Piazza Bologna non è solo universitaria: dove farsi una bella cena

Pubblicato il: 30 ottobre 2019

Piazza Bologna non è solo universitaria: dove farsi una bella cena

Alcuni quartieri di Roma ti rimangono impressi nella memoria. Piazza Bologna è uno di questi. Un crogiolo di persone di tutte le etnie che vivono in un quartiere  in prevalenza universitario ma capace di attirare persone differenti sia per ceto sia per gusti. Qui vivono gli ex studenti che si sono innamorati di Roma, vivono ancora famiglie romane veraci e si trasferiscono persone da altri quartieri. Un quartiere vivo e colorato impreziosito da posti molto carini in cui farsi una bella cena.

 

Per la cucina tipica


Ci sono locali che nascono con l'intenzione di accontentare tutti. Nessuno escluso. La Trattoria Neno è uno di questi. Un locale moderno, esteticamente impeccabile, posizionato in una zona di passaggio, in grado di soddisfare qualsiasi voglia con la sua proposta di cucina regionale e nazionale. Niente male la carbonara al tartufo e lo spaghettone col gambero. Fra i secondi spicca il galletto al mattone, dal gusto saporito e deciso. Un locale che non ti aspetti nel cuore della movida universitaria.
Via Ravenna 30, tel. 06 4429 0319

Per la pizza


Aprire un locale a Piazza Bologna non è semplice, soprattutto se la gestione prima della tua ha fatto un flop colossale. Quelli di Posto ci sono riusciti. E propongono una pizza che sta prendendo piede a macchia d’olio. Il locale sta iniziando a riempirsi anche in settimana e il personale, attento e premuroso, sta raccogliendo i primi frutti. L’idea vincente di questa pizza è mescolare sapientemente gli ingredienti dell’impasto: una pizza che profuma di pinsa leggera, morbida, soffice e altamente digeribile. Chi è andato a mangiarla una volta, ne parla solo bene.
Viale delle Province 16/20, tel. 06 4555 1905

Per il pesce


Il romano, tendenzialmente, ama mangiare il pesce con i piedi nella sabbia ed è restio a prenderlo in locali in città. Ci sono però delle eccezioni. Da Enrico a Piazza Bologna è una di queste. Questo ristorante è cresciuto assieme al quartiere e la clientela ordina ad occhi chiusi. Anche il pesce. Cozze di prima qualità, salmone marinato di livello eccellente. Anche i primi sono da urlo e se ti piacciono le vongole eccoti accontentato: spaghetti alla vongole, orecchiette fiori di zucca e vongole, gnocchi vongole e punte di asparagi. E poi i secondi: orata al forno e calamaro alla piastra da leccarsi i baffi. Se non fosse per i rumori della città, sembrerebbe di essere al mare.
Via Michele di Lando 28/36, tel. 06 4423 7738

Per la carne


A Piazza Bologna manca una vera e propria steak house, ma c’è un posto che sa comunque regalare emozioni. Si tratta de L’Arrosticinaro, un locale che spiega in maniera molto chiara quale sia la sua filosofia di vita: salumi, vino e arrosticini a volontà. Il fatto che esista un altro locale a Talenti e che sia una sorta di franchising potrebbe far pensare che la carne è di minor qualità, invece non è così. La carne di pecora è pazzesca, la cottura nella fornacella (tipica abruzzese) ne esalta ancora di più la sapidità. I prezzi? Ampiamente al di sotto della media. Un arrosticino costa solo sessanta centesimi. Se entri qui con la fame, potresti fare delle follie…
Via della Lega Lombarda 54, tel. 06 6450 3377

Per la cucina gourmet


Esperienza, qualità, passione. Questi gli ingredienti di Uve e Forme, dove tradizione e innovazione si fondono in piatti storici interpretati in chiavi moderna e variati a seconda della stagionalità. Fra gli antipasti spiccano i gamberi rosa panati al sesamo con salsa di mele e mango e il carpaccio di petto d’oca affumicata con valeriana, arancia e pachino. I primi: spaghetti alla bottarga e croccante di pane su stracciatella, tagliatelle alla gricia con fiori di zucca su fonduta di pecorino. Fra i secondi, la millefoglie di filetto di Scottona biologica con triangoli di pasta brisee, carciofi croccanti e scaglie di Parmigiano Reggiano. 
Via Padova 6/8, tel. 06 4423 6801

Per la cucina africana


C’è un po’ di Eritrea a Piazza Bologna, al Ristorante Sahara. La location è in linea con la proposta culinaria e gli arredi sono ricercati. Una delle caratteristiche principali della cucina africana è la corposità dei piatti, sempre abbondanti e caratterizzati dalla commistione di sapori. Qui si possono mangiare piatti molto saporiti come i triangolini di pasta fritti, ripieni di carne macinata o lenticchie spezzate con humus e awaze. Semplicemente divino lo zighinì, il piatto principe della cucina eritrea: bocconcini di manzo o agnello in salsa berberé con tuntumu e alicia. 
Viale Ippocrate 43, tel. 06 4424 42583

Immagine in alto: Pagina Facebook Da Enrico

  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le risto-pescherie da non perdere in Italia. Ovvero, quando il pesce va direttamente dal banco alla tavola

Non solo una pescheria, non del tutto un ristorante, ma tutte e due le cose insieme.

LEGGI.
×