La 24esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare diventa digitale

Pubblicato il: 18 novembre 2020

La 24esima Giornata Nazionale della Colletta Alimentare diventa digitale

Dal 21.11 all'8.12 si potrà donare grazie ad una Charity Card. La Colletta Alimentare quest'anno sarà online grazie alla collaborazione tra Epipoli e Banco Alimentare

Una data importante quella del 28 novembre che ogni anno permette di raccogliere importanti fondi necessari per destinare pacchi alimentari a centinaia di famiglie. Quest'anno la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare si fa ancora più speciale. In un anno di crisi come quello che stiamo vivendo due importanti realtà, Banco Alimentare, da sempre impegnata nel progetto, e Epipoli, si uniscono per rendere tutto "smart". L'obiettivo? Far sì che il distanziamento non disperda gli sforzi dei volontari e le spinte di generosità dei tanti che hanno sempre donato. Per questo quest'anno i fondi verranno raccolti direttamente online. 

Infatti, per garantire la continuità di questa ricorrenza tutelando la sicurezza di chi dona e di chi riceve, Banco Alimentare ha scelto Epipoli, gruppo fintech italiano leader di mercato nelle carte prepagate, nei sistemi di engagement e di couponing, per sviluppare la nuova Charity Card del Banco Alimentare e rendere la Colletta Alimentare digitale.

Banco Alimentare: un impegno costante 

Ad oggi la Fondazione Banco Alimentare coordina una fitta rete che comprende: 21 circoscrizioni regionali e 7448 strutture caritative convenzionate. Questo ha permesso di distribuire 75.449 tonnellate di derrate alimentari nel corso del 2019. La Colletta Alimentare dell'anno scorso ha coinvolto circa 13.000 supermercati in tutta Italia e ha permesso di raccogliere 8.100 tonnellate di beni alimentari, l’equivalente di 16.200.000 pasti. Quanto raccolto, insieme a quanto recuperato dal Banco Alimentare nella sua ordinaria attività durante tutto l’anno, è stato distribuito a circa 7.500 strutture caritative che assistono oltre 1,5 milioni di persone.

Negli ultimi 5 anni, con la Giornata Nazionale della Colletta Alimentare, sono state raccolte 41.628 tonnellate di cibo equivalenti a 83.256.082 pasti per persone bisognose. 

La Charity Card 2020: cambia la forma ma non la sostanza 

Anche quest'anno si conferma l'impegno per la raccolta fondi che, come scrive la Fondazione sul sito, "Rinnova la forma ma non la sostanza"

La colletta quest'anno sarà infatti “dematerializzata”: dal 21 novembre all’8 dicembre saranno disponibili alle casse dei supermercati delle card da 2, 5 e 10 euro che verranno convertite in prodotti alimentari per tante persone in difficoltà. Sarà possibile partecipare alla Colletta anche online su Amazon.it, (dal 1 al 10 dicembre) Esselungaacasa.it (dal 21 novembre al 10 dicembre) e Mygiftcard.it (dove sono già disponibili). 

Raccontano gli organizzatori: “Al termine della Colletta, il valore complessivo di tutte le card sarà convertito in prodotti alimentari non deperibili come pelati, legumi, alimenti per l’infanzia, olio, pesce e carne in scatola e altri prodotti utili. Tutto sarà consegnato alle sedi regionali del Banco Alimentare e distribuito, con le consuete modalità, alle circa 8mila strutture caritative convenzionate che sostengono oltre 2.100.000 persone. La storica iniziativa del Banco Alimentare, oltre a essere per la prima volta “dematerializzata”, non si esaurirà in una sola giornata, ma per 18 giorni (dal 21 novembre all’8 dicembre) le card saranno in distribuzione nei punti vendita che aderiranno alla Colletta e potranno essere acquistate on line. "

Le Card prendono quindi il posto degli scatoloni e diventano i nuovi “contenitori” della spesa. Una spesa che quest’anno non può più essere donata fisicamente, per ragioni di sicurezza sanitaria. Per le stesse evidenti ragioni di sicurezza non ci potranno essere nei supermercati i consueti gruppi di volontari entusiasti (145 mila fino allo scorso anno) che saranno presenti in numero ridotto solo il 28 novembre, compatibilmente con le norme vigenti nelle singole regioni.

La campagna di comunicazione digitale a sostegno della Colletta

La campagna di comunicazione a supporto della Colletta integra mezzi tradizionali al digital. Lo spot di lancio ha come testimonial Claudio Marchisio ed è stata relizzata da Mate. Inoltre sono disponibili online delle video Pillole create con la partecipazione di Paolo Cevoli.

La crisi non si ferma e la fame aumenta 

Afferma Giovanni Bruno, presidente della Fondazione Banco Alimentare Onlus: "Il bisogno alimentare cresce di pari passo con il crescere della crisi sanitaria che, ogni giorno di più, si manifesta come crisi sociale ed economica. Banco Alimentare ha reagito in questi mesi cercando di incrementare lo sforzo organizzativo messo in campo. Purtroppo col passare del tempo cresce anche il timore, lo smarrimento e per molti il rischio di rinchiudersi in sé stessi." 

E riprende le parole di Papa Francesco: "Da una crisi si esce o migliori o peggiori, dobbiamo scegliere. E la solidarietà è una strada per uscire dalla crisi migliori."

I benefici della raccolta del Banco Alimentare

L'impegno del Banco Aliementare si quantifica in benfici che vanno a toccare diversi ambiti:  
Sociale: alimenti ancora buoni vengono salvati e non diventano rifiuti, ritrovando una “seconda vita” presso gli enti caritativi che li ricevono gratuitamente per i loro assistiti e che così possono destinare le risorse risparmiate migliorando la qualità dei propri servizi.
Economico: donando le eccedenze, le aziende restituiscono loro un valore economico e, se da un lato contengono i propri costi di stoccaggio e di smaltimento, dall'altro offrono un contributo in alimenti importantissimo per chi è in difficoltà.
Ambientale: il recupero degli alimenti impedisce che questi divengano rifiuti, permettendo così da un lato un risparmio in risorse energetiche, quindi un abbattimento delle emissioni di CO2 nell'atmosfera, e dall'altro il riciclo delle confezioni.
Educativo: fin dalla sua origine, Banco Alimentare ha superato ogni aspetto assistenzialista ponendo al centro del suo agire la persona -concreta, unica, irripetibile - per “Condividere i bisogni per condividere il senso della vita”. 

La Colletta Alimentare, gesto con il quale la Fondazione Banco Alimentare aderisce alla Giornata Mondiale dei Poveri 2020 indetta da Papa Francesco, è resa possibile grazie alla collaborazione di volontari aderenti all’Associazione Nazionale Alpini, all’Associazione Nazionale Bersaglieri, alla Società San Vincenzo De Paoli, alla Compagnia delle Opere Sociali e altre associazioni caritative.

Per consultare i punti vendita aderenti e per avere maggiori informazioni segui questo link.

Photo by Nathan Dumlao on Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2021?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero

LEGGI.
×