 de l’Espresso, che lo segnala anche per la particolare cura nella ricerca e nel servizio dei vini e per la piacevolezza dell’ambiente.
Due forchette e 88 punti anche nella Guida del Gambero Rosso, che dà 50 punti per la cucina (eccellente), 18 per la cantina (di grande pregio), 9/10 per il servizio e l’ambiente, 2 punti di bonus su 5 per la precisione del servizio, la gradevolezza degli ambienti e il menu lunch di due portate più dolce, proposto ad un prezzo sorprendente. Purtroppo, però, viene segnalato come svantaggioso il rapporto qualità/prezzo nel suo complesso.
Il ponticello sul Naviglio, un edificio del ‘500 ed ecco il paradiso dei buongustai: l’Antica Osteria del Ponte propone una fantastica cucina creativa, servita in antichi spazi con travi a vista.
Nel rutilante mondo della ristorazione moderna, sempre più alla ricerca dell’effetto sorpresa fuori e dentro il piatto, la raffinata ospitalità della dimora di campagna dei Santin può sembrare un esercizio di stile ormai sorpassato. Risulta così solo per chi cerca il colpo di scena a tutti i costi, perché adagiarsi nell’atmosfera placida, rilassata, di uno dei locali che ha fatto la storia della ristorazione italiana d’eccellenza, resta un’esperienza di godimento assicurato. Gli elementi ci sono tutti, dall’ambiente di tono al servizio curato in ogni dettaglio. E soprattutto c’è l’espressione della cucina di Ezio Santin: precisa, scrupolosa, bilanciata, semplicemente perfetta. Come mettere in banca il gusto, senza rischio e pericolo (per i colpi di testa – o di genio, per chi ne è dotato - prego accomodarsi altrove). Esemplare il nuovo micro menu, una decina di portate eccellenti (145 euro, vini a bicchiere scelti dal sommelier compresi) giustamente dosate per appagare senza appesantire. Tanti sapori, mai una nota stonata. Da provare i gamberi di San Remo marinati con cipollotto fresco e caviale italiano, la lasagnetta di pasta fresca ripiena di melanzane confit e burrata d’estate, il filetto di rombo ai funghi porcini in autunno.
Menzione meritano il pane e i grissini fatti in casa, il vassoio dei formaggi (ben accompagnati e ben presentati), pre-dessert strepitosi. Complesso, ma meno convincente (anche la piccola pasticceria non eccelle) il dolce: mousse pralinata, crema al caffè arabica, sfogliatina di mele renetta.
Imponente la lista dei vini che può fregiarsi delle tante e prestigiose etichette stivate in cantina negli anni buoni per gli acquisti.

Il locale, iscritto a Le Soste, dispone di 40 coperti, è quindi sempre preferibile prenotare, e rimane chiuso dal 25 dicembre al 12 gennaio e in agosto. Alla carta si spendono circa 88-1128 euro.

(ottobre 2009)

2night 2009-10-23
 
comments powered by Disqus