LOCALI E RISTORANTI · EVENTI OGGI PADOVA · PROMOZIONI
capodanno padova · locali padova

La Yarda Padova

TIPO:barCON CUCINA:bacarocreativapanini


ORARIO:  Aperto da lunedì a sabato dalle 10:00 alle 00:00, domenica dalle 18:00 alle 00:00

TEL:  3483232000  

Su Facebook    
map

DA MANGIARE:

cicchetti, panini e primi piatti

DA BERE:

birra, cocktail, spritz creativi

MUSICA:

reggae

recensione promozionale

PERCHÉ DEVI PROVARE LA TRATTORIA LA YARDA

IL PRANZO A KM 0 
- A pranzo la Trattoria La Yarda offre un menù vario, sempre differente e a km 0. Le verdure sono solo di stagione e le materie prime vengono direttamente dagli alimentari Sotto il Salone. Tanta qualità, prodotti tipici regionali, Veneti e Pugliesi, e  un mix di fantasia e tradizione per soddisfare tutti i gusti.
 
- Andrea Mezzalira, proprietario e chef, insieme ai ragazzi in cucina... LEGGI TUTTO mette nei suoi piatti passione e professionalità e riesce ad accontentare tutti: piatti vegetariani e vegani saporiti ma anche hamburger preparati a regola d’arte, con la carne  consegnata in mattina, le verdure fresche e le salse fatte in casa.
 
 - Non solo primi o secondi, anche le piadine e i tost sono preparati al momento e con prodotti d’alta qualità. La partnership con i rivenditori Sotto il Salone permette ad Andrea e ai suoi ragazzi di esaltare ogni singolo piatto, anche i più semplici. Pure gli spunciotti sono da competizione: dalle sarde in saor alle polpette di carne, ogni boccone è un trionfo di qualità e gusto!
 
TUTTI GLI SPRITZ DELL’UNIVERSO
- 30 tipi di spritz diversi trasformano il tipico aperitivo veneto in un trionfo di fantasia e guasto. Cioccolato, basilico, mandarino, sono solo alcuni degli aromi naturali che i barman (fenomenali!) utilizzano per inventare ogni giorno nuove varianti di spritz.
 
- La fantasia dello staff non finisce qui, infatti alla Yarda potete gustare anche un’infinità di Cocktail. Per fare qualche esempio: l’IVAN DRAGO, rum bianco, lime e pompelmo con l’aggiunta del cardamomo; o il POLVERARA, un pestato al gusto d’arancia; e ancora il JOY, vodka, zucchero di canna, lime, tonica e… zenzero.
 
- Se avete esagerato con le piade o gli hamburger… niente paura, alla Yarda hanno inventato il LORO amaro: rum bianco, marmellata di arance e cannella. Aiuta la digestione e soddisfa il palato!
 
LA CANTINA BIO E LE BIRRE ARTIGIANALI
- Non solo spritz e cocktail. L’anima da Trattoria la ritroviamo anche nei vini della cantina: il Vino Zanovello proviene direttamente dai Colli Euganei, come i prodotti biologici della Cantina Del Campo. E il vino della casa, rosso o bianco, non ha nulla da invidiare ai suoi colleghi imbottigliati.
 
- Sei un appassionato di birre artigianali? Ottimo, perché alla Yarda c’è un intero frigo dedicato al culto della birra: birrifici italiani, Elav, Crack, Arcadia, e birre straniere, come l’olandese Brouwerij’tis o la tedesca Weiherer. Tutto il luppolo che ti pare!
 
LA POSZIONE UNICA E L’ANIMA DANZANTE
- La trattoria la Yarda si trova in uno dei luoghi più belli della città: in Piazza Capitaniato. Comoda da raggiungere per gli universitari e i lavoratori che popolano il centro storico, la Yarda è perfetta per rinfreschi e cerimonie (dalle lauree ai matrimoni) e con la bella stagione il plateatico trasforma pranzi e aperitivi in momenti magici.
 
- Ogni venerdì sera, durante la stagione invernale, alla Yarda si balla il reggae. Vera passione di tutto lo staff e dei clienti più affezionati, la musica reggae invade la sala del locale: si mangia, si beve e si balla… One Love! 
recensione 2night: La Yarda

Taverna reggae style sotto i portici della splendida Piazza Capitaniato, la Yarda è un insieme di colori, sapori e suoni nato dalla fantasia di Mister Berto e soci dove tutta la città passa per sorseggiare una birra, un cocktail o uno dei numerosi spritz creati dai simpatici barmen. Perfetto per una serata di festa tra amici, è aperto fin dal mattino per gustose pause pranzo a base di freschissimi cicchetti, panini, insalate e primi piatti creativi dalle vibrazioni positive.

Autunno 2016

2night 2016-10-13
 
comments powered by Disqus