I ristoranti di Firenze aperti nella fase 2: dove mangiare fuori non è più utopia

Pubblicato il: 19 maggio 2020

I ristoranti di Firenze aperti nella fase 2: dove mangiare fuori non è più utopia

Pronti, partenza, via. Il 18 maggio è stato il lunedì più lunedì di sempre. Una specie di ritorno dalle ferie (69 giorni di “ferie” forzate), ma che, stavolta, insieme a musi lunghi e stress da rientro, ha portato con sé anche un entusiasmo nuovo per i gestori di locali, con la nostra speranza che i ristoranti di Firenze possano ripartire come li avevamo lasciati prima del lockdown, cioé come luoghi accessibili a tutti, dove mangi bene e spendi il giusto . Nonostante il distanziamento sociale. Nonostante le mascherine. Nonostante tutti i nonostante, i ristoranti si sono rimboccati le maniche, hanno fatto spazio, hanno sanificato e già in diversi hanno riaperto. Altri, invece, annunciano la riapertura nei prossimi giorni. Ancora non si può parlare di normalità, certo, ma la fase 2 ha “aperto” nuovi spiragli per i locali fiorentini e non. Andiamo a vedere, allora, quartiere per quartiere, dove è già possibile togliersi la voglia del ristorante e far girare l’economia prenotando un tavolo per colazione, pranzo, aperitivo e cena.

Aperto a Quaracchi

Voglia di lampredotto in zimino. Tutta la genuinità dei piatti preparati con le ricette della nonna, ma in un contesto completamente rinnovato, ecco come si mangia in Trattoria Da Burde in piena fase 2: servizio in più turni, menu elettronico da scaricare con il QR code, lavagna dove leggere le proposte, prenotazioni fino a quattro persone (almeno all’inizio). Insomma, tutto pronto e super smart anche in una realtà aperta da generazioni, dove si mangia solo il meglio della cucina fiorentina e si bevono vini e birre autoctone. Inoltre continuano a essere attivi i servizi a domicilio e d’asporto.
Trattoria da Burde, Via Pistoiese 154/r – tel: 055317206

Aperto a Novoli

Voglia di pasta fresca fatta in casa. Per gli amanti dei carbo allo stato solido, il ristorante S’Impasta, che riapre a pranzo dalle 12 alle 15.30, è il paese delle meraviglie. Il menu cambia quotidianamente; ai classici si affianca sempre qualche chicca, ad esempio i tortelloni agli agrumi e fonduta di parmigiano. Novità da riapertura è la schiacciata di produzione del ristorante, disponibile in diverse varianti. Ci si può sedere all’interno o anche fuori, dove è stato ricavato qualche posto, ma si consiglia la prenotazione. Rimangono attivi delivery e asporto.
S’Impasta, Piazza Ugo di Toscana 27 – tel: 3518885632

Aperto a San Marco         

Voglia di rame e pokè a quasi tutte le ore del giorno. FirenZen, ristorante cinese, thailandese, giapponese e coreano insieme, propone il meglio di queste cucine dal pranzo alla cena, passando per la merenda e l’aperitivo. I fornelli sono accesi a tutte le ore, anche adesso, in fase di riapertura, dalle 12 alle 22.30, dal lunedì alla domenica. Noodles e ravioli tra le specialità; il tè ideale per una pausa pomeridiana. Ma c’è anche il vino, italiano, sapientemente accostato ai piatti orientali. Un esempio? Il Ribolla Gialla da abbinare al padthai, perfetto. Delivery e asporto ancora attivi, anche con le lunch bag.
FirenZen, Via Guelfa 3 – tel: 0559062056

Aperto a Coverciano

Voglia di tortelli di patate con formaggio e pere e di un calice di Chianti classico. Finalmente è possibile gustare le specialità di Enoteca Il Grappolo anche al locale, che ha ampliato gli spazi esterni per consentirci di stare in compagnia, ma nel rispetto della famosa regola del metro. Operativi sia a pranzo che a cena, a mezzogiorno la scelta del menu fisso - primo, secondo, contorno e acqua - è azzeccatissima. Rimangono attivi i servizi di delivery e asporto. Si consiglia la prenotazione telefonica o su Whatsapp per evitare assembramenti.
Enoteca Il Grappolo, Viale Eleonora Duse 16 – tel: 055602373

Aperto a San Lorenzo

Voglia di braciola rifatta in salsa e di pici alla Carrettiera. Trattoria Sergio Gozzi riprende i ritmi consueti, anzi, fa anche di più. Il locale, aperto solo a mezzogiorno e che ospita la pausa forse più storica di Firenze, continua anche con il servizio d’asporto (a pranzo) e le consegne a domicilio (la sera). Una novità recente, per la trattoria, che non ha mai perso la sua identità di locale tradizionale toscano frequentato da fiorentini doc, che ora possono tornare a godersi cibo e atmosfera casereccia anche ai suoi tavoli. È possibile prenotare telefonicamente dalle 8.30 alle 11.30.
Trattoria Sergio Gozzi, Piazza San Lorenzo 8/r – tel: 055281941 o 3387213618

Aperto a Santa Croce

Voglia di pappa al pomodoro. Mangiare tipico e farlo su tavole imbandite con tovaglie a quadrettoni e tovagliette di carta ha tutto un altro sapore. Lo sa bene Trattoria Pallottino, che con i suoi cent’anni di storia si colloca di diritto tra i ristoranti tradizionali fiorentini. È sempre possibile scegliere tra un menu fisso e il menu del giorno, con specialità rigorosamente del territorio. Dato le temperature favorevoli e le regole severe ma giuste sul distanziamento, perché non approfittare del dehors? Da segnare in agenda che le nuove comodità cui ci ha abituato la quarantena continuano alla Trattoria Pallottino, vale a dire proseguono con le proposte per il servizio di consegne a domicilio e per i piatti da asporto.  Per prenotazioni e ordinazioni chiamare o inviare un messaggio Whatsapp.
Trattoria Pallottino, Via Isola delle Stinche 1/r – tel: 0552608887

Aperto a Sant’Ambrogio

Voglia di peposo e anche di tartare. Gilda Bistrot è il ristorante che risponde a tutte le esigenze, dalla colazione alla cena. Riapre con entusiasmo, gratitudine e un pizzico di commozione. Il locale, raffinato e un po’ retrò, e che richiama lo stile parigino, ha anche dei tavoli all’esterno, per godere non solo del buon cibo all’italiana, ma anche della bella stagione. Nota di merito alla pasticceria: cannoli e cassate come in Sicilia e pastiera e babà come a Napoli.
Gilda Bistrot, Piazza Ghiberti 40-41/r – tel: 0552343885

Aperto a Isolotto

Voglia di udon e vino italiano. Coniugare le due cose, a Firenze, si può, da Ramen Girl by Enoteca Luca, dove il menu parla giapponese e la drink list è un mix di italianità e oriente. Protagonista indiscusso del menu è il ramen, proposto in tutte le salse, addirittura al lampredotto, ma ci sono anche primi piatti italiani, specie nel menu fisso per il pranzo, che varia ogni settimana. Da bere, poi, ai vini di piccoli produttori locali si affiancano il sakè e i whisky giapponesi. In perfetto stile fusion. Si consiglia di prenotare telefonicamente per assicurarsi un tavolo. Continuano le consegne a domicilio e il servizio d’asporto.
Ramen Girl by Enoteca Luca, Viale Talenti 144 – tel: 3319461149 o 0555120437

Aperto in Piazza della Libertà

Voglia di trippa per la Stella. Ribeo, ristorante moderno dal cuore di trattoria, rialza le serrande e si prepara alla riapertura di giovedì 21 maggio. Una riapertura work in progress, per il momento a cena giovedì, venerdì e sabato, ma che dipende dal flusso di mangiatori seriali di pasta ripiena con sugo espresso, polpettine di lampredotto in salsa verde e il classico spezzatino, tutto realizzato con i prodotti del mercato di Sant’Ambrogio. Neanche a vini stanno messi male: la carta viene aggiornata quasi quotidianamente e conta circa quaranta etichette. Il ristorante ha anche un giardino interno, pronto all’uso quando le giornate cominciano a farsi tiepide, come adesso. Per informazioni sugli orari e prenotazioni si consiglia di contattare il locale telefonicamente.
Ribeo, Via Bonifacio Lupi 5/a – tel: 3917200493

Aperto a Cascine...

Voglia di ribollita docg. Fornelli accesi e mestoli in funzione nella cucina de L’Osteria del 5°/4° e non solo, pronta alla ripartenza di lunedì 25 maggio. Il ristorante, che si trova di fronte alla Manifattura Tabacchi, fa dei prezzi modici e dei piatti della memoria i suoi punti di forza e, tra le altre specialità fiorentine, propone il lampredotto in tutte le versioni (da ricordare il lampredotto ubriaco), la trippa, tradizionale, ai porcini o sull’anatra, lo stracotto di guancia e il peposo. E che dire, poi, della ciccia al forno? Maialino con patate e filetto di maiale in crosta di pane. Ma solo per citare qualche piatto, perché il menu ne comprende circa 146 proposti a rotazione. Una chicca sono le chiocciole, preparate un mercoledì al mese. Giovedì, venerdì e sabato, invece, c’è il super cacciucco. 
Osteria del 5°/4° e non solo, Via Mercadante 34-36/r – tel: 3384948530





Sono questi i ristoranti che hanno riaperto a Firenze appena è stato possibile (o che riapriranno a brevissimo), dalla trattoria storica a quella moderna, dal bistrot al locale fusion. Ma tante altre realtà stanno scaldando i motori per ripartire. In diversi casi orari e modalità di apertura sono ancora da definire, d’altronde è una situazione completamente inedita e ingranare la marcia giusta non è certo una passeggiata. Bei tempi quando l’unico problema era trovare un ristorante aperto il lunedì sera! Allora, a tal proposito, vediamone una lista aggiornata al 2018, qualche idea valida per farsi portare a cena fuori anche il lunedì non guasta di certo.

Esco a cena anche il lunedì: i locali di Firenze dove andare

(articolo di inverno 2019)

Capisco com'è andato il mio fine settimana il lunedì sera andando in cucina: più il frigo è desolatamente vuoto, più il sabato e la domenica sono stati intensi. Mostre, cinema con le mie nipotine, pranzo da mamma, cenette con gli amici, maratone di sonno, passeggiate e shopping: di andare al supermercato il sabato o la domenica non c’è stato tempo, ed ecco che anche una zucchina superstite e due uova mi guardano da dentro il frigo dicendomi di mettermi un paio di scarpe ed uscire a cena. Il lunedì sera? Si, anche il lunedì sera: tra tante serrande abbassate, eccoti una nutrita lista tra  ristoranti e pizzerie aperte il lunedì sera a Firenze.

Perché il lunedì è pizza easy
Il lunedì si sa è un giorno malinconico e spesso non apprezzato. Quindi, quale miglior modo se non quello di iniziare la settimana con della buona pizza? Ci pensa Buonerìa a fare la differenza. In questa oramai affermata pizzeria napoletana, è possibile assaggiare più varianti del piatto Made in Italy più apprezzato: dalla classica a quella gourmet. La pizza è cotta al legna e condita con ingredienti di qualità. Un viaggio dritto verso Napoli, la sua gastronomia, i suoi profumi e i suoi sapori. Locale con format famiglia, area giochi e piatti per i più piccoli.

Quando siamo in tanti
Già. L'unica sera libera per la grande rimpatriata tra amici è il lunedì sera: urge allora un locale con disponibilità ad accogliere grandi tavolate, menu misto che accontenti i diversi palati e un bel parcheggio comodo un po' a tutti. In caso di cene dai grandi numeri il lunedì sera, io ti consiglio il Verderame di Sesto Fiorentino. Bella la location - un vecchio casolare rimesso a nuovo - e gustoso il menu, tra pizza - anche senza glutine - e cucina tra carne, pesce e proposte vegetariane. Grande sala per grandi compagnie: anche il lunedì sera!

La trattoria "social"
Tanto si parla delle "social dinner" nei locali dove ti puoi sedere ad un grande tavolo comune da condividere con gli altri avventori... ma non pensare che sia una pensata figlia dei nostri tempi 4.0. In via del Paroncino, in pieno centro storico, nella storica Trattoria Coco Lezzone il "tavolo sociale" c'è da molto, molto tempo; come da molto tempo c'è la cucina economica, quella a legna per cotture a fuoco lento dei piatti tradizionali come ce li faceva la nonna. Trattoria "social" famosa in un po' tutto il mondo, molti sono i personaggi famosi passati di qui a godersi una buona pappa al pomodoro fatta secondo maniera fiorentina.

Cenetta di pesce anche il lunedì
Quale miglior serata per trattarsi bene se non il lunedì? Ecco quindi che ti propongo una bella cenetta di pesce, ovviamente in uno dei ristoranti migliori del centro di Firenze: l'Acquapazza di via Ridolfi. Sublimi i crudi di mare che aprono un menu sempre creativo che ti faranno conosce il pesce sotto da un altro punto di vista: ovvero quello dell’estroso e capace chef Filippo Germasi. Pescato del giorno del mare toscano, ostriche, capesante e ricci di mare dalla Bretagna e i crostacei dal Nord America e dalla Scozia.

Nel cuore della città, Piazza Santa Croce
Un'offerta ristorativa già ben nota quella dell'Osteria Battipalla e del Ristorante Finisterrae, situate entrambe in una delle piazze più suggestive d'Italia.
Osteria Battipalla offre una proposta culinaria basata principalmente sulle specialità toscane ed ottimi vini, un inno alle tradizioni in un locale giovane e accogliente, in aggiunta alla suggestiva location.
Finisterrae ti accompagna in un lungo viaggio tra colori, sapori e culture del Mediterraneo. All'interno troverai 6 sale, ciascuna dedicata ad una città. Tanto fascino ed un tocco di romanticità per un lunedì perfetto.

Pizza o pasta?
Dio salvi il carboidrato! Sotto forma di pizza e pasta, il Tamerò Pasta Bar in piazza Santo Spirito è tra i miei locali preferiti quando voglio omaggiare il meglio della cucina mediterranea. La pasta qui è fatta in casa e la pizza cotta in forno a legna. Nel menu una vasta proposta tra paste ripiene e non, taglieri di salumi e formaggi, pizze dagli impasti leggeri e ben digeribili. Non sottovalutare la carta dei drink, qui i cocktail sono anche consigliati per accompagnare la cena o per l'aperitivo, servito con piccoli assaggi della cucina. 

Quando hai bisogno di dolcezza 
Non so tu, ma io un'occhiata alla carta dei dolci la do sempre anche quando sono già sazia... giusto per sfizio e qui alla Casa del Vin Santo cedo sempre alla tentazione. Tra i ristoranti aperti il lunedì sera a Firenze ti consiglio anche questo ristorante e pizzeria nei pressi del Mercato del Porcellino dove a sorprendere sempre è anche la carta dei dessert, tutti fatti in casa. Cucina toscana, piatti di pesce, pizza con impasti a lunga lievitazione ed un ambiente sempre accogliente e familiare. Mettici un buon dessert a fine pasto ed anche il più amaro dei lunedì si chiude in dolcezza.  

Per una cena a lume di candela
Due cose non mancano mai nella mise en place del Paiolo: fiori freschi e candele accese. Questo di via del Corso è il locale che ti consiglio se ti vuoi concedere una romantica cena anche il lunedì sera, ritrovando, però, quei sapori toscani che ci fanno sentire sempre a casa. La specialità è indubbiamente la bistecca alla fiorentina di razza chianina, presentata e servita come si deve, ovvero tagliata e pesata - con relativa stima del prezzo - direttamente al tavolo. Paste fresche, piatti al tartufo - secondo stagione, e dessert fatti in casa completano il menu. 

Anche il lunedì merita un buon vino!
Se sei tra quelle e quelli che guardano prima la carta dei vini e poi il menu, il Mamma Gina è tra i ristoranti di Firenze che ti consiglio, dove poter cenare anche il lunedì sera. Un nome storico del centro fiorentino che pone massima attenzione alla scelta dei vini da proporre in carta, come perfetti abbinamenti alla loro cucina tradizionale toscana senza troppi compromessi. Tra rossi e bianchi, la migliore Toscana enologica e una carrellata delle etichette pregiate da un po' tutta Italia. Affascinante anche la location, all'interno di un palazzo del Quattrocento, non lontano da Ponte Vecchio.

Consigliato anche dalla Guida Michelin
A consigliarti questo ristorante di Firenze non sono solo io ma, parere ben più importante, la prestigiosa Guida Michelin 2018 che, inoltre, gli assegna ben 3 forchette. Se hai in programma di festeggiare qualcosa di importante o se proprio vuoi viziarti in maniera sopraffina, una cena al Benedicta è la cosa migliore che puoi fare nei lunedì a venire. Ingredienti a km0 e prodotti di stagione, acquistati talvolta direttamente al Mercato Centrale, per un menu che cambia spesso e che è sempre all'insegna di creatività ed originalità. Ambiente raffinato e caratteristico, con sale dalle volte a crociera e classici mattoni accanto ad elementi dal design decisamente più contemporaneo.


Questi i ristoranti aperti il lunedì sera a Firenze nel settembre 2018. Ora la situazione è cambiata, anche se piano piano sembra che le cose stiano prendendo il verso giusto. In ogni caso i ristoranti non sono rimasti a guardare. Anche in questo periodaccio la maggior parte non ha mai smesso di lavorare del tutto. A Firenze è stato un boom di ristoranti con consegna a domicilio e take-away. Ma adesso è tempo di riaprire, perché mangiare al ristorante è un piacere anche con guanti e mascherina.


Foto di copertina dalla pagina Facebook di Ribeo
Foto di FirenZen di Matteo Rovella per il locale
Foto di Trattoria Gozzi, Gilda Bistrot e Osteria del 5°/4° courtesy dei locali
Foto interne degli altri locali dalle pagine Facebook degli stessi
Foto interne di Firenze di thinkrorbot e di Chris Yunker su Flikr.cc

  • VITA DI QUARTIERE
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2020?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero. Almeno una volta nella vita, un'esperienza da fare.

LEGGI.
×