I migliori bar al mondo secondo The World's 50 best bars (e c'è molta Italia)

Pubblicato il: 15 novembre 2018

I migliori bar al mondo secondo The World's 50 best bars (e c'è molta Italia)

Da New York a Londra, via Atene, la sfida è ardua. Ecco dove trovare i migliori barman professionisti e i loro cocktail.

Il sito worlds50bestbars.com, l’esclusiva classifica stilata in base al gradimento di utenti ed esperti internazionali, ha dato i voti in un trionfo di bar, cocktail e barman di alcuni dei migliori hotel del mondo.

Dai "Bond Point", il circuito internazionale di locali dove si respirano le atmosfere ricercate alla 007, agli esclusivi banconi meta del bel mondo e fucina di liaison da copertina, senza tralasciare come il fenomeno hotel bar/aperitivo sia ormai consuetudine diffusa anche da noi. Perché non si vive di solo Mojito... anche di Japanese Slipper, Kamikaze, Salty Dog e Apple Martini. Cocktail che sono più di un mix di ingredienti, ma una scelta di stile, carichi di fascino e con vicende da romanzo a dare loro i natali.

Iniziamo col dire che Londra si conferma capitale mondiale del saper "bere bene e con stile", due bar sul podio e quattro nella top ten, subito a seguire New York. Anche l'Asia non si fa pregare e snocciola due nomi di grande pregio sempre in top ten. Altra considerazione "pesante" da fare, non ci sono bar italiani tra i migliori 10 al mondo, ma sono italiani i barman che lavorano nei migliori, vedi alla voce Connaught Bar di Agostino Perrone e il primo posto del Dandelyan di Enrico Gonzalo. Escono dai 50 il Nottingham Forest di Dario Comini, a Milano, e il romano Jerry Thomas

#10 THE OLD MAN, HONG KONG


The Old Man è un progetto nato dalla passione per il "buon bere" e diventato bar pluripremiato creato dalle leggende del settore Agung Prabowo, James Tamang e Roman Ghale. Ha subito debuttato al quinto posto nella lista dei 50 migliori bar asiatici, The Old Man si ispira alla vita e allo stile dello scrittore e Ernest Hemingway e prende il nome dal romanzo The Old Man and the Sea, vincitore del premio Pulitzer.

#9 DANTE, NEW YORK


Dante è un punto di riferimento di New York City e, se vogliamo dirla tutta, anche a livello mondiale. La forza creativa del bar, Naren Young, ha assunto la direzione di questo caffè italiano del Greenwich Village un centinaio di anni dopo la sua apertura e, rispettoso della sua storia, ha evoluto il luogo piuttosto che imporre cambiamenti. La sua missione era quella di ridargli lustro senza cambiarne l'anima, così è arrivato raffinato cibo "italian style", aperitivi e arredi eleganti.

#8 ATLAS, SINGAPORE


Atlas toglie il respiro. In primo luogo, c'è l'ambientazione: una grande sala Art Déco che ti proietta direttamente nell'età del jazz. Un tripudio di marmo, velluto, rame e oro. Il pezzo forte, per chi ha voglia di bere, è una torre di gin che ospita un'enorme collezione da 1.100 bottiglie.

#7 THE CLUMSIES, ATHENS


Anche la Grecia entra in classifica, lei sola, ma con un locale che si sta affermando molto velocemente.

#6 BAR TERMINI, LONDON


La chicca di Old Compton Street, famosi i mini cocktail che hanno consacrato questo locale facendolo arrivare, unitamente al suo team, tra i primi quattro nel famoso contest “Tales of Cocktail”, categoria ‘Best New International Cocktail Bar’.

#5 CONNAUGHT BAR, LONDON


Locale elegante e stiloso, espressione del genio eclettico del luxury designer David Collins, unisce ad ispirazioni anni ’20 l’opulenza di decori preziosi che si inseguono, armonicamente, dalle pareti agli arredi.

#4 NOMAD BAR , NEW YORK


Uno dei posti del momento, aperto da Leo Robitschek al 1170 della Broadway. Molti lo considerano il miglior bancone tra i grandi alberghi a New York.

#3 MANHATTAN, SINGAPORE


Il successo del cocktail bar del The Regent Hotel è presto spiegato, Manhattan, infatti, ha già sollevato la corona di numero uno dei 50 migliori bar asiatici del 2017 ed è facile capire perché. Tutto è impeccabile e ricercato, dai cocktail all'arredo, noblesse oblige.

#2 AMERICAN BAR, LONDON


Uno dei nuovi drink di punta è il Pickering Place, che porta il nome dell’ultimo luogo conosciuto dove si svolgevano i duelli e raccontato da un breve film muto. C’è un cocktail dedicato al famoso Abbey Road studio degli anni ‘60 e uno ispirato agli anni ‘80, il Punk Rock.

#1 DANDELYAN, LONDON


Si affaccia sulle sponde del Tamigi, dal famoso edificio Sea Containers che oggi ospita il rinomato Mondrian London. Da questa posizione privilegiata, il Dandelyan cocktail bar si immerge completamente nella magica atmosfera di South Bank.
Vuoi conoscere tutti i migliori eventi nella tua città? Iscriviti alla newsletter!
Foto di copertina da ​worlds50bestbars.com

  • EAT&DRINK
  • TENDENZE FOODIES
  • CLASSIFICHE

scritto da:

Mariagiovanna Bonesso

Una mamma tacco 12? Anche un paio di ballerine Prada vanno bene, ideali per (rin)correre (il pargolo). Non ho smesso di "fare cose e vedere gente", coltivare la mia passione per arte, design, fotografia e moda, of course. A sdoppiarmi ancora non riesco, ma un Hugo cocktail e un cigarillo Cohiba mi ridanno i superpoteri istantaneamente.

POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori Osterie d'Italia, i premiati tra piatti della tradizione e osti che la sanno lunga

Le menzioni della Guida alle Osterie d'Italia 2020 di Slow Food, giunta all'edizione numero trenta (e sempre fonte affidabilissima).

LEGGI.
×