Allo Skyline Rooftop Bar ci sono 21 opere d'arte tutte da bere

Pubblicato il: 24 novembre 2019

Allo Skyline Rooftop Bar ci sono 21 opere d'arte tutte da bere

Vorrei sapere come ti comporti al bancone, se chiedi "il solito", se sfogli il menù in cerca di un'esotica divagazione ma torni sempre sui tuoi passi, se indaghi la lista per interminabili minuti e finisci per tirare a sorte. Ma in questo caso, quello dello Skyline Rooftop Bar di Hilton Mulino Stucky, non ha importanza. Perché la nuova cocktail list è un greatest hits di signature, 21 per la precisione, con tante miscele inedite, studiate dal bar manager Gabriele Cusimano, e 5 storici top seller che non si potevano proprio abbandonare. 


Prendendo l'ascensore per atterrare nel fascinoso Skyline si ha l'impressione di toccare il cielo con un dito, soprattutto al tramonto, quando i colori riempiono la visuale e inebriano i sensi a tutto tondo. Non hai mai desiderato di bere un sunset veneziano? Io sì, e la Signature List del Rooftop Bar è stata creata per realizzare il sogno di tutti quelli che non si accontentano di restare a guardare: io il tramonto lo voglio annusare, toccare, assaggiare.

L'esperienza multisensoriale è dietro l'angolo. Ti porgeranno una tavolozza, realizzata a mano e rivestita di tessuto, e al suo interno troverai tutti i cocktail disegnati in scala cromatica completi di nome, aggettivo rivelatore (fruttato, terroso, erbaceo...) e un punteggio relativo a dolcezza, asprezza e grado alcolico. Il consiglio è quello di farsi guidare dai sensi e tornare un po' bambini, osservando "le figure": gli ingredienti portanti sono rappresentati, in bianco e nero, attorno al drink. 


Un concetto rivoluzionario perché, come mi spiega Gabriele:"Si tratta di un viaggio artistico attraverso l'elemento più importante di Venezia, i colori. Inoltre, non abbiamo voluto creare nessuna divisione fra cocktail da aperitivo o da dopocena, la scelta è sempre libera al massimo". Inutile dire che i colori sono tutti naturali, derivati da polpe, succhi ed estratti preparati in casa. In fin dei conti:"Anche i cocktail sono un'opera d'arte".


D'arte e di avanguardia, perché il team di Skyline è in continuo contatto con i colleghi di Hilton provenienti da ogni parte del mondo. In poche parole, se c'è un nuovo trend nell'aria, Gabriele lo sa, lo elabora e te lo serve in una coppa scintillante. Proprio come ha fatto per Lily Rose Depp (sì, la figlia di Johnny Depp e Vanessa Paradis) a cui è stato dedicato, e servito in esclusiva, il mio signature preferito: il Lily Rose, bello e delicato come la sua musa. 


Tra i più "effetto wow" c'è anche lo Stardust: una polvere di stelle azzurro accecante che evoca le note speziate dell'anice. Basta decidere da dove vuoi iniziare il tuo viaggio. Esci in terrazza, guarda il cielo e diventa un tutt'uno con la magia cromatica di Venezia. Poi prendi in mano la tavolozza e scegli la tua opera d'arte, tutta da bere.

Immagini di Chiara Rigato per Skyline Rooftop Bar Venice

  • CENA BLOGGER
  • RECENSIONE

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Vin brulé, brezel e frittelle di mele come non ci fosse un domani: i mercatini di Natale più belli (e famosi) d'Europa

Quello che entusiasma di più dei mercatini di Natale è il cibo, che siate in mood natalizio o di umore nero, poco importa.

LEGGI.
×