'Scena unita': il successo della raccolta fondi per i lavoratori dello spettacolo

Pubblicato il: 14 novembre 2020

'Scena unita': il successo della raccolta fondi per i lavoratori dello spettacolo

Ha già registrato un notevole successo "Scena Unita", la raccolta fondi per i lavoratori dello spettacolo

Uno dei settori che più di tutti ha risentito della crisi economica nella quale ci troviamo, come effetto della pandemia, vi è quello dello spettacolo. Sipari chiusi, set televisivi e cinematografici chiusi, mostre disallestite: l'intrattenimeto e la cultura sono, in questa seconda ondata, ancora messi da parte. Per questo si sono uniti artisti e le personalità dello spettacolo italiano. L'obiettivo? Sostenere i lavoratori del settore anche attraverso nuove progettualità

Uno dei settori più colpiti 

Si calcola che il settore dell'intrattenimento e dello spettacolo sia uno dei più colpiti dalla crisi tanto che c'è la concreta possibilità che l'intero comparto non regga questo secondo stop. Il rischio che il sistema collassi è più che reale, sono numerosi i live club, i teatri, set e produzioni indipendenti e gli spazi dedicati allo spettacolo che da maggio a oggi hanno chiuso. Luoghi che  componevano il tessuto connettivo della scena culturale permettendo agli artisti di crescere, investendo spesso in  progetti  emergenti,  generando  opportunità  di emersione dal basso, di formazione e avviamento professionale.
 
Il settore dello spettacolo è un sistema complesso non sempre dotato di strumenti adeguati, sia da un punto di vista di inquadramento professionale che rispetto al sostegno economico alle realtà che lo compongono da parte dello Stato. L'emergenza sanitaria ha generato un peggioramento progressivo della situazione economica del settore che oggi rende non sostenibile la sopravvivenza delle persone e delle realtà, profit e no profit, che in esso operano. 

"Scena unita per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo": una risposta

Una risposta al difficile periodo è rappresentata da "Scena Unita" che vede l'unione di protagonisti della Musica e dello Spettacolo per combattere il dissesto.
È la risposta del mondo degli artisti per supportare in modo diretto e concreto quei lavoratori senza i quali la loro arte non può prendere forma. Il mondo degli artisti si unisce, così, a quello degli enti privati per dare un contributo concreto alla filiera, cercando anche di guardare ad un possibile futuro.
  
Il Fondo Scena Unita - per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo sarà gestito da CESVI, organizzazione umanitaria italiana laica e indipendente, in collaborazione con La Musica Che Gira e Music Innovation Hub.
 
In quanto dedicato ai lavoratori dello spettacolo, non si potrà pensare di prescindere dalla partecipazione del pubblico e di chiunque voglia e possa aiutare un settore senza il quale il mondo sarebbe, senza dubbio, un posto più brutto.
Sarà tuttavia indispensabile il supporto del tessuto industriale e d'impresa, che spesso è partner di eventi, festival e concerti e creazione di contenuti audiovisivi. 

Chi ha già aderito  

Ad oggi hanno aderito Amazon Prime Video, che ha deciso di supportare la comunità creativa e i lavoratori  del  settore e  altri  brand  come  Intesa  SanPaolo,   Estetista   Cinica, Fendi, Vertigo, Friends &Partners, Magellano Concerti, Vivo Concerti, Live Nation, Arcobaleno Tre  Srl,  Sony  Music  Entertainment  Italy,  Warner  Music,  Universal  Music Italia, FIMI, Endemol Shine, Fremantle Italia, Layla Cosmetics, Trident, BPM Concerti, 42   Records,   Bomba   Dischi,    Eclectic,    DNA    Concerti,    Tanta    Roba,    Alchimia,  SDL    che costantemente   collaborano   con   il  mondo   dello   spettacolo   per   veicolare   identità   e valori.  È importante che anche in questo caso il sodalizio persista.

Chiunque  potrà  donare  attraverso  la  piattaforma  di  crowdfunding  ForFunding.it  messa  a disposizione  da  Intesa  Sanpaolo  che,  fin  da  subito,  ha  creduto  nella  validità  del  progetto  e  ha fatto partire  oggi  la  raccolta  fondi  con  una  propria  generosa  donazione.  I  clienti  della  banca, tramite  gli  oltre  7.000  sportelli  ATM  di  Intesa  Sanpaolo,  potranno  anche  donare  1  euro  al progetto inmodo rapido, intuitivo e sicuro durante l’operazione di prelievo. In entrambi i casi, ogni euro donatoverrà interamente versato al progetto “Scena Unita”.

Il fondo SCENA UNITA - per i lavoratori della Musica e dello Spettacolo ha il patrocinio     del Ministero per i beni e delle attività culturali e per il turismo.

Photo by Avel Chuklanov on Unsplash
 

  • NOTIZIE
  • CONCERTI

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2021?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero

LEGGI.
×