​Le discoteche riaprono dal 10 luglio col criterio Green Pass

Pubblicato il 23 giugno 2021 alle 10:24

​Le discoteche riaprono dal 10 luglio col criterio Green Pass

Il ritorno alla normalità sembra oramai vicino anche per il popolo della notte.

L’ufficialità sembra solo una formalità, pardon il gioco di parole, ma dal 10 luglio il popolo della notte potrebbe tornare a scatenarsi in discoteca, così come in balere e sale da ballo. Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa, che da giorni tratta con i gestori dei locali, ieri si è visto con il titolare del ministero, Roberto Speranza, e al termine del faccia a faccia ha annunciato che: “entro i primi dieci giorni di luglio le discoteche potranno riapre con il criterio del green pass”.

Regole

Per tornare a ballare o si è fatta almeno una dose di vaccino o si è guariti dal Covid negli ultimi sei mesi, oppure si fa un tampone.

Va bene consentire l' ingresso a chi è munito di green pass, ma il CTS per ora vorrebbe limitarsi a dare il via libera soltanto ai locali all'aperto. Anche se il pressing delle forze politiche sale, con il ministro del Turismo Garavaglia che sollecita la riapertura “rispettando i protocolli”, mentre il presidente del sindacato dei gestori Silb, Maurizio Prasca, chiede di non andare oltre il 4 luglio e invita il Viminale a vigilare sugli abusivi, che avrebbero già aperto le danze senza rispettare alcun protocollo di sicurezza. Un gioco di forze ed equilibri.

Mascherine e varianti

Il ritorno alla normalità passa anche attraverso la firma dell'ordinanza con cui Speranza ufficializza lo stop all'obbligo di mascherine all'aperto dal 28 giugno.

La “grande paura” per contesti ad alto tasso di contagio come i locali, in generale, ma da ballo ancora di più, è costituita dalle varianti con le quali tocca fare ancora i conti. La Delta in particolare, più contagiosa del 60% della inglese, e che ancora non si è capito in che misura riesca a bucare i vaccini.

Foto di copertina by ibuki Tsubo on Unsplash

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​I 100 luoghi più belli del mondo

Sono quelli scelti da Time Magazine: dell'Italia fanno parte la Toscana, grazie anche al progetto “Uffizi diffusi”, insieme a Sicilia e Venezia.

LEGGI.
×