A servizio di Sua Maestà: 5 + 1 pub milanesi dove andrebbe anche Lilibet

Pubblicato il: 19 dicembre 2019

A servizio di Sua Maestà: 5 + 1 pub milanesi dove andrebbe anche Lilibet

Forse non tutti lo sanno ma la regina Elisabetta d’Inghilterra non era destinata a diventare una sovrana. Suo zio, re Edoardo VIII, rinunciò alla corona per sposare la divorziata Wallis Simpson, abdicando in favore del fratello, re Giorgio VI, padre di due figlie: la primogenita Elisabetta e la sorella Margaret. Il soprannome di Elisabetta da bambina era proprio Lilibet: la piccola non riusciva a pronunciare correttamente "Elizabeth". Queste storie si sentono raccontare anche nei pub londinesi, tra una pinta di birra e l’altra. Per respirare un po’ di aria British, però, non devi per forza andare fino a Londra. Ecco quali sono i pub di Milano che potrebbero benissimo stare in una via della capitale britannica.

In zona Porta Romana


Spirito rock, attitudine sportiva e tanta buona birra. Il Mind The Gap in zona Porta Romana, è una meta perfetta per tutti coloro che amano assaggiare una birra insolita, magari guardandosi la partita in TV. Alla spina, di solito, trovi 11 varianti e circa una ventina di etichette in bottiglia. Ogni settimana puoi assaggiare una birra artigianale sempre nuova. Da mangiare ci sono hamburger e fish&chips. Se passi il martedì o il mercoledì puoi anche imparare a giocare a freccette con un maestro della Federazione Italiana Gioco Freccette (FIGC).
Mind the gap - Via Curtatone, 5 - Milano - Tel. 0222222050

In zona Porta Nuova


The Friends è un English pub in stile vittoriano. Gli interni che sono stati progettati da uno studio di architettura di Sheffield. Qui puoi assaggiare la birra a marchio The Friends, la Brothers, come i due gestori Silvio e Antonio. Io, però, preferisco assaggiare il whisky, sempre con lo stesso marchio. Birra e sport in diretta: l’accoppiata che mi piace. Una piccola particolarità è che c’è anche una birra senza glutine, adatta per fare un brindisi con chi è celiaco.
The Friends - Viale Monte Santo, 12 - Milano - Tel. 0229005315

In Moscova


Birra e panino: lo Scott Duff  in Moscova è ottimo per una serata tra amici alla scoperta di qualche nuova birra, come la Nordic Barbarian, che arriva da Newcastle. Da mangiare, un classico hamburger o un panino con la porchetta, per andare sul sicuro.
Scott Duff - Via Volta, 13 - Milano - Tel. 0229002574 

In Piazzale Susa


Lo stile è quello dei pub inglesi, l'atmosfera è amichevole e invoglia a bere una buona bionda. Certe cose, infatti, sono rimaste le stesse dai tempi dell’università: mi piaceva passare al Cambridge in piazzale Susa e bere una pinta al piano di sotto, più raccolto e intimo rispetto al superiore, con piccola cucina da pub. 
The Cambridge Pub - Piazzale Susa, 2 - Milano - Tel. 0283439577

In Città Studi


Giusto per restare in mood amarcord, ricordando i tempi dell’università, ripasso dal Matricola. D’estate è bello chiacchierare nel dehors, mentre quando fa freddo ci si rintana all’interno, sorseggiando una Trapple Tripel, una birra trappista bionda, ambrata e speziata, dallo spirito deciso e dal retrogusto secco.
Matricola - Viale Romagna, 43 - Milano - Tel. 0236559711

In zona Monumentale


Chiudo il giro in un Irish pup, che del Regno Unito ha il whisky e lo scotch; secondo me, una delle selezioni più interessanti in città. Al Mulligans Irish Pub se vuoi una birra, puoi scegliere tra una Guinness Stout o una Kilkenny Strong, ma anche un sidro di mele. Le proposte di single malt possono soddisfare tutti i palati: dai torbati di Islay ai malti più delicati dello Speyside, senza dimenticare l’isola di Skye e le Highlands. Insomma, in fatto di malto, per me, il Mulligans è una sicurezza.
Mulligans Irish Pub - Via Govone, 28 - Milano - Tel. 023451694


Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto di copertina di Krisztina Papp da Unsplash
Krisztina PappKrisztina PappKrisztina PappKrisztina PappKrisztina Papp

  • BERE BENE

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

×