Sakura Japanese Restaurant Tradate Tradate



ORARIO:  Aperto tutti i giorni dalle 11:00 alle 14:30 e dalle 18:30 alle 23:30

TEL:  0331814232  

map

DA MANGIARE:

cucina giapponese

DA BERE:

birre e tè giapponesi, saké

recensione promozionale

Sakura, La Cucina Giapponese A Tradate

Sei chef con grande esperienza lavorano in cucina per garantire sempre massima cura e qualità ad ogni piatto.

L’ambiente è accogliente e informale, il personale simpatico e attento. Gli arredi seguono la filosofia giapponese che si contraddistingue per le linee pulite, il design minimal, l’utilizzo di materiali naturali e gli spazi open space.

Aperto 7 giorni su 7 a pranzo e a cena. Il luogo... LEGGI TUTTO ideale in cui fare una sosta durante lo shopping, con una selezione di menu fissi a pranzo da 10 a 15 euro, bevande escluse.

La sera è possibile scegliere tra le ricche proposte del menù alla carta con la formula all you can eat, ordinando tutto ciò che preferite a soli 25 euro a persona

Lo chef consiglia la specialità della casa: sakura maki, roll in riso con all’interno gambero, avocado, surimi di granchio e all’esterno tonno, salmone branzino, avocado. 

Vasta scelta di piatti cotti al vapore, alla griglia o in tempura, per stupire piacevolemente anche i palati che non amano le specialità a base di pesce crudo.

Take away sia in loco che con ordine online sul sito Sakura.
recensione 2night: Sakura Japanese Restaurant Tradate

Dal Centro Commerciale La Fornace a Via Passerini, il ristorante Sakura ha riaperto a maggio 2013 nella nuova sede di via Passerini mantenendo, però, intatta la sua proposta tutta incentrata sulla cucina giapponese. Location curata e minimal, in cui poter fare una sosta durante lo shopping e gustare non solo il sushi, ma anche tanti altri piatti della cucina giapponese, con varie proposte dedicate anche a chi non ama il pesce crudo. A pranzo, vasta scelta di menu fissi da 10 a 15 euro. A cena, menu all you can eat a 25 euro. Disponibile il servizio take away.

Agosto 2013

2night 2013-08-07
 
comments powered by Disqus