Cibo e cocktail una cosa sola: perchè a Milano si mangia al cocktail bar

Pubblicato il: 10 luglio 2019

Cibo e cocktail una cosa sola: perchè a Milano si mangia al cocktail bar

Più che una moda è diventata una sorta di consuetudine. Il concetto di food pairing, negli ultimi anni, si declina con l’abbinamento di food e drink. E qual è il posto migliore dove dar luogo all’accostamento se non in un cocktail bar? Attenzione, però, perché in mica tutti ci si può fermare a mangiare. D’accordo l’arte mixologist e la creatività del bartender, ma come la mettiamo se oltre a bere bene vogliamo anche cenare?

Ci sono diverse soluzioni, sparse in un po’ tutte le zone della città. La premessa è #berebene ma senza rinunciare a una cena degna di questo nome. E se stai pensando di fermarti prima al ristorante per poi passare a bere un drink, non vale! Eh no perché il gioco è riuscire a cenare in un cocktail bar, dove bere anche alla grande! Ça va sans dire.

Tra Porta Venezia e Corso Buenos Aires

A due passi da Porta Venezia e Corso Buenos Aires il BaoBar, con il suo arredamento in stile eco-green, si propone come obiettivo quello di stimolare i tuoi sensi grazie alla proposta che unisce drink e cibo. I drink sono preparati da un maestro della miscelazione che desidera far conoscere a Milano le migliori tendenze in circolazione, in cucina vengono invece sperimentate diverse proposte, e tutte con una grande attenzione alla provenienza delle materie prime: è possibile fare un aperitivo con finger food e tapas, o accompagnare il drink ad una cena. La morbidezza e il gusto deciso del salmone cotto a bassa temperatura e la freschezza del Gin Blasil Smash (a base di gin premium, foglie di basilico e lime) è un’esperienza a cui è difficile rinunciare.
BaoBar - via Bartolomeo Eustachi, 24 - Milano - 02 8739 8693

In piazza Bernini

Iniziamo l’excursus da piazza Piola. Anzi, appena dietro, in piazza Bernini, dove entriamo al Milord. Ambiente elegantino ma non ingessato. Al bancone c’è Cristian che non smette mai di ricercare nuovi accostamenti per creare cocktail mixologist che sappiano stupire il palato. E a proposito di abbinamento tra cibo e cocktail, al ristorante - aperto la sera con la carta curata dallo chef Luca Maestroni - le proposte vogliono puntare sul giusto accostamento. Un esempio? Spaghetti alle vongole con pesto di pistacchi e scorze di limone, insieme al Bitter3, miscelato con citronette di Campari e soda.
Milord - piazza Gian Lorenzo Bernini - Milano - 02 3673 7141

In Ripa di Porta Ticinese

Sui Navigli nasce un Tapas Bar dal fascino internazionale, dalle tinte lounge e dalle sonorità jazz. Il Fab, in Ripa di Porta Ticinese, propone un inedito concetto di food pairing, in cui cibo e drink non vengono abbinati, ma nascono l’uno dall’altro, creando una nuova esperienza sensoriale. La proposta food è basata su tapas di alta cucina, che racchiudono un’estrema concentrazione di sapore ed alta elaborazione di ingredienti ricercati. Oltre ai cocktail internazionali, si realizzano dei signature cocktail eseguiti a regola d'arte attraverso l’aiuto degli chef in cucina.
Fab - Ripa di Porta Ticinese, 27 - Milano - 02 8494 5888

Vicino piazza Cinque Giornate

Nato da un gruppo di soci con una passione in comune, il Deep è diventato fin da subito un punto di riferimento per chi vuole sorseggiare dei cocktail mangiando qualcosa di sfizioso. La cucina è aperta tutto il giorno, è espressa e ricercata, con piatti tipici da pub ma di alto livello, perché le materie prime di qualità sono messe al primo posto assieme alla corretta cottura degli alimenti. Freschi sono anche gli ingredienti aggiunti nei drink, sia classici che innovativi, come il Deep Mule o il Mojito Mule. E se hai qualche intolleranza, non ti preoccupare: sono tante le proposte per celiaci ed intolleranti al lattosio.
Deep - via Galvano Fiamma, 5 - Milano - 02 7010 7032

Sui Navigli

Il Momento è sui Navigli ma resta lontano dal casino della movida. L’abbinamento perfetto tra cibo e cocktail qui è all’insegna dei percorsi degustazione. Le tapas gourmet dello chef Matteo Giovanoli sono un ottimo modo per assaggiare la proposta culinaria del locale, che si esalta con il percorso degustazione “Da Oriente a Occidente”. Si tratta di un viaggio di sapori che inizia da un gambero in kataifi con salsa sfiziosa, prosegue con le spicy noodles soup Thailandese, mini burger di fassona con cipolla caramellata e senape antica e per finire cheesecake al caramello salato. I drink sono ispirati all’arte, come l’Assenzio del quadro di Degas, miscelato con con whisky di segale, sciroppo Momento al tabacco, bitter al lime, tonica fumosa Momento e zucchero muscovado.
Momento - via Filippo Argelati, 12 - Milano - 320 392 4528

Vicino Porta Venezia

Passare al Casa Mia sembra sempre un po’ come stare nel mio salotto. Sicuramente sarà per il divano, piazzato appena varchi la soglia, oppure per la selezione di scotch whisky arriva a duecento etichette. La cucina è aperta fino all’una e mezza: menu ristretto, stile bistrot, ma si concentra su ricette preparate con ingredienti freschi e selezionati. Tartare di pesce, salmone, avocado e caviale di cous cous; di pesce spada, mango, pinoli tostati e menta. I signature cocktail cambiano con la stagione e si rifanno alla migliore tradizione mixologist. Per l’estate da provare c’è A Good Life, lamponi freschi, Maker’s Mark Bourbon, liquore ai fiori di sambuco, ginger beer.
Casa Mia - viale Regina Giovanna, 22 - Milano - 02 2940 5148

In Porta Venezia

Altra meta fissa è il Kilburn, in Porta Venezia. Ennio ha arredato il locale con il gusto inglese del quartiere dove ha vissuto e che dà il nome al locale. Whisky sempre nuovi in lista, con gradi pieni che si alternano a chicche della Luxury Collection di Samaroli. La drink list segue la stagione. Adesso puoi provare il Violetta Valery, a base di violetta e pompelmo rosa: un cocktail "floreale" dal gusto corposo e con un tocco di amaro sul finale. La cucina è aperta la sera e dal menu, sempre in rinnovamento, puoi scegliere tra piccoli piatti di accompagnamento come bruschette con polpette, vitello tonnato, arrosto di tacchino con patate, tartare di salmone e anche prodotti tipici campani.
Kilburn - via Panfilo Castaldi, 25 - Milano - 02 3673 7974

In viale Vittorio Veneto o in via Solferino

Abbinare cockatil e pizza è la mission di Dry, che riesce nell’ardua impresa di abbinare due mondi in apparenza distanti, ma dopo una cena qui molto vicini: quello della pizza e l’altro della mixologia. Ampia scelta di pizze e focacce, insieme a quella dei drink, vini compresi.
Dry - viale Vittorio Veneto, 28 - 02 63471564 
Dry - via Solferino, 33 - 02 63793414 


Foto di copertina di Milord Milano

 

  • BERE BENE
  • CENA

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
  • BaoBar

    Via Bartolomeo Eustachi 24, Milano (MI)

  • Kilburn

    Via Panfilo Castaldi 25, Milano (MI)

  • Momento

    Via Filippo Argelati 12, Milano (MI)

  • Milord Milano

    Piazza Gian Lorenzo Bernini 3, Milano (MI)

  • Deep Milano

    Via Galvano Fiamma 5, Milano (MI)

  • Casa Mia

    Viale Regina Giovanna 22, Milano (MI)

  • DRY Cocktails & Pizza

    Via Solferino 33, Milano (MI)

POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori Osterie d'Italia, i premiati tra piatti della tradizione e osti che la sanno lunga

Le menzioni della Guida alle Osterie d'Italia 2020 di Slow Food, giunta all'edizione numero trenta (e sempre fonte affidabilissima).

LEGGI.
×