LOCALI E RISTORANTI · EVENTI OGGI ODERZO · PROMOZIONI
capodanno treviso · locali oderzo

Gran Casa Oderzo



ORARIO:  Aperto da lunedì a sabato dalle 19:30 alle 22:00, da martedì a domenica dalle 12:00 alle 14:00

TEL:  0422814571, 0422717867   FAX:  0422500260

map

DA MANGIARE:

Menù à la carte stagionale di pesce e carne con specialità di pesce crudo, zuppa di pesce, lumache alla bourguignonne, filetto alla tartare, millefoglie alla crema soffice

DA BERE:

Ampia selezione periodica di vini italiani ed esteri al calice o in bottiglia

MUSICA:

Sottofondi jazz

recensione promozionale

Gran Casa, Dove La Ristorazione Diventa Arte

Storia, tradizione, cultura. Alle porte dell’antica Oderzo, che congiunge le colline dell’alto trevigiano con la riviera di Jesolo e Caorle, a salutare i viandanti è l’Hotel Ristorante Gran Casa: un locale dove mare e vigneto s’incontrano anche a tavola.
Grazie all’amore per la ricerca, allo spirito artistico e all'esperienza enogastronomica, Luca Bragato è diventato un’autentica istituzione fra gli opitergini:... LEGGI TUTTO insieme alla moglie Patricia, al Gran Casa ha saputo negli anni rinnovare l’ambiente con gusto, impreziosirne la cucina, e perfezionare un’offerta d'inconfondibile valore.
 
CUCINA CLASSICA, NOSTRANA E INTERNAZIONALE
Nel menù del ristorante trovano spazio diverse scuole.
In primis la gastronomia trevigiana, forte di quella stagionalità che caratterizza molti piatti e ingredienti tipici della Marca Gioiosa: risotto con scampi e radicchio, scaloppa di fegato grasso con mele renette, code di gambero con radicchio e pancetta croccante su crema di cannellini, sopa coada preparata secondo ricetta originale del ‘500.
Ampia attenzione è riservata alla Serenissima, il cui distretto ittico, si sa, non teme rivali: tutto il pesce arriva dai mercati di Caorle, Venezia e Chioggia, rinfrescando le proposte della casa con una scelta sempre nuova. Si può, ad esempio, inziare con del dentice mantecato, proseguire coi maltagliati di pasta fresca alla polpa di gransoporro e rosmarino, e chiudere in bellezza gustando una fritturina a base di pescato giornaliero. Vanto dello chef è poi la superlativa Zuppa di Pesce Classica: tra molluschi e crostacei, ben 10 specie diverse vengono sfilettate, cotte e quindi lavorate separatamente, così che ad ogni cucchiaiata se ne distingua il caratteristico sapore, amoreggiando sul palato con ogni singolo pezzo di pesce.
Accanto alla cucina regionale nostrana, il ristorante si concede un excursus in quella parigina, che si sposa al ricettario del Gran Casa sia “francesizzando” la presentazione d’ogni piatto con raffinate composizioni, sia inserendovi vere e proprie squisitezze d’oltralpe: dalle lumache alla bourguignonne alla tartare di tonno con capperini e mousse di avocado e mango, dalle ostriche Fine Claire n.3 Bretagne al torcione di fegato grasso d’oca con mostarde e pan brioche... Diverse, insomma, sono le chance per tingere di grandeur la vostra cena.
 
L'ENOTECA 
Accogliente quanto il ristorante, ma più idonea ad un convivium tra amici, è l’Enoteca Borgo S. Rocco, che comunica col locale principale occupando due sale adiacenti: la stanza invernale, dove troneggia un maestoso affresco raffigurante la piazza del mercato nel 1914 (dipinto dallo stesso Bragato, appassionato di pittura quanto di cucina), che assieme al curato arredamento in legno offre agli avventori il colpo d’occhio di un antico bistró; e l’ampia terrazza esterna, che nei mesi estivi è il posto più piacevole di tutto il Gran Casa, con la sua brezza ad accarezzarne i tavolini.
Il ristorante, naturalmente, beneficia della bontà di quest’enoteca, che propone 30 referenze di rossi italiani e francesi nonché 30 etichette fra bianchi, prosecchi, franciacorta, rosé e champagne. Tutti vini ordinabili sia in bottiglia sia al calice: membro storico del Circolo delle Enoteche, il Gran Casa promuove infatti la filosofia dello stappare anche per un solo calice.

ACCOGLIENZA E STILE
Se nella calda stagione sono enoteca e terrazza a diventare protagoniste, durante l’anno è il ristorante classico a coccolare e vezzeggiare gran parte dei clienti, sulle note di sottofondi jazz. Suddiviso in più sale comunicanti con un bel patio estivo, traduce in interior design l’amore di Bragato per l’arte. Ad esempio, una stanza molto romantica è dipinta in rosso pompeiano e grigio antrancite, adornata con un grande specchio "Caadre design" by Philippe Starck e delicate stampe naturalistiche, le poltrone sono comode Frau in pelle e color magenta, mentre all’illuminazione provvedono lampade a corno di rinoceronte di Fontana Arte (esposte alla Peggy Guggenheim). Un’altra sala, dedicata all’esposizione di quadri, è così bianca e luminosa da sembrare quasi eterea, perché gode di un avanzato sistema di luci atto a valorizzare i dipinti, corredato di vetrate al soffitto: è un angolo degno di venire riservato per banchetti cerimoniali, feste di compleanno ed altri eventi celebrativi.
 
CENE AZIENDALI
Grazie all’ambiente classico ed elegante e alla completezza del servizio, il Gran Casa è posto ideale per organizzare un pranzo di lavoro a prezzo convenzionato o prenotare una sala per un cocktail con colleghi e partner. Vi è offerta una folta gamma di opzioni per concordare un menù ad hoc con la formula all-inclusive, alla quale non verrà mai aggiunto alcun sovrapprezzo, nemmeno il coperto.

Fondendo le due passioni della vita, Bragato ha fatto della ristorazione un’arte. Prenotate un tavolo a lume di candela, organizzate una cena coi vostri clienti, invitate gli amici a festeggiare: qui c’è del gusto in ogni cosa, signori.
recensione 2night: Gran Casa

Classico ristorante, ricco di salette, ciascuna col proprio ricercato stile. II Gran Casa è un locale pregno di tradizione: alta cucina che abbina ricette originali del territorio (es. sopa coada del '500) con nobili piatti internazionali, presentati con grande cura. Disponibili menù a prezzi convenzionati per cene aziendali e feste, a cui ben si prestano l'apposita stanza e il patio estivo.
A due passi da Oderzo centro (sul navigatore cercare "Via Garibaldi 200").

Inverno 2016

2night 2016-02-01
 
comments powered by Disqus