10 ristoranti aperti a Firenze: dove mangiare fuori non è più utopia

Pubblicato il 18 gennaio 2021

10 ristoranti aperti a Firenze: dove mangiare fuori non è più utopia

Carpe diem. Il poeta latino Orazio non è mai stato così attuale con la sua filosofia che suggerisce di “cogliere il giorno” e viverlo appieno: in questo periodo il consiglio è valido più che mai. Tra le poche regioni che con il nuovo dpcm rimangono in zona gialla c’è anche la Toscana. Ciò significa che è consentito andare a pranzo fuori o a fare aperitivo tenendo conto della chiusura dei locali alle 18. La guardia va sempre mantenuta alta ma non è giusto chiudersi in casa e privarsi dei piaceri della vita, munitevi quindi di mascherina e gel igienizzante e fate buon uso di questa lista di locali aperti a Firenze

Aperto a Sant’Ambrogio 

Di fronte al mercato di Sant’Ambrogio si trova un locale raffinato e dallo stile parigino in cui la cena la servono ancora: l’hanno solo anticipata. Al Gilda Bistrot le novità sono la “merenda-cena” e il te pomeridiano con frollini fatti in casa servito in tazzine dalle forme stravaganti e diversissime. Rimangono i capisaldi come la colazione che comprende dolci della tradizione toscana, siciliana e campana; e il pranzo che può essere anche take away o delivery comprende anche i piatti della tradizione toscana come il peposo all’imprunetina e il lampredotto con la salsa verde.
Gilda Bistrot. Piazza Ghiberti, 40/41r – Firenze. Tel: 0552343885

Aperto a Isolotto


L’unica giornata di chiusura del Ramen Girl by Enoteca Luca è il martedì, tutti gli altri giorni sono sempre attivi il servizio delivery e take away, ma vengono servite anche le colazioni dalle 9 e il pranzo fino a oltre le 15:30 previa prenotazione. Tra i loro cavalli di battaglia il ramen al lampredotto e il Miso Ramen, sono infatti specializzati nella cucina giapponese che va a fondersi con quella italiana: il tutto accompagnato da ottimi calici di vino abbinati alle pietanze.
Ramen Girl by Enoteca Luca. Via Francesco Talenti, 144 – Firenze. Tel: 0555120437

Aperto a Novoli

Per una dispensa che si rispetti l’elemento fondamentale è la varietà e alla Dispensa Verace non manca di certo. Pizze, primi, secondi, contorni, dolci e una fornita cantina. Le proposte a pranzo cambiano sempre e spaziano tra proposte di mare e di terra, pasta fatta in casa, gustosi tris, bistecche alla griglia (con contorno compreso) e sfiziose pizze cotte nel forno a legna come la Taggiasca con: salsa di pomodorino giallo, olive taggiasche, spolverata di Parmigiano 24 mesi, mozzarella di bufala, origano calabrese, Olio E.V.O. Sono sempre aperti e pronti ad accogliere i clienti, fornendo anche un veloce servizio d’asporto.
Dispensa Verace. Via Enrico Forlanini, 1/13 – Firenze. Tel: 0552694677

Aperto in Oltrarno

Per gustare l’autentica cucina americana a Firenze c’è un locale che sta facendo la differenza: il Djaria American Bar. È attivo il servizio d’asporto e quello delivery dalle 19 alle 21:30. Ora è possibile pranzare anche al Djaria, prenotando un tavolo vista la capienza ridotta, in questo modo i panini sono ancora più appetitosi, come il Crispy Chicken Sandwich con pane artigianale che racchiude il pollo appena fritto, che risulta ancora più croccante, l’insalata e la salsa ranch fatta in casa.
Djaria American Bar. Via dei Serragli, 100r – Firenze. Tel: 0554937061

Aperto a Porta romana 

Per gli amanti di una cucina sana, salutare, bio al 100% e con un occhio di riguardo per la provenienza dei prodotti utilizzati bisogna documentarsi e raccogliere delle prove certe. Per fortuna al Ramerino di prove non ne servono, infatti vanta più di 15 anni di esperienza nel campo. Da provare i falafel di ceci con formaggio di mandorle, ma anche le proposte di pesce come le alici fritte o un dolce vegano. Si può usufruire ogni giorno del servizio d’asporto, o in alternativa pranzare al locale.
Ramerino. Piazza Torquato Tasso, 3/R – Firenze. Tel: 055221167

Aperto in Piazza Puccini

Il pollo taandori è una specialità della cucina indiana che si chiama così per via del metodo di cottura della pietanza: in un tradizionale forno d’argilla dalla forma cilindrica. Questo piatto fa parte del menu del Ristorante Indiano Maharajah che è aperto tutti i giorni dalle 12:30 alle 15 e prevede dalle 18 anche il servizio d’asporto e quello a domicilio con consegna gratuita. Propone anche il menu fisso “Ayuervedic Thali” a 25€ che comprende: insalata (pomodoro, mais, limone, cetriolo e lenticchie secche), lenticchie gialle, verdure miste, Kofta Malai (polpette di formaggio fresco cucinate con pomodoro, salsa di anacardi e frutta secca), Khichari (riso e lenticchie), il pane integrale Chapati, il riso bianco e di dessert la crema di riso.
Maharajah Firenze. Via Del Ponte Alle Mosse, 166/R – Firenze. Tel: 0557095362

Aperto a San Niccolò 

Riaprono a pranzo con le loro proposte, ma soprattutto i loro bocconi che sono ormai diventati a Firenze una novità gustosa, divertente e soprattutto adatta a tutte le tasche (costo di 6€). Al Bistrot A Modo Mio l’idea di mangiare i bocconi offre la possibilità di gustare anche più proposte del loro menu che in alcuni casi possono sembrare classiche, come il pollo fritto o quello arrosto, ma vengono rivisitate a modo loro. Sono attivi l’asporto e la consegna a domicilio in zona, ma andando a pranzo al locale c’è anche la possibilità di acquistare i prodotti della Fattoria di Maiano usati in cucina: dalle uova, all’olio, al vino e molto altro.
Bistrot A Modo Mio. Via di San Niccolò, 48R – Firenze. Tel: 0552026854

Aperto a Gavinana

Questa settimana spaghetti alla chitarra rigorosamente fatti in casa con guanciale e parmigiano, perché i primi espressi cambiano con le stagioni al COVO Pasta Fresca. I prodotti che provengono da fornitori locali, per il principio della filiera corta al quale qui tengono molto, vengono uniti alla pasta fresca come pici, caserecce e la loro chicca: i Covolini che sono dei piccoli ravioli che racchiudono il ripieno dei classici tortellini bolognesi. Il pranzo viene servito dalle 12 alle 14:30 dal lunedì al sabato, ma è attivo anche l’asporto: sia dei piatti caldi, sia della pasta fresca e dei sughi pronti.
COVO Pasta Fresca. Via Gherardo Caponsacchi, 51 – Firenze. Tel: 0556141730

Aperto a Santa Maria Novella

Keiko e Tatsuhiko gestiscono la Trattoria La Tana che propone una cucina giapponese casalinga. Fino adesso era attivo solo l’asporto che prevedeva un menu fisso a 12€ con un antipasto, il riso bianco, la zuppa di miso, il piatto principale a scelta; oppure un menu alla carta. Col 16 gennaio la Toscana diventa zona gialla e pranzando al locale si può gustare la specialità della casa, il ramen, e i dolci che non vengono previsti nel take away come il tiramisù al tè matcha, o il parfait giapponese composto da gelato alla vaniglia, fagioli rossi e uirou (farina di riso della città di Nagoya).  
Trattoria La Tana. Via Palazzuolo, 156/R – Firenze. Tel: 0550517127

Aperto a Varlungo

Per gustare un pantagruelico hamburger le tappe da considerare sono molteplici. Il Deliburger ha infatti una sede vicino al Tuscany Hall e un’altra a Firenze Nord in via Carlo del Prete 106/D dove è possibile pranzare comodamente all’interno visto il recente ampliamento. Sono aperti tutti i giorni, anche con i servizi d’asporto e delivery, e il menu oltre agli hamburger con carne di manzo prevede anche tartare, insalate e dolci.
Deliburger. Via Enrico De Nicola, 16/18 – Firenze. Tel: 0556504150

Per chi ancora non se la sente di uscire a pranzo o semplicemente ha scoperto quanto ama cucinare Barilla ha lanciato su Spotify la “Playlist Timer” per ballare e cantare mentre si aspetta che la pasta sia cotta a puntino.

Foto di copertina da Unsplash di  Pablo Merchán Montes
Foto interne dalle pagine social dei locali

  • PRANZO

scritto da:

Alice Burato

Un nome e un destino: vivere nel Paese delle Meraviglie. Amo la pasta alla carbonara, l'odore delle pagine dei libri mentre li sfoglio e giocare a tennis quando ho bisogno di staccare la spina. La mia attività preferita? Cercare nuovi ristoranti da provare.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Consumo di suolo e biodiversità: il webinar di Slow Food Milano

Un webinar per parlare dell'importanza del suolo e per parlare del suo consumo e della stretta correlazione con la biodiversità. L'appuntamento è l'1 marzo.

LEGGI.
×