A Milano anche la cucina indiana ti fa sentire a casa

Pubblicato il 26 novembre 2020

A Milano anche la cucina indiana ti fa sentire a casa

Un vero e proprio punto di riferimento a Milano per chiunque adori i sapori etnici e la cucina indiana, è un ristorante che sa di casa. A rendere l’ambiente piacevole e confortevole le bellissime lampade a forma di fuoco, vero tratto caratteristico del locale ma anche e soprattutto il sorriso del suo titolare, Jinsu Gurung che si unisce alla gentilezza unica di sua moglie. 

“All’inizio del nuovo lockdown - racconta il titolare Jinsu Gurung - non sapevamo come fare. Il locale questa estate aveva ripreso il ritmo. I tanti affezionati tornavano e vedevamo anche tante facce nuove. Poi di nuovo la chiusura. È stato un momento difficile”. 

Ma Jinsu non si è dato per vinto. Con la sua proverbiale calma e con il suo spirito ottimista e rassicurante ha reagito e racconta: “Che fare? L’idea di chiudere era esclusa. Non potevamo dire di no ai tanti che già ci chiamavano per avere informazioni. Abbiamo deciso di continuare a testa alta”. 

E così, uno dei ristoranti indiani storici di Milano (aperto 23 anni fa), situato nell’incanto dell’Arco della Pace, non ha mai spento i fuochi. Tutto lo staff continua ad essere presente e a coordinare i tanti ordini che arrivano a pranzo e a cena per il servizio di delivery e per l’asporto. 

Dimmi qualcosa in più sul vostro servizio pensato per questo periodo. 
"In realtà avevamo già un servizio delivery e l’asporto era sempre possibile. Abbiamo sempre voluto “coccolare” i nostri clienti anche a casa, a distanza ma ora l’abbiamo ampliato. Purtroppo non possiamo offrire i nostri spazi ampi e accogliere qui all’interno a causa delle nuove disposizioni in materia ma ci sembrava un dovere non chiudere. Consegniamo a casa (su JustEat e Deliveroo) e siamo sempre aperti a pranzo e a cena per l’asporto tutti i giorni, escluso il lunedì a pranzo”

Durante il primo lockdown il ristorante è rimasto chiuso, giusto? 
Durante il primo lockdown abbiamo dovuto dire di no al servizio d’asporto e delivery: la notizia della chiusura ci è piombata addosso dall’oggi al domani e non eravamo pronti a tenere aperta la cucina solo per quei servizi. Durante l’estate abbiamo ricominciato a lavorare ma abbiamo, allo stesso tempo, “preparato il terreno” in vista di un’eventuale nuova chiusura. 

Perché avete deciso di aprire questa volta? 
Di certo non è stata una scelta facile. Effettuare solo asporto e delivery in un ristorante di questo tipo (basato sull’accoglienza, sui bellissimi spazi curati, sul servizio di qualità e sull’esperienza a 360°) era un peccato ma siamo fermamente d’accordo che con il piccolo contributo e con il sacrificio di ognuno di noi ne usciremo.

Durante il primo lockdown abbiamo avvertito il vuoto che abbiamo creato. Quando abbiamo riaperto all’inizio dell’estate in tanti ci hanno detto di essere mancati.” E continua: “Allora abbiamo pensato solo a questo all’inizio del secondo lockdown. A loro: a mantenere la relazione con i nostri affezionati, a non deluderli e ad essere di conforto con la nostra cucina in un periodo tanto duro”. 

Raccontami qualcosa sulla tua cucina…
Da Tara proponiamo una cucina indiana tradizionale attenta al gusto. Abbiamo adattato alcuni piatti troppo piccanti per un pubblico italiano ma le ricette sono quelle di una volta, tramandate di generazione in generazione. 

La cucina indiana è fatta di lunghe preparazioni come marinature o cotture di diverse ore. Abbiamo tante proposte vegetariane e vegane ma anche quelle più tradizionali di carne con il pollo (come il pollo tandoori) ed un buon numero di proposte di pesce. 

Quali sono i piatti più amati e quelli più richiesti in questo periodo?
In realtà c’è una grande varietà nelle richieste ma di certo la tipologia che va di più in questo periodo sono i curry, caldi e gustosi e le specialità cotte al forno tandoori. 

La cottura al forno tandoori ancora non è molto conosciuta qui in Italia. Di cosa si tratta? 
Tara è uno dei pochi ristoranti indiani a proporre questo antico sistema di cottura indiano realizzato nel tradizionale forno d’argilla a forma di campana rovesciata chiamato, appunto, tandoori. Pensa che questo forno oggigiorno non è presente nelle case indiane perché di difficile manutenzione. Sono presenti solo nei ristoranti.

Fra le prelibatezze cotte al forno tandoori le più amate sono: il Chicken Tikka Masala, un piatto di teneri bocconcini di pollo accompagnati da una cremosa salsa delicatamente speziata; il Chilli Chicken, speciale ricetta con pollo e verdure dal gusto agrodolce e lievemente piccante o ancora il saporitissimo Tandoori di crostacei, croccanti scampi e gamberoni marinati per almeno sei ore e poi cotti nel tandoori e poi il naan e il cheese naan, il pane indiano, cotto al momento nel forno tandoori. 

Oltre alle specialità tandoori, cos’altro consiglieresti? 
Tutto quello che abbiamo in menù passa da un’attenta selezione effettuata da tutto lo staff… quindi tutto! Però ti posso dire cosa va per la maggiore ultimamente:  il Chicken Balti, profumato e genuino o il vegetariano Kadai Paneer, amabilmente piccante. Poi una gran avrietà di riso: dal pulao a quello al limone perfetti per accompagnare tutti i curry. Poi tantissimi piatti a base di legumi, fonte di proteine vegetali dall’alto valore nutritivo. Tutta la cucina indiana non solo è buona e riscalda ma fa anche molto bene grazie all’uso delle spezie, veri toccasana anche per combattere i malanni stagionali e rafforzare il sistema immunitario. 

Mentre parla gli si illuminano gli occhi. La pandemia c’è e purtroppo non si sa ancora quando potremo tornare alla normalità ma la sua gentilezza fa sentire a casa, anche a distanza. Il suo sguardo, fiero, guarda oltre questo difficile periodo. Conclude: “Non vediamo l’ora di accogliere nuovamente tutti qui. Nel frattempo invito tutti a chiamarci per chiedere qualsiasi informazione e per sentirci più vicini. Ne usciremo e saremo più forti di prima”. 

Sulla pagina facebook del locale sono disponibili tutti gli aggiornamenti ed il menu disponibile per asporto e delivery. 
Asporto e delivery a pranzo e cena tutti i giorni (escluso lunedì a pranzo). 
Info e prenotazioni: 02.3451635
Sito e menu disponibili a questo link. 

  • GOURMET IN PANTOFOLE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

I 10 food trends che rivoluzioneranno la nostra tavola

Dalle svolte alimentari green allo sdoganamento degli insetti al biologico, ecco tutti i nuovi trend alimentari del 2021

LEGGI.
×